I prezzi del petrolio continuano a scendere dopo l’aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti

I prezzi del petrolio continuano a scendere dopo l’aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti
I prezzi del petrolio continuano a scendere dopo l’aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti

Madrid (EFE).- I prezzi del petrolio tornano a scendere in un contesto segnato dalle tensioni in Medio Oriente, dall’aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti e dalla decisione di Washington di ristabilire le restrizioni sulle esportazioni venezuelane.

Il Brent, il petrolio greggio di riferimento in Europa, è sceso dello 0,6% alle 10:00 (8:00 GMT) ed era intorno a 86,8 dollari al barile, secondo i dati di Bloomberg.

Nella sessione di mercoledì, il prezzo era sceso di oltre il 3%.

Il West Texas Intermediate (WTI), un punto di riferimento negli Stati Uniti, è sceso dello 0,7% prima dell’apertura formale del mercato e veniva venduto a 82,1 dollari al barile.

Gli investitori, in attesa della situazione in Medio Oriente

Gli investitori continuano a monitorare la situazione in Medio Oriente dopo l’attacco dell’Iran a Israele questo fine settimana.
Un altro punto di attenzione è stato l’aumento delle scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti.

Secondo i dati diffusi questo mercoledì dall’Energy Information Administration (EIA), le scorte petrolifere, escluse le riserve strategiche, sono aumentate la scorsa settimana di 2,7 milioni di barili e hanno raggiunto il livello più alto da giugno.

A questi elementi si è aggiunta ieri la decisione degli Stati Uniti di ripristinare le restrizioni sulle esportazioni di petrolio e gas dal Venezuela in risposta al mancato rispetto degli impegni assunti dal presidente venezuelano Nicolás Maduro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Scopri una reliquia nascosta: la falsa moneta da 1 peseta del 1869 che può valere più di 700 euro