Il NUOVO prezzo del DOLLARO anticipato da 40 banche e società di consulenza

Lui il prezzo in dollari è al centro dell’attenzione degli analisti e del Governo, visto l’avvertimento che il ritardo nel cambio interno diventa più evidente e questo problema si approfondisce di fronte ad una possibile svalutazione delle valute dei paesi emergenti a causa del conflitto in Medio Oriente. Intorno a questo scenario, circa 40 economisti nazionali e stranieri hanno pubblicato nuove proiezioni su ciò che accadrà al tasso di cambio, all’inflazione e all’attività.

Questo è il nuovo rapporto internazionale di aprile redatto da FocusEconomia tra vari esperti provenienti da banche e società di consulenza locali e globali. Lì viene rivelato che la tendenza di Il prezzo ufficiale del dollaro all’ingrosso continuerebbe a diminuiredove lo scenario non dovrebbe cambiare troppo.

Il fatto è che, per il momento, il governo ha il controllo della situazione economica, con a valore praticamente fisso per la fattura americana per tutto l’anno in corso, A cui si aggiunge un costante acquisto di valuta estera da parte della Banca Centrale per le proprie riserve e un’inflazione che mostra mese dopo mese un calo rispetto al mese precedente.

Allo stesso modo, gli analisti consultati da iProfesional concordano sul fatto che il Il governo deve accelerare l’attuale tasso di svalutazione in modo che il prezzo del dollaro non resti indietro rispetto al ritmo dell’inflazione.

quindi, il Le proiezioni degli economisti sono che il tasso di cambio all’ingrosso finirà a dicembre a 1.549 dollari, in netto calo rispetto alle stime precedenti per lo stesso periodo..

Prezzo in dollari per i prossimi mesi

Riguardo a prezzo ufficiale in dollari atteso entro la fine dell’anno, il rapporto appena pubblicato da FocusEconomics rivela che gli economisti si aspettano un valore nettamente inferiore rispetto a quanto previsto mesi fa. Allo stesso modo, il lento svalutazione mensile (crawling peg) del 2% imposto dalla Banca Centrale non è considerato sostenibileperché l’inflazione segna cifre molto più alte, e comincia a restare indietro rispetto al tasso di cambio.

Perciò, Il prezzo concordato dagli analisti per il dollaro all’ingrosso alla fine del prossimo dicembre è di 1.549,2 dollaricon un calo di circa 153 pesos rispetto alle previsioni formulate nel rapporto dello scorso marzo (1.702 dollari) per la stessa data.

Le proiezioni ufficiali dei prezzi all’ingrosso in dollari per la fine di dicembre sono un consensus di 1.549 pesos.

In futuro il peso dovrebbe indebolirsi rispetto ai livelli attuali“, riassumono i relatori di FocusEconomics.

Se si verificano queste cifre previste, il Il tasso di cambio all’ingrosso potrebbe aumentare del 91,6% circa nel corso del 2024, ben al di sotto dell’aumento stimato dell’inflazione di quasi il 272%.

Questa proiezione prevista per il il prezzo ufficiale del dollaro coincide praticamente con l’ultimo Market Expectations Survey (REM), effettuato dalla Banca Centrale tra un gruppo di analisti locali, secondo cui una fattura statunitense all’ingrosso per la fine dell’anno è considerata pari a 1.438,3 dollari.

E nel Mercato dei futures e delle opzioni Matba-Rofex si stanno negoziando cifre molto inferiori a quelle previste dagli analisti tasso di cambio all’ingrosso per la fine di dicembre, $ 1.305.

Con un occhio all’inflazione e all’attività economica

IL L’inflazione di marzo è stata dell’11%, secondo gli ultimi dati ufficiali dell’Indec, in calo rispetto al 13,2% registrato a febbraio. La questione a per chiarire se questo declino continuerà nell’indice dei prezzi al consumo (CPI) in un contesto di aumenti delle tariffe dei servizi pubblici e di altre spese che influiscono sul potere d’acquisto delle tasche degli argentini.

Si prevede che il prezzo ufficiale del dollaro il prossimo dicembre sarà ad un livello molto più basso di quanto previsto nei mesi precedenti.

“EQuest’anno l’inflazione resterà elevata grazie all’eliminazione dei controlli sui prezzi e alla riduzione del divario tra il tasso di cambio ufficiale e quello parallelo. “L’aggiustamento fiscale, la crescita dell’offerta di moneta e qualsiasi cambiamento nel regime del tasso di cambio saranno fondamentali.”sottolineano gli analisti di FocusEconomics.

In questo modo, gli esperti lo calcolano I prezzi al consumo aumenteranno in media del 272,3% nel 2024, che rappresenta una riduzione di 15,4 punti percentuali rispetto al rapporto di un mese fa.

L’ultimo Le proiezioni locali prevedono un trend di ulteriore calo dei prezzi dell’economia nei prossimi mesi, anche se tutto dipenderà dall’impatto degli aggiustamenti sui servizi pubblici e sulle tariffe dei carburanti.

Per quanto riguarda la crescita economica attesa per Quest’anno, gli intervistati sostengono che “il piano macroeconomico del presidente Milei per a aggiustamento fiscale sostenuto, a svalutazione della valuta e l’eliminazione dei controlli sui prezzi avrà un impatto negativo sull’economia. Una forte ripresa della produzione agricola mitigherà parzialmente il declino. Il sostegno parlamentare alle riforme del governo e i disordini sociali sono fattori chiave da monitorare”, riassumono.

In questo modo, gli economisti ritengono che il Il PIL si contrarrebbe del 3,1% nel 2024, 0,4 punti percentuali in meno rispetto a un mese fa.

Dollaro: economista per economista

Per quanto riguarda la previsioni specifiche di ciascuno degli economistii prezzi più alti visibili possono essere fino al 50% superiori rispetto al consenso.

In breve, Le proiezioni più alte per il prezzo ufficiale del dollaro all’ingrosso previsto per la fine di dicembre 2024 sono effettuate dalla società di consulenza nazionale Equilibra, con un valore di 2.250 dollari. Seguono S&P Global Ratings (2.100 dollari), MAPFRE Economics (2.085 dollari), Analytica Consultores (2.063 dollari) ed Econviews, con 2.021 dollari.

Gli economisti sostengono che una minore inflazione eserciterà una minore pressione sul prezzo del dollaro affinché aumenti maggiormente per evitare ritardi nel tasso di cambio.

“Lo stimiamo Le azioni stanno per essere rilasciate, cosa che potrebbe portare ad una correzione del tasso di cambio, e correggerà anche il prezzo del dollaro a causa del processo inflazionistico. Ovviamente, quanto più velocemente l’inflazione si fermerà, tanto più il tasso di cambio si contrarrà. Questo è quello che presumiamo,” dice a iProfesional. Fausto Spotornoeconomista di OJF e associati, consulente di Orlando Ferreres, il cui prezzo previsto è di 1.852 dollari entro la fine dell’anno.

Mentre, Pablo Repettoresponsabile della ricerca presso Aurum, con una proiezione di 1.530 dollari per dicembre, è che l’aspettativa è che “Il governo smette di ritardare così tanto il tasso di cambio e ad un certo punto bisogna correggerlo alzandolo, o attraverso un salto discreto o attraverso una svalutazione graduale (crawling peg) che va ad un tasso superiore all’attuale 2%. Altrimenti rimarrebbe troppo indietro e le aspettative di svalutazione potrebbero iniziare a lavorare contro di essa,” dice a iProfesional.

Per Sebastiano Menescaldi, economista e direttore associato di Eco Go, “il La disinflazione si consolida a causa della recessione e correggiamo lo scenario dei prezzi per l’anno in corso al 164,8%, al di sotto di quanto previsto un mese fa. Di conseguenza, abbiamo anche adeguato il tasso di cambio previsto a 1.329 dollari alla fine dell’anno.”

Finalmente, Camilo Tiscorniadirettore di C&T Asesores, stima a dollaro all’ingrosso ufficiale di 1.240 dollari entro la fine dell’annoperché “noi crediamo che il Governo possa andare avanti con il suo piano, sostanzialmente con il aggiustamento fiscale. In questo modo possono raggiungere il loro obiettivo e in quell’obiettivo il Il tasso di cambio ufficiale potrebbe muoversi un po’ più velocemente, poiché non è possibile mantenere indefinitamente la svalutazione ufficiale al 2%. Nel frattempo, riteniamo che l’inflazione continuerà a diminuire rispetto ai livelli attuali”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Scopri una reliquia nascosta: la falsa moneta da 1 peseta del 1869 che può valere più di 700 euro