I ricercatori indicano la pirite come possibile fonte di litio

I ricercatori indicano la pirite come possibile fonte di litio
I ricercatori indicano la pirite come possibile fonte di litio

Un team guidato da ricercatori della West Virginia University ha studiato 15 campioni di rocce sedimentarie del Devoniano medio provenienti dal bacino degli Appalachi negli Stati Uniti e ha trovato abbondante litio nei minerali di pirite negli scisti.

Scoperta senza precedenti

“Questo è inaudito” ha detto Shailee Bhattacharya, una geochimica sedimentaria che presenterà questi risultati durante l’Assemblea generale del 2024 della European Geosciences Union (EGU) a Vienna, secondo un comunicato stampa.

Esplorare nuove possibilità

Sebbene la letteratura geologica mancasse di informazioni sull’intersezione tra litio e pirite ricca di zolfo, il mondo elettrochimico e dell’ingegneria ha già iniziato a considerare come le batterie al litio-zolfo potrebbero sostituire le batterie agli ioni di litio.

Potenziale inaspettato delle ardesie ricche di sostanze organiche

Si scopre che gli scisti ricchi di sostanza organica possono mostrare il potenziale per un maggiore recupero di litio come risultato di una curiosa interazione tra litio e pirite.

Cerca fonti alternative

I ricercatori hanno fatto questa scoperta nel loro tentativo di esplorare se le passate operazioni industriali, come i rifiuti di miniera o i detriti di trivellazione, potrebbero servire come fonte di ulteriore litio senza generare nuovi materiali di scarto.

Avvertenza sulla generalizzazione

Sebbene siano consapevoli che le fonti primarie di litio come le pegmatiti e le argille vulcaniche sono ben conosciute e sfruttate in una certa misura, ritengono che sarebbe utile trovare altri depositi sicuri ed economici.

Il percorso verso un’energia più sostenibile

Tuttavia, avvertono che, in questo momento, le osservazioni della loro ricerca non possono essere estrapolate oltre i campioni provenienti dall’attuale sito di studio.

“Questo è uno studio specifico per il sito”, ha detto Bhattacharya. Tuttavia, è convinta che questo lavoro sia promettente perché suggerisce la possibilità che alcuni scisti possano essere una fonte di litio che non richiede nuove miniere.

Riflessione finale

“Possiamo parlare di energia sostenibile senza utilizzare molte risorse energetiche”, – ha sottolineato lo scienziato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Scopri una reliquia nascosta: la falsa moneta da 1 peseta del 1869 che può valere più di 700 euro