Come l’estrema timidezza di un uomo nel comprare la biancheria intima per sua moglie sia stata l’ispirazione per la creazione di un impero della lingerie

L’anno era il 1977 e Roy Raymond Lui e sua moglie stavano curiosando tra negozi di abbigliamento a San Francisco, quando decisero di andare in un negozio di abbigliamento. biancheria intima femminile. La vergogna e il disagio che provava erano tali Roy quando vuoi comprare biancheria intima a sua moglie e la sensazione di sentirsi “esposto” che ha realizzato un’intuizione potente: non era l’unico uomo a sentirsi a disagio in quella situazione e non c’era nessun marchio che prestasse attenzione a ciò.

Fu così incoraggiato ad aprire il suo primo negozio il 12 giugno 1977 nel centro commerciale di San Francisco, sotto il nome Il segreto di Vittoria. Il suo negozio aveva pareti di legno, dettagli vittoriani, commesse discrete e amichevoli e vestiti appesi in quadri alle pareti in modo che gli uomini potessero sceglierli senza doverli cercare sugli scaffali.

Raymond ha concepito l’idea di Victoria’s Secret

I negozi erano notevolmente diversi rispetto a quelli che conosciamo oggi. A quel tempo, i locali di biancheria intima Tendevano ad essere convenzionali e poco attraenti, con un focus funzionale piuttosto che sull’esperienza del cliente. Erano spazi semplici e pratici, con scaffali pieni di prodotti e illuminazione essenziale. La maggior parte di questi negozi erano rivolti principalmente alle donne e l’esperienza di acquisto complessiva era caratterizzata da una mancanza di varietà, qualità e servizio clienti personalizzato. I prodotti disponibili erano spesso semplici e poco interessanti e l’interazione con il personale di vendita era limitata. In sintesi, l’acquisto di biancheria intima era un compito funzionale piuttosto che un’esperienza piacevole o eccitante.

I negozi erano notevolmente diversi rispetto a quelli che conosciamo oggi.

Raymond ha visto un’opportunità per innovare nel mercato della lingerie

Il design dei negozi, più piccoli e intimi rispetto a quelli della concorrenza, diventa il segno distintivo del marchio. Questi spazi meticolosamente progettati erano più che semplici punti vendita; Erano rifugi accoglienti dove gli uomini potevano sentirsi a proprio agio e al sicuro, stare lontani da occhi indiscreti e prendersi il tempo necessario per scegliere senza sentirsi giudicati mentre facevano shopping.

Questa strategia non solo ha eliminato l’imbarazzo associato all’acquisto biancheria intimama ha anche creato un senso di esclusività e privacy che ha avuto risonanza tra i clienti.

La reazione del mercato alle innovazioni introdotte da Il segreto di Vittoria È stato fondamentalmente positivo e rivoluzionario. Questa strategia non solo ha attirato nuovi clienti, ma ha anche generato una significativa fidelizzazione tra coloro che cercavano un’esperienza di acquisto più piacevole e personalizzata.

Inoltre, per continuare ad approfondire la loro strategia, sono stati pionieri nella creazione di cataloghi di vendita per biancheria intima online e nel tempo nella progettazione di prodotti disegnati con un tocco di sensualità e fantasia, creando un intero ecosistema di marketing che ha aggiunto eventi e sfilate.

Quali lezioni possiamo trarre da questa storia?

Quella paura può essere un fattore che ci paralizza o una forza trainante che ci porta a cercare soluzioni: Raimondo Avrebbe potuto restare con la sensazione fastidiosa che provava, lasciarsela alle spalle e basta. Tuttavia, lo guardò in faccia ed esplorò quali informazioni gli dava quella paura e aprì il gioco alla domanda: come potrebbe esserci un’esperienza di acquisto migliore che eliminerebbe quella sensazione?
Che un “problema” condiviso è il pilastro di un business di successo: non è sufficiente che solo io identifichi quella paura come un problema, devo trovare quale “tribù” più massiccia sperimenta quella stessa esperienza per essere il mio segmento target. Raimondo Ha identificato che questa paura era comune a molti uomini e che erano un pubblico a cui nessuno si rivolgeva. Che queste combinazioni innovative devono tradursi in una vera esperienza in ogni punto di contatto con il cliente:

Il nostro compito è dimostrare il valore aggiunto del marchio

Comunicando chiaramente questo differenziale, renderemo il cliente disposto a pagare di più per questo perché gli stiamo dando qualcosa che trascende la funzionalità del prodotto.

Ha trovato il modo di vendere lingerie Il segreto di Vittoria è un esempio eccezionale di marketing della differenziazione: come unire elementi che nessuno aveva mescolato prima ha creato un business unico.

Raccontami… Che insegnamento ti ha lasciato questa storia per il tuo brand?

Costanza Sidoti.

* Constanza Sidoti è laureata in Pubblicità e specialista in Marketing Differenziato per le imprese e le PMI. Partner dell’Agenzia Marketing @somosmakala www.somosmakala.com

Ricorda che mi puoi vedere tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 9 nel programma Emprendi2 TV su Ciudad Magazine e il martedì alle 19 in streaming su Emprendi2TV per Ahora Play.

Instagram: @conniesidoti per continuare a scambiare insieme.
Il mio sito web: www.conniesidoti.com

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il calo dell’inflazione core offrirà un sollievo minimo alla Federal Reserve | Internazionale
NEXT “Pochi lo fanno”: voleva mostrare la sua esperienza sformando un flan ma i piani sono stati cambiati