L’OPEC+ non esclude una possibile estensione dei tagli alla produzione

L’OPEC+ non esclude una possibile estensione dei tagli alla produzione
L’OPEC+ non esclude una possibile estensione dei tagli alla produzione

IL OPEC+, composta dai membri dell’OPEC e dai loro alleaticome la Russia, non hanno ancora avviato colloqui formali sull’estensione dei tagli volontari alla produzione di petrolio di 2,2 milioni di barili al giorno oltre giugno, ma diverse fonti tra i produttori, riportate da Reuters, sottolineano che Potrebbero mantenere i tagli se la domanda non si riprendesse.

L’organizzazione ha implementato una serie di tagli alla produzione dalla fine del 2022 in un contesto di aumento della produzione da parte degli Stati Uniti e di altri produttori non membri e di preoccupazioni sulla domanda, in gran parte dovute agli alti tassi di interesse.

Al momento, Il gruppo sta tagliando la propria produzione di 5,86 milioni di barili al giorno (bpd), pari a circa il 5,7% della domanda globale. Questi tagli includono 3,66 milioni di barili al giorno da parte dei membri dell’OPEC+ validi fino alla fine del 2024 e 2,2 milioni di barili al giorno di tagli volontari da parte di alcuni membri con scadenza alla fine di giugno. I produttori, infatti, si incontreranno il primo giugno a Vienna per definire la politica produttiva.

Secondo una delle fonti, i tagli potrebbero durare fino alla fine dell’anno, mentre un’altra ha affermato che per apportare modifiche sarebbe necessario un aumento inaspettato della domanda.

Altre due fonti dell’Opec+ sostengono, sempre secondo l’agenzia Reuters, che non si sono ancora svolti colloqui formali e una di loro ha affermato che l’Opec+ non è ancora propensa ad estendere i tagli.

“Crediamo che ci siano buone probabilità che l’OPEC+ estenda i suoi tagli oltre giugno, ma non abbiamo ancora un’opinione ferma perché non crediamo che siano entrati nel vero periodo di dibattito e processo decisionale”, afferma Richard. Bronzo, dagli Aspetti Energetici.

IL prezzi del petrolio Quest’anno hanno trovato sostegno nel conflitto in Medio Oriente, anche se hanno pesato le preoccupazioni sulla crescita economica e sugli alti tassi di interesse. Il grezzo Brent Mercoledì ha toccato il minimo di sette settimane di 83,44 dollari al barile.

L’OPEC ha dichiarato di aspettarsi un altro anno di crescita relativamente forte della domanda di petrolio di 2,25 milioni di barili al giorno, mentre l’Agenzia internazionale per l’energia prevede una crescita molto più lenta di 1,2 milioni di barili al giorno.

VUOI ESSERE UN CACCIATORE DI TREND AZIONI?

Strategie di investimento ha modificato il libro Cacciatori di tendenzeun manuale per gli investitori, dove Il lettore imparerà come utilizzare i principali indicatori per investiresia fondamentale, tecnico e macroeconomico, oltre a conoscere il nostro metodo per cacciare le azioni in un trend rialzista.

Il libro di 183 pagine verrà inviato tramite posta ordinaria agli abbonatisia gli abbonati nuovi che quelli attuali al momento del rinnovo.

Iscriviti e ricevi il nostro manuale Trend Hunters nel mercato azionario E oltre ad avere accesso illimitato a tutte le nostre analisi e strumenti di investimento premium, imparerai il nostro metodo per selezionare azioni e indici con una tendenza al rialzo nel mercato azionario.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV LEO Pharma cresce del 7% in Spagna con i progressi nei trattamenti dermatologici | Aziende
NEXT Foot Locker: nuovo concept e più marchi per incrementare le tue vendite