Il Governo chiede cautela riguardo alla fusione tra BBVA e Sabadell, anche se la definisce una “buona notizia”

Il Governo chiede cautela riguardo alla fusione tra BBVA e Sabadell, anche se la definisce una “buona notizia”
Il Governo chiede cautela riguardo alla fusione tra BBVA e Sabadell, anche se la definisce una “buona notizia”

Il Ministro della Presidenza, della Giustizia e dei Rapporti con le Cortes, Félix Bolaños (Jesús Hellín – Europa Press)

BBVA vuole fondersi con Sabadell. Lo ha informato mercoledì la banca spagnola con sede a Bilbao Commissione nazionale per il mercato dei valori mobiliari (CNMV) le condizioni in cui è formulata la proposta. Una notizia che ha suscitato reazioni disparate all’interno del governo, e per la quale il ministro della Presidenza, della Giustizia e dei Rapporti con le Cortes, Felix Bolaños, ha chiesto prudenza.

Mentre la vicepresidente e ministra del Lavoro, Yolanda Díaz, ha avvertito ieri in un’intervista su Cadena Ser che questa unione potrebbe “Danneggiare il servizio bancario e svalutare l’assistenza finanziaria”nonché i dipendenti degli enti, con conseguente la presentazione di un Fascicolo di Regolamento sull’Occupazione (ERE); Bolaños questa mattina ha sottolineato che la cosa più importante è “vedere come si svilupperà questa operazione, se alla fine si concretizzerà oppure no”.

Potrebbe interessarti: Le grandi banche guadagnano in tre mesi quanto il Bilancio dello Stato stanzia in un anno per l’istruzione o la sanità

Dal punto di vista del Ministro è “Buone notizie“, poiché è auspicabile avere “entità finanziarie solide, leader e leader in Europa e nel mondo”. Tuttavia, ha ricordato che il governo spagnolo “dovrà farlo valutare l’elemento di competitività e concorrenza, anche, in termini di settore finanziario”.

In questo senso, la Vicepresidente ha messo in guardia dal “grado molto elevato” di concentrazione bancaria della Spagna, che, dal suo punto di vista, rappresenta già un “rischio sistemico”. “Abbiamo un Paese con un livello di concentrazione bancaria del 70% e quasi al livello regime di oligopolio“, ha spiegato, quindi questa operazione potrebbe “peggiorare la qualità del servizio”.

Bolaños ha sottolineato che bisogna essere cauti poiché si tratta di un’operazione commerciale tra due entità finanziarie e “dobbiamo vedere se l’offerta alla fine si concretizzerà”.

La società basca si propone di finanziare l’operazione esclusivamente tramite a scambio di azioni, offrendo il titolo BBVA per 4,83 azioni Sabadell; che darebbe alla banca catalana una quota finale del 16% nell’entità risultante.

L’entità ha precisato che BBVA si occuperà dello scambio delle azioni del Banco Sabadell mediante l’emissione di nuove azioni ordinarie la cui sottoscrizione sarà riservata ai detentori di azioni del Banco Sabadell e per le quali l’ammissione alle negoziazioni sul mercato Mercato continuo spagnolo e negli altri mercati in cui sono quotati.

Potrebbe interessarti: In arrivo nuove fusioni e acquisizioni bancarie: Sabadell, Bankinter, Kutxabank, Abanca e Unicaja, le meglio posizionate

BBVA si è impegnata a preservare la cultura di entrambe le entità e a non attuare “misure traumatiche o che colpiscono i dipendenti” di entrambe le società.

“La nuova entità diventerebbe una delle più grandi e istituzioni finanziarie più forti d’Europacon un totale attivo di oltre mille miliardi di euro e più di 100 milioni di clienti in tutto il mondo, con l’ambizione di diventare la più grande banca per capitalizzazione di mercato nella zona euro”, ha spiegato BBVA sul suo sito web.

Gli enti bancari non sono sfuggiti all’aumento dell’inflazione europea negli ultimi mesi, quindi hanno aumentato le loro commissioni. Per la tenuta dei conti correnti non agevolati la media è arrivata lo scorso giugno a 245,82 euro

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Risultati vincenti del Super Eleven of Draw 2
NEXT Dopo la sua scomparsa, Ford sa già come far risorgere la Fiesta e non sarà esattamente quello che pensi