La Banca Centrale ha riferito che tra giugno e luglio scadono quasi 4,9 miliardi di dollari dello swap cinese

A causa dell’impossibilità di rispettare questi impegni, il governo argentino sta trattando con il gigante asiatico per concordare un rifinanziamento.

Yuan, dollari, scambia. Foto: Unsplash

Lo ha riferito, attraverso il suo resoconto finanziario, la Banca Centrale della Repubblica Argentina (BCRA) tra giugno e luglio Scadono 35.000 milioni di yuan (l’equivalente di quasi 4.844 milioni di dollari) corrispondenti alla tranche di swap con la Cina utilizzata nel 2023. Detto questo e a causa del incapacità di far fronte a questi impegniil governo di Javier Milei mantiene le trattative per raggiungere un accordo un rifinanziamento.

L’annuncio arriva pochi giorni dopo il viaggio che una delegazione governativa ha effettuato presso il colosso asiatico per rinegoziare le scadenze. La BCRA ha rivelato questo venerdì che lo sono 21.000 milioni di yuan (2.906 milioni di dollari) scadono a giugno e 14.000 milioni di yuan (1.938 dollari) a luglio.

Banca centrale. Foto: N.A

Secondo il documento, durante la durata dello swap ciascuna Banca potrà utilizzare l’importo disponibile nella valuta locale dell’altra parte per gli usi consentiti nell’Accordo. A questo proposito, ha precisato, “Al 31 dicembre 2023, i fondi in uso ammontano a CNY 21.000.000 con scadenza a giugno 2024 e CNY 14.000.000 con scadenza a luglio 2024.”

Intanto il rapporto BCRA ricorda che al 31 dicembre 2022 “gli importi in uso ammontavano a CNY 1.500.000 per un periodo di tre mesi con scadenza a febbraio 2023 e CNY 7.000.000 per un periodo di 7 mesi con scadenza a luglio 2023.”

Una parte dei colloqui è iniziata a fine aprile, con l’incontro a Pechino tra il capo della BCRA, Santiago Bausili e il governatore della Banca popolare cinese, Pan Gongshengdove il riattivazione delle dighe di Santa Cruz, Cepernic e Néstor Kirchner, e il commercio tra i due paesi.

Santiago Bausili. Foto: N.A Santiago Bausili. Foto: N.A

Secondo la dichiarazione del Ministero degli Esteri argentino dopo quell’incontro, i funzionari “hanno discusso del rapporto storico tra le due banche centrali, iniziato con la firma del primo scambio 25 anni fa; Lui impegno dell’Argentina nel internazionalizzazione del RMB come valuta per il regolamento delle transazioni; IL individuazione delle aree tecniche completare gli accertamenti previsti dal contratto di scambio; e il accordi di cooperazione e scambio di esperienze tecnico-normativo”.

Nel frattempo, lo ha detto una fonte del team economico Bloomberg che durante le riunioni, i team tecnici che lo faranno mantenere il dialogo sui passi successivi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’Ibex 35, dal vivo | Le Borse puntano al rosso senza il riferimento a Wall Street | Mercati finanziari
NEXT Più di 600 persone partecipano alla Giornata delle Famiglie (Dipendenti) di Campofrío Frescos :: Impegno CSR