la tecnologia promossa da Abertis che fonde AI, ingegneria civile e droni

la tecnologia promossa da Abertis che fonde AI, ingegneria civile e droni
la tecnologia promossa da Abertis che fonde AI, ingegneria civile e droni

L’intelligenza artificiale – e soprattutto quella generativa – è stata inaugurata nell’autunno del 2022 un nuovo paradigma nel modo in cui le aziende gestiscono i propri dati e, soprattutto, ha fornito loro nuovi strumenti per sfruttare tutto il loro potenziale al fine di ottenere maggiore efficienza e sicurezza dai loro processi, un obiettivo chiaramente irraggiungibile fino alla comparsa di ChatGPT.

In un settore così critico per lo sviluppo economico di un Paese come quello delle infrastrutture, l’implementazione di soluzioni dirompenti approdare alla tecnologia del momento e fonderla con quelle esistenti Era solo questione di tempo.

Lui prima sfida di innovazione Sfida dei dronigestito da Abertisprotagonista della gestione delle infrastrutture su scala globale, ha contribuito a individuare i migliori talenti dentro e fuori il nostro Paese per raggiungere questo obiettivo.

[El invento de un ingeniero español que sortea obstáculos para construir una estructura de 22 puentes prefabricados]

Il progetto Azisa & Aren, guidata da una società spagnola -con sede a Gijón- e un’altra società americana -con sede a New York-è stato il vincitore di questo primo bando che aspira a rivoluzionare l’ispezione delle infrastrutture.

“La nostra proposta di valore si concentra sull’ottimizzazione dei costi del ciclo di vita delle infrastrutture civili per i gestori e gli operatori delle infrastrutture stradali private. Siamo in grado di raggiungere questo obiettivo attraverso la tecnologia che abbiamo creato e brevettato, che deriva da l’unione di intelligenza artificiale, ingegneria civile e droni“.

I droni, insieme alle potenzialità dell’intelligenza artificiale, stanno rivoluzionando l’attuale settore tecnologico in molteplici settori, tra cui le infrastrutture civili.

Parla con DISRUPTORES – EL ESPAÑOL su Dr Ali Khaloo, CEO e co-fondatore della startup americana Aren.

Questa iniziativa fornisce servizi di ispezione industriale end-to-end attraverso l’uso di veicoli senza pilota come droni, UGV, ROV e USV.

Inoltre, utilizza diversi strumenti software per creare informazioni preziose in 2D e 3D e l’intelligenza artificiale elaborare e analizzare i danni alle strutture in calcestruzzo e metallo.

Per la sua parte, Raúl Álvarez Vivanco, socio amministratore di Azisa, spiega che i suoi clienti sono proprietari e operatori stradali in tutto il mondo. “Siamo concentrati al cento per cento sulle infrastrutture civili, con particolare attenzione alle strutture della rete stradale a gestione privata.”

“Puntiamo sulle infrastrutture civili, con particolare attenzione alle strutture della rete stradale a gestione privata”

Raúl Álvarez Vivanco, socio amministratore di Azisa

Ma la portata della sua tecnologia è molto più ampia: «Ci sono molte più tipologie di strutture dove possiamo aiutare altri clienti, pensiamo ad esempio al ispezione di dighe, porti o piste aeroportuali”dice Álvarez Vivanco alle domande di questa redazione.

L’unione che le due aziende hanno fatto di intelligenza artificiale e ingegneria civile è la principale differenziazione della proposta vincente della sfida Abertis.

“Migliora radicalmente il modo in cui l’industria valuta e agisce sulle strutture civili. Attualmente, gli ingegneri iniziano con un processo altamente manuale, soggettivo e, quindi, variabile”, afferma. Edgar Martínez, COO e co-fondatore di Aren.

La sua tecnologia lo consente valutare strutture civili su larga scala, “in modo globalefornendo informazioni obiettive e coerenti, sia in termini quantitativi che qualitativi.”

Analisi predittiva e maggiore efficienza

Ed è in questa capacità di estrarre il vero potenziale dei dati che risiede la differenziazione offerta dall’intelligenza artificiale e che Azisa & Aren è riuscita a sbarcare nel settore delle infrastrutture civili.

“Possiamo elaborare efficacemente terabyte di dati e ottenere informazioni oggettive per definire azioni che migliorino la qualità delle strutture. Inoltre, l’uso dell’intelligenza artificiale ci consente “fare analisi predittive basate sullo stato delle strutture, dei loro materiali e del loro sistema strutturale”.

“Il progetto pilota con Azisa & Aren consoliderà il nostro impegno per offrire infrastrutture sempre più sicure attraverso l’innovazione”

Toni Duran, “Responsabile globale dell’innovazione” presso Abertis

“Il progetto pilota che realizzeremo con Azisa & Aren sarà una grande opportunità per aumentare l’efficienza delle nostre operazioni, promuovere l’innovazione e consolidare il nostro impegno per offrire infrastrutture sempre più sicure attraverso l’innovazione”, si legge. Toni Duran, Responsabile globale dell’innovazione nell’Abertis.

“Abbiamo selezionato questa opzione perché consente ispezione automatizzata di strutture come i pontiper l’identificazione di possibili difetti, nonché il monitoraggio della loro evoluzione, la deduzione delle condizioni strutturali e lo sviluppo di un piano di manutenzione ottimale”, aggiunge.

Per i responsabili del progetto vincitore, il progetto pilota che svilupperanno ora con l’azienda spagnola rappresenta “un’opportunità di crescita molto importantevisto l’impatto globale che Abertis ha in questo settore”.

70 progetti internazionali

A questo primo invito a presentare proposte sono stati presentati quasi 70 progetti provenienti da tutto il mondo, principalmente da Spagna, Argentina, Messico, India, Italia, Brasile, Porto Rico, Francia, Cile e Stati Uniti, tra gli altri. Sfida dei droni.

Azisa & Aren riceveranno 40.000 euro per lo sviluppo di un progetto pilota in uno dei paesi in cui opera Abertis. Da parte loro, i cinque finalisti –Naitec (Fondazione R&D), Uali Ibérica, Silent Falcon, Ispection Drone e Aiviewgroup– Riceveranno un premio di 4.000 euro ciascuno.

Il progetto è pensato per attrarre un ampio ecosistema innovativo composto da università, imprenditori, piccole e medie imprese (PMI) e startup.

L’iniziativa si inquadra all’interno Oltre le strade, il centro Innovazione aperta di Abertispensato per esplorare e promuovere soluzioni intelligenti nel campo delle infrastrutture e della mobilità.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV GMV guida la progettazione dei nuovi sistemi autonomi europei per il rilevamento di mine e IED
NEXT Guess Jeans e il loro lavaggio ad aria, la nuova era del denim sostenibile