“La Colombia è il mercato più complicato in termini di regolamentazione per Nubank”

*San Paolo – Inviato Speciale

Uno dei fattori chiave per la crescita delle neobanche in Colombia è avere un ecosistema normativo adeguato. David Vélez, CEO e fondatore di Nubank, ha spiegato che, Nel contesto colombiano, ci troviamo di fronte a un mercato che presenta sfide normative più complesse rispetto ad altri paesi in cui operano (Brasile e Messico). La regolamentazione in Colombia tende ad essere più restrittiva e può generare maggiori attriti per l’ingresso e la concorrenza di nuove società fintech.

Secondo Vélez, sono ottimisti sul fatto che in futuro si vedrà un’agenda normativa che promuova l’innovazione e faciliti l’ingresso delle società fintech nel mercato colombiano. Da Nubank aspettano Questi cambiamenti normativi consentono una maggiore apertura e concorrenza, a vantaggio sia dei consumatori che del settore finanziario nel suo insieme.

“In Colombia È dove c’è più attrito affinché qualcuno possa entrare e poter essere regolamentato e poter competere.“, ha detto Vélez. “È un oceano più complesso da navigare, il che ci costringe ad andare un po’ più lentamente in questa crescita.”

Per scommettere sulla crescita di Nu nel Paese, il 16 gennaio 2024, Nu Colombia ha annunciato l’apertura della lista di lancio del Conto Nu, il suo prodotto più recente volto a fornire un’esperienza di risparmio digitale, senza spese né commissioni, con la possibilità di trasferimenti gratuiti e illimitati verso altri istituti finanziari e accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7 al servizio clienti. Oggi, David Vélez ha sottolineato che Nu Colombia ha superato la soglia del milione di clienti e ha già iniziato a fornire il conto ai colombiani.

Secondo Vélez, Nubank ha iniziato a fornire conti ai colombiani e Ci sono già più di mezzo milione di persone nella lista di lancio degli account; un tentativo di ridurre la complessità che esiste nella vita finanziaria delle persone.

La nostra missione è combattere la complessità nella vita finanziaria delle persone. Per raggiungere il successo, è fondamentale prendere un’idea molto potente e concentrarsi su di essa per molto tempo Questa è l’idea di Nubank, utilizzare la tecnologia per offrire ai clienti prodotti migliori a un costo inferiore.“Vélez ha spiegato.

Il cliente al centro di tutto

Uno dei problemi del settore finanziario in America Latina, secondo Vélez, è questo È molto concentrato e la maggior parte di loro non focalizza i propri prodotti sul consumatore, Lo vedevano più come una distrazione che li allontanava dal loro obiettivo finale e Hanno concentrato le loro azioni sulla crescita in sé delle aziende.

In America Latina più di 200 milioni di persone non hanno accesso ad una banca; Esiste un settore bancario altamente concentrato che alla fine diventa un oligopolio. Con Nu, oltre il 60% dei clienti è riuscito a migliorare la propria organizzazione finanziaria. Il nostro obiettivo è migliorare l’elevata complessità del sistema finanziario. Nei prossimi mesi diventeremo la più grande istituzione finanziaria”, ha sottolineato.

Vélez lo ha sottolineato Raggiungere 100 milioni di clienti è un risultato significativo, ma ha osservato che la quota di Nubank nel mercato brasiliano è solo del 4%, meno dell’1% in Messico e anche meno dell’1% in Colombia. “100 milioni equivalgono all’1,25% della popolazione mondiale. È ancora presto, viste le elevate possibilità che abbiamo.”

L’Amministratore Delegato ha spiegato che la strategia per i prossimi anni si concentrerà sull’ampliamento della copertura bancaria nei tre Paesi in cui opera, con tariffe più basse, un servizio migliore e un’esperienza incentrata sul cliente. Inoltre, si concentrerà sull’aumento delle carte di credito e dei conti di risparmio, guidando al tempo stesso la crescita del mercato online, che in Brasile ha avuto più di 215 milioni di visite recenti.

A questo proposito, lo ha sottolineato Cristina Junqueira, co-fondatrice e direttrice della crescita di Nubank Sono preparati per il processo di internazionalizzazione al fine di espandere i propri prodotti e la propria presenza su più mercati.

“Siamo immersi in un processo rigoroso per preparare tutti i nostri sistemi e servizi all’internazionalizzazione. Inizialmente, Abbiamo concentrato i nostri sforzi sull’adattamento della nostra carta di credito per essere utilizzata in diversi paesiseguito dall’espansione dei nostri conti bancari”, ha sottolineato Junqueira.

Secondo la cofondatrice, in questo senso, il Messico è diventata la sua priorità numero uno quest’anno. “Ogni passo che facciamo in Messico non solo guida la nostra crescita in quel paese, ma stabilisce anche una solida base e un apprendimento inestimabile che verrà trasferito alla nostra attività in Colombia. “Siamo convinti che i benefici derivanti dalla nostra espansione in Messico avranno un impatto positivo sulla nostra offerta e sui nostri servizi per il mercato colombiano”, ha affermato.

*Invitato da NU

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Ministro del Lavoro incontrerà la General Motors, cosa accadrà ai lavoratori?
NEXT Il dollaro continuerà a scendere in Colombia? Ecco come la valuta ha chiuso OGGI, 23 maggio