Il tasso di cambio è in ritardo?

L’economista Daniel Artana, uno dei più ascoltati dal mercato e dalle aziende, ha espresso la sua opinione sul valore attuale del dollaro e sull’inflazione.

Riguardo alla discussione se il prezzo del dollaro sia indietro, Artana ritiene che ci siano indicatori che segnalano un allarme ed altri che mostrano ancora una situazione gestibile.

Depositphotos

L’economista Daniele Artana, uno dei più ascoltati dal mercato e dalle aziende, ha espresso la sua opinione sul valore attuale del dollaro, seguendo le voci che ne parlano arretrato. Inoltre, ha stimato che il inflazione continuerà a scendere a maggio e ha sottolineato che, a seguito di questo comportamento, si ha la sensazione che la preoccupazione della gente per l’aumento dei prezzi “si sia un po’ attenuata”.

Il contenuto a cui desideri accedere è esclusivo per gli abbonati.

sottoscrivere Sono già iscritto

“La nostra misurazione ha mostrato che l’inflazione nella prima settimana di maggio era dell’1,8% e questo è un buon dato. La tendenza al ribasso dell’inflazione continuerà a maggio”ha dichiarato in dichiarazioni al programma “Esta Mañana” di Radio Rivadavia.

L’economista ha sottolineato che, sebbene il tasso di inflazione sia “stravagante” e simile a quello dell’aprile dello scorso anno, ora “la situazione è diversa e questo dà un certo sollievo”. “La situazione è diversa perché avete ripulito il deficit fiscale e i fondamentali macroeconomici di base sono più solidi”, ha sottolineato Artana.

daniel artana 1200.jpg

Riguardo alla discussione se il prezzo del dollaro sia indietro, Artana ritiene che ci siano indicatori che segnalano un allarme ed altri che mostrano ancora una situazione gestibile.

“Quando guardi il tasso di cambio reale misurato dalla BCRA, hai la sensazione di avere un tasso di cambio basso e che potresti entrare in un ritardo nel tasso di cambio, ma quando guardi un’altra misura del tasso di cambio, come per quanto riguarda il costo del lavoro, ciò significa che l’Argentina è di nuovo a buon mercato perché i prezzi si sono mossi più velocemente dei salari,” ha spiegato.

Pertanto, ha affermato che “alcuni indicatori suggeriscono che ci si trova nei guai e altri no”.

Artana ha avvertito che “questo ritardo negli stipendi non durerà a lungo” e per questo ha valutato che “forse non oggi, ma tra qualche mese si potrebbe avere un problema” di ritardo nei cambi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La rumba non si ferma mai: Asobares mette Bogotà in modalità 24 ore su 24
NEXT Chi è Cheng Yixiao, il miliardario cinese che non è riuscito ad acquistare TikTok e ora cerca di detronizzarlo