Il profitto delle aziende Paisa è triplicato con due giochi

Il profitto delle aziende Paisa è triplicato con due giochi
Il profitto delle aziende Paisa è triplicato con due giochi

18/05/2024

IL Le operazioni straordinarie del primo trimestre di quest’anno che hanno coinvolto i gruppi Sura e Argos hanno dato impulso ai ricavi e ai profitti delle grandi aziende di origine Paisamolti dei quali riflettevano nei loro conti gli effetti del rallentamento economico, nonché del tasso di cambio del dollaro e del calo dei consumi.

Tra gennaio e marzo dello scorso anno, il Il blocco di 22 aziende che riportano i propri bilanci alla Superfinanziera ha registrato ricavi per 55,94 miliardi di dollari, ma nello stesso periodo del 2024 la cifra ammontava a 61,47 miliardi di dollari.

A sua volta, I profitti di queste società, che a marzo 2023 erano compresi tra 6,51 miliardi di dollari, sono aumentati a 21,74 miliardi di dollari nel primo trimestre di quest’anno. Vale a dire, si è moltiplicato 3,3 volte.

Il disinserimento

Questo L’aumento è in gran parte spiegato dalla cessione che Sura e Argos hanno effettuato quando non erano più azionisti di Nutresa. che ha rappresentato un volume significativo di risorse per i conglomerati finanziari e infrastrutturali.

Vale la pena notare che nel mese di febbraio la prima parte dello scambio azionario relativo all’accordo quadro firmato da i gruppi Argos, Sura e Nutresa con il Gruppo Gilinski e IHC, con i quali il conglomerato alimentare non faceva più parte del portafoglio di investimenti di Sura e Argos. Nutresa, a sua volta, ha cessato di essere partner di queste aziende.

Nel caso di Sura, questa mossa ha generato una crescita del profitto del 488,5%. che è passato da 834.275 milioni di dollari nel primo trimestre del 2023 a 4,9 miliardi di dollari nello stesso periodo di quest’anno.

“Tuttavia, isolando gli eventi non ricorrenti verificatisi nel trimestre, questa linea si attesta a 634.711 milioni di dollari, riflettendo un calo del 10,1% a tassi di cambio costanti”, si legge nel rapporto trimestrale di Sura.

Allo stesso modo, durante il primo trimestre dell’anno Il Grupo Argos ha registrato un profitto di 2,5 miliardi di dollari a seguito della cessione di Nutresa. A ciò si aggiunge che, a causa dello scambio azionario con la famiglia Gilinski e IHC, delle specie di Nutresa per quelle di Sura, il Gruppo Argos ha aumentato la sua partecipazione nella proprietà di Sura.

Per tale motivo Del favorevole andamento del conglomerato finanziario ha beneficiato, attraverso il metodo del patrimonio netto (procedura contabile con cui la società contabilizza la propria partecipazione in un’altra), il risultato economico di Argos, con taglio a marzo.

L’alleanza

Ulteriore driver dei risultati economici trimestrali è stata l’operazione effettuata nel mese di gennaio tra Summit Materials e Argos USA (controllata di Cementos Argos), costituito dalla combinazione di attività, che ha portato a ricavi e profitti non ricorrenti per l’impresa cementiera e la sua società madre, Grupo Argos.

Per effetto di tale operazione, a partire dal primo trimestre del presente 2024, Cementos Argos registra nel proprio bilancio il 31% dell’utile netto generato da Summit, per modalità di partecipazione.

Grazie a questa attività, a marzo l’azienda cementiera ha registrato un profitto straordinario di 1,4 miliardi di dollari. Al tasso di cambio del 12 gennaio 2024, data di chiusura dell’operazione, la registrazione contabile nel conto economico era di 5,3 miliardi di dollari.

Con il denaro ricevuto in contanti, questa società ha ridotto significativamente il suo debito del 70% e ha rafforzato la sua posizione finanziaria.

In quanto proprietario del 60,5% delle azioni di Cementos Argos, anche i numeri del Grupo Argos sono stati rafforzati da queste trattative, consentendogli di incorporare un profitto di 5,3 miliardi di dollari.

nuovi proprietari

IL I gruppi Nutresa ed Éxito che hanno iniziato l’anno con nuovi partner hanno riportato cali sia nei ricavi che nei profitti.

La holding alimentare, di proprietà della famiglia Gilinski e di IHC, ha registrato riduzioni dell’11,8% nelle vendite e del 40,4% negli utili, risultato del minor potere d’acquisto dei consumatori, nonché di un mercato altamente competitivo ed esigente; e l’introduzione di nuove tasse su alcuni prodotti alimentari (zuccherati e ultra-trasformati).

A sua volta, il Almacenes Éxito, controllata dal Gruppo Calleja di El Salvador, ha registrato un calo delle vendite del 3,8%. e ha registrato perdite per 37.863 milioni di dollari.

Il risultato è stato influenzato dalle condizioni macroeconomiche (inflazione elevata e tassi di interesse elevati), nonché dal aumento degli oneri finanziari per l’effetto negativo del cambio del dollaro e le maggiori spese non ricorrenti in Colombia necessarie per l’ammodernamento dei negozi.

Angusto

IL Le aziende del settore energetico hanno risentito degli effetti del tasso di cambio e del fenomeno El Niño.

ISA, controllata da Ecopetrol, ha registrato un calo dei ricavi del 6,2% e degli utili del 23,3%, comportamento attribuito all’effetto dell’apprezzamento del peso colombiano rispetto al dollaro (18%), al real brasiliano (14%) e al peso cileno (30%).

L’apprezzamento del peso colombiano ha generato un effetto conversione che ha diminuito i ricavi nel primo trimestre del 12%.

A sua volta, il generatore Isagén ha registrato un calo dei profitti del 50,1%, poiché a causa di El Niño si sono verificati importanti cambiamenti nell’idrologia del Sistema Nazionale Interconnesso (SIN) sia nei contributi che nella significativa diminuzione dei bacini idrici, che erano ai livelli più bassi degli ultimi 20 anni.

“Queste variazioni hanno avuto un impatto sulle condizioni del mercato, riducendo i volumi di produzione e aumentando i prezzi dell’energia”, si legge nel rapporto trimestrale di Isagén.

Lui fenomeno climatico fu avvertito anche da Celsia, i cui ricavi sono diminuiti dell’8,7% e gli utili si sono contratti del 75,7%.

Gli analisti di Davivienda Corredores hanno affermato che la filiale energetica del Grupo Argos disponeva di una minore quantità di elettricità disponibile in Colombia a causa della scarsità d’acqua, che ha portato ad un calo delle vendite sul mercato del 58,6% rispetto all’anno precedente.

D’altronde, a seguito della sua attività, tra gennaio e marzo L’utile di Bancolombia si è attestato a 1,68 miliardi di dollari, il 3,1% in meno rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (1,76 miliardi di dollari), Cifre considerate positive dagli analisti di Casa de Bolsa dato il contesto di bassa attività economica e la continuità delle misure restrittive sul credito.

Quindi, senza tener conto degli eventi non ricorrenti, è giusto sottolinearlo Tra gennaio e marzo di quest’anno, le aziende hanno navigato in un ambiente caratterizzato da una bassa crescita economica, poiché la variazione del Pil è stata dello 0,7%; alti tassi di interesse, rivalutazione, bassi prezzi del petrolio e un peggioramento di El Niño.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Prodotti per la pulizia dell’auto a Dollarcity che sono economici