Negli Usa si riprende il ‘mattone’: le chiusure dei negozi si stabilizzeranno nel 2024

Negli Usa si riprende il ‘mattone’: le chiusure dei negozi si stabilizzeranno nel 2024
Negli Usa si riprende il ‘mattone’: le chiusure dei negozi si stabilizzeranno nel 2024

Il commercio al dettaglio negli Stati Uniti sta riprendendo slancio. Quest’anno, finora, i rivenditori americani hanno aperto il 4% di negozi in meno e registrato il 24% in più di chiusure rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’andamento appare però simile a quello del 2023, quando le chiusure avvennero nelle prime settimane dell’anno. Ora si prevede che la situazione si stabilizzerà e che l’anno si chiuderà sui livelli dell’anno precedente.

È questa la conclusione a cui giunge un rapporto redatto dalla società di consulenza americana Coresight Research assicura che nelle prime 19 settimane dell’anno ci sono state 3.692 aperture nel retail americanoa fronte di 3.171 chiusure.

“La maggior parte delle chiusure dei negozi tende ad avvenire all’inizio dell’anno, quindi sembra che siamo probabilmente sulla buona strada dove siamo finiti l’anno scorso”, si legge nel rapporto. La situazione rimarrebbe quindi stabile rispetto agli anni successivi allo scoppio del Covid-19, quando Le aperture di negozi nel commercio al dettaglio negli Stati Uniti sono diminuite da 5.000 a 6.000 all’anno.

Nei prossimi mesi si prevede che il retail statunitense interrompa le chiusure e che il 2024 si chiuda ai livelli dell’anno precedente.

La società di consulenza assicura nel rapporto che il commercio al dettaglio del Paese ha dovuto affrontare “sfide durature” negli ultimi anni e, oltre all’impatto della pandemia, fa riferimento all’impatto “cambiamento della domanda dei consumatori, persistenti pressioni inflazionistiche e situazione macroeconomica”, Tra l’altro.

Tra le catene americane che apriranno un numero notevole di negozi quest’anno ci sono i grandi magazzini TJX Cos, che si distinguono per le continue campagne di sconti, con quasi un centinaio di aperture programmate; Ross Stores, altra catena di grandi magazzini con 83 nuovi negozi, e Tractor Supply, con 80 nuovi punti vendita.

L’espansione di questi grandi magazzini contrasta con quella di altri rivenditori americani. Da parte sua, il rivenditore è specializzato nella moda femminile Rue21 ha dichiarato fallimento il 2 maggio e chiuderà i suoi 543 negozi nei prossimi mesi. Il colosso Macy’s ha inoltre annunciato che chiuderà circa 150 grandi magazzini situati nel Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Argomenti del giorno da EFE Economia per lunedì 17 giugno 2024
NEXT Batterie allo stato solido per veicoli elettrici in Messico: come va il settore?