Come sarà la tassa sul lusso da giugno?

Come sarà la tassa sul lusso da giugno?
Come sarà la tassa sul lusso da giugno?

All’inizio di maggio, il Governo ha ordinato l’aggiornamento del tassa base del cosiddetto tassa “sul lusso”. per il auto km 0. La prima scala andava da 19.826.151 dollari a 26.230.344 dollari di prezzo all’ingrosso (senza IVA o margine di commissione di fabbriche e importatori).

Da questa parte, I veicoli interessati da questa addizionale fiscale sono diventati quelli con un valore pubblico superiore a 37.300.000 dollari.

La sorpresa è stata che l’aggiustamento sarebbe stato in vigore per un mese e non per un trimestre come era avvenuto dopo la modifica introdotta dalla legge nel 2016.

La delibera dell’Afip conosciuta a fine aprile stabiliva che la validità di questi valori fosse fino al 31 maggio. Pertanto, l’aspettativa del mercato era focalizzata su ciò che sarebbe successo a partire da giugno.

Per quanto ne sapeva Ambito, Questo aggiustamento mensile aveva a che fare con una modifica del programma avvenuta a gennaio.

Allora, a causa dell’elevata inflazione registrata nel mese di dicembre, si decise di anticipare a quel mese l’adeguamento della base imponibile che avrebbe dovuto essere effettuato a marzo. A causa dell’aumento dei prezzi che le case automobilistiche dovettero fare, il massimale dell’imposta sul “lusso” era molto basso e quasi tutti i modelli sarebbero stati coperti dall’imposta.

Ciò ha causato, per la cronaca, l’uscita dallo schema delle scadenze trimestrali in cui l’imposta deve essere adeguata. Lo stesso non è avvenuto per altri beni quali aerei, imbarcazioni e motociclette. Le attività sono proseguite con il normale orario.

Per questo motivo a fine aprile è stato stabilito che la validità fosse di un mese, fino al 31 maggio.

Ma questo non significa che a partire da giugno ci sarà un nuovo aumento della base imponibile.

A giugno verrà emanata una nuova delibera per estendere la validità dell’attuale base

Secondo fonti imprenditoriali consultate, il periodo di un mese doveva collegarsi, ancora una volta, agli aggiustamenti trimestrali.

A partire da giugno verrebbe emanata una nuova delibera che estenderebbe la validità della base attuale, ma non fisserà un nuovo aumento. Sarebbe per un altro mese e a luglio la pratica si ripeterebbe.

“A giugno non cambia nulla. Torniamo all’aggiustamento trimestrale per chiudere il secondo trimestre. Con l’indice dei prezzi all’ingrosso delle automobili, per aprile, maggio e giugno, che sarà reso noto a metà luglio, la nuova base inizierà ad entrare in vigore dal 1 agosto,” Hanno spiegato dal settore automobilistico.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Prodotti per la pulizia dell’auto a Dollarcity che sono economici