Quanto devo guadagnare per poter presentare domanda e come calcolare la quota

Dopo tanto tempo, il sogno di acquistare la propria casa si è avverato di nuovo in conseguenza del lancio di mutui ipotecari attraverso diverse banche, sia pubbliche che private. Tuttavia, per accedere devono essere soddisfatti determinati requisiti che non li rendono realizzabili per un’ampia maggioranza, soprattutto a causa del importo del reddito questo deve essere dimostrato.

Dopo l’annuncio fatto dai diversi enti, le offerte di questi prestiti sono già state lanciate, con finanziamento fino a 30 annie che può essere utilizzato anche per ristrutturare o addirittura acquistare una seconda unità.

In tutte le proposte l’interessato può aggiungere il reddito familiare. Tanto che una coppia può unificare il reddito di entrambi e richiedere il credito insieme, e quindi, chiedere più soldi.

Mutui ipotecari: a chi si rivolgono e quali requisiti richiedono?

I crediti sono rivolti ai lavoratori dipendenti e autonomi, siano essi responsabili iscritti o monotributisti. Sono inclusi nel Banco Nación anche i pensionati e i pensionati che ricevono il loro stipendio in tale ente.

Tra i Requisiti generalile banche richiedono:

  • ID
  • Non registrare la storia sfavorevole nel sistema finanziario,
  • Riepiloghi del conto del Carte di credito (se ne hai) insieme alle ricevute di pagamento
  • Registri immobiliari che dimostrino che il richiedente non possiede alcuna abitazione a suo nome. Se ce l’hai, devi allegare la documentazione corrispondente per dimostrarlo.
Dopo tanto tempo il sogno di acquistare la propria casa può diventare realtà. Foto Shutterstock
  • IL monotributistas deve dimostrare almeno un anno in tale condizione prima dell’AFIP, avere un’anzianità minima di 3 mesi nella categoria utilizzata per il calcolo del reddito e presentare tempestivamente gli ultimi 3 pagamenti monotassa.
  • Per coloro che sono dentro rapporto di dipendenzarichiedono le banche ultimi 3 scontrini dei beni e a Certificato di lavoro che dimostri reddito netto, anzianità, appartenenza allo stabilimento, numero CUIL e assenza di embarghi, tra gli altri requisiti.

Che tassi di interesse offrite e come vengono calcolate le rate?

Il saldo del debito del mutuo ipotecario Viene misurato e contabilizzato in UVA (Purchasing Value Unit), il cui valore viene aggiornato in base all’inflazione. Si determina al momento della costituzione dell’ipoteca, dividendo l’importo del credito in pesos per il Preventivo UVA per quel giorno. Come il saldo del debito totale, anche il pagamento mensile viene conteggiato negli UVA.

L’unità UVA è dovuta aggiungere il tasso di interesse questo, nel caso del Banco Ciudad, della Galizia, del Macro e di Santander, lo è 5,5%. Al Banco Ciudad, invece, si riduce a 3,5% Se la casa da acquistare si trova nel zona centrale della città da Buenos Aires. Al Banco Nación, anche il tasso di interesse lo è 4,5% per i propri clienti nelle abitazioni fino a 140mila UVA, e dell’8% per il resto delle utenze e per gli immobili di maggior valore.

La proposta di Banca nazionale ha una particolarità: offre a credito speciale per evitare l’impatto di possibili sbalzi inflazionistici e stabilire un limite massimo al valore della quota. Mensilmente vengono pagati 1,5 punti percentuali in più in modo che la retribuzione venga aggiornata dal coefficiente di variazione salariale (CVS) e non dagli UVA, che vengono aggiornati dall’inflazione.

BBVA offre una tariffa di 6,5% per i clienti. Il Banco Ipotecario, invece, offre il 8,5% con una riduzione a 4,25% nel primo anno se il richiedente ha un conto stipendio presso la stessa banca. Infine, la Supervielle prevede un tasso di interesse di 5% che nel primo anno si riduce a 4%purché il richiedente disponga di un conto stipendio presso tale banca.

Prestito ipotecario: quanto bisogna guadagnare per poterlo richiedere?

Lo stipendio minimo mensile che una persona o una famiglia deve avere per poter beneficiare di questi nuovi mutui varia a seconda della banca. Sebbene alcuni enti richiedano un reddito specifico, il requisito fondamentale per la maggior parte è il compenso da pagare non superi il 25% del reddito del gruppo familiare convivente. Per sapere, a seconda del reddito, quanto è possibile accedere sul sito delle banche, il calcolo può essere effettuato tramite un simulatore. Ecco alcuni esempi:

  • Banca cittadina: se chiedi 75.000 dollari USA, per 20 anni, con finanziamento al 75% (Tasso UVA+TNA: 5,5%), il reddito del nucleo familiare convivente dovrà essere $ 2.208.118. Ne paghi uno acconto di $ 552.030.
In tutte le proposte l’interessato può sommare il reddito familiare per accedere al mutuo ipotecario. Foto: archivio
  • Banca nazionale: se sei cliente e tu richiedi 75.000 dollariper 30 anni, con finanziamento al 75% (Tasso UVA+TNA: 8%), il reddito del nucleo familiare convivente deve essere $ 2.355.384. Con una quota iniziale di $ 588.546.
  • ipotecario Banc: un acquisto e una vendita di 100.000 dollari USA se qualcuno ha bisogno di finanziare l’80%, deve richiedere l’equivalente in pesos di US$ 80.000 (Tasso UVA + TNA: 8,65%), in questo caso in un periodo di 30 anni dà un acconto di $ 667.311 e il reddito da dimostrare da parte del nucleo familiare convivente è $ 2.669.245.
  • Macrobanca: per un importo in pesos equivalente a 75.000 dollari (Tasso UVA + TNA: 7%), a 20 annicon un finanziamento al 75%, il reddito del gruppo familiare convivente deve raggiungere l’ $ 2.325.896. Con un acconto di $ 581.474.

Va notato che Macro ha a disposizione anche il file Linea Giovane -per i figli sotto i 30 anni per la prima casa, con prova del reddito dell’ente e cauzione da parte del/i genitore/i. In tal caso, la percentuale di finanziamento fino al 90% del valore della casa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Prodotti per la pulizia dell’auto a Dollarcity che sono economici