La Clínica Baviera entra nel Regno Unito dopo aver acquistato Optimax per 11,7 milioni

La Clínica Baviera entra nel Regno Unito dopo aver acquistato Optimax per 11,7 milioni
La Clínica Baviera entra nel Regno Unito dopo aver acquistato Optimax per 11,7 milioni

La Clínica Baviera sbarca nel Regno Unito. L’azienda del settore medicale ha siglato un accordo di compravendita per l’acquisizione, attraverso la controllata Castellana Intermediación Sanitaria, del 100% del capitale sociale del gruppo britannico Optimax (Eye Hospitals Group Limited e controllate) per 11,7 milioni di euroche sono subordinati ai risultati della società inglese.

Specifica, L’importo pattuito per l’acquisizione dell’azienda britannica ammonta a 11.734.479 euroche sarà pagato con fondi propri, come ha riferito sabato il gruppo spagnolo di oftalmologia ed estetica alla Commissione nazionale del mercato dei valori mobiliari (Cnmv).

Inoltre, È stato concordato un importo di acquisizione variabile in base all’evoluzione del risultato operativo lordo (EBITDA) del gruppo Optimax nei prossimi cinque anni.il cui importo è stato stimato oscillare tra i tre e gli undici milioni di euro.

La Clinica Baviera ha concordato un importo di acquisizione variabile soggetto all’evoluzione del risultato operativo lordo del gruppo Optimax nei prossimi cinque anni.

La vendita è soggetta all’autorizzazione della Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito a causa del cambio di controllo della società britannica. La Clinica Baviera lo ha spiegato dettagliatamente il termine per l’adempimento della condizione sospensiva è stato fissato in sei mesi.

In questo contesto, l’acquisizione del gruppo Optimax implica l’ingresso della Clínica Baviera in un paese “rilevante come il Regno Unito, con più di 68 milioni di abitanti, che, insieme a Spagna, Germania e Italia, continua a consolidare il piano strategico della crescita della società”, ha osservato l’azienda.

Da parte sua, il gruppo Optimax, fondato più di trent’anni fa, conta attualmente 19 cliniche situate nelle principali città del Regno Unito da dove offre servizi di chirurgia refrattiva e altre specialità oftalmologiche, attraverso un team di oltre 130 persone. con un fatturato al 2023 di circa 17 milioni di euro e perdite per circa un milione di euro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Air-e avrebbe addebitato sulle fatture costiere prezzi per investimenti che non ha effettuato
NEXT Scienziati canadesi progettano turbine eoliche ispirandosi all’uccello volante più pesante del mondo