6 cilindri e iniezione ad altissima pressione

6 cilindri e iniezione ad altissima pressione
6 cilindri e iniezione ad altissima pressione

Le auto elettriche potrebbero avere i giorni contati prima dell’arrivo di a motore massiccio. Implica 6 cilindri e iniezione ad altissima pressione. Se sei rimasto sorpreso dalle informazioni sul motore spagnolo che funziona con il quarto stato della materia, ciò che segue ti interesserà. La decarbonizzazione nei trasporti non riguarda solo le batterie. Un’azienda molto conosciuta è disposta a mostrarci una nuova alternativa che rompe con tutto ciò che abbiamo visto finora.

È noto al pubblico che diverse nazioni (incluso Europa) sono stati fissati obiettivi sostenibili ambiziosi che contemplano la decarbonizzazione dei loro combustibili. Per affrontarli è necessario applicare molteplici misure che garantiscano l’arrivo di una nuova realtà, più compassionevole nei confronti dell’ambiente.

Una delle alternative che sta guadagnando più terreno è l’auto elettrica, ma potrebbero essercene altre ancora più eclatanti.

Questo enorme motore mette fine alle auto elettriche

Autocarri Volvo ha annunciato la creazione di camion dotati di motore a combustione interna che funzionano a idrogeno, un carburante anch’esso in aumento e che sta diventando molto meno inquinante del diesel o della benzina. I primi test su strada avranno luogo nel 2026 e il lancio sul mercato avverrà alla fine di questo decennio. Per ora si stanno già facendo gli esami di laboratorio.

Questa proposta rappresenta un passo da gigante per Volvo, che persegue la neutralità del carbonio e aiuta i propri clienti a raggiungere i loro obiettivi di decarbonizzazione. L’azienda dispone già di un ampio catalogo di camion elettrici a batteria, con un successo travolgente nel settore. Questa volta, però, vuole fare un ulteriore passo avanti. Vuoi usare a motore combustione interna invece di una cella a combustibile.

Sebbene entrambe utilizzino l’idrogeno come fonte di energia, ci sono molte differenze tra le due tecnologie. Uno dei vantaggi derivanti dall’utilizzo di un motore a combustione interna è che è possibile sfruttare a motore diesel a sei cilindri già esistente, ma con alcune modifiche per renderlo adatto all’idrogeno.

Questi motori utilizzeranno un nuovo metodo di iniezione diretta ad altissima pressione. Si tratta di una tecnologia basata sull’iniezione di una piccola quantità di combustibile ad alta pressione per consentire l’accensione per compressione prima dell’aggiunta di idrogeno. Ciò rende possibile una maggiore efficienza energetica con un minor consumo di carburante e un aumento della potenza del motore. motore.

Le auto elettriche tremano davanti all’arrivo del massiccio motore a idrogeno

La posizione del motore la combustione è la stessa di sempre. I serbatoi dell’idrogeno, invece, sono distribuiti in più punti: due serbatoi sui lati, dove normalmente viene depositato il gasolio, e altri tre serbatoi dietro la cabina. Prendendo come riferimento a motore diesel esistente, il componente è molto più economico di una cella a combustibile, che è molto più costosa da produrre.

Volvo ha firmato un accordo con Sistemi di alimentazione Westport, azienda incaricata di fornire la nuova tecnologia di iniezione. Insieme a questa società creerà una società mista che inizierà la sua gestione a partire da questo secondo trimestre del 2024.

Ecco come si aggiungono alla fornitura i camion con motore a combustione alimentato a idrogeno Volvoche attualmente propone camion elettrici a batteria, camion a idrogeno con celle a combustibile e camion che utilizzano carburanti rinnovabili come biogas e HVO (olio vegetale idrotrattato).

In definitiva, questo motore potrebbe essere un prima e un dopo per le auto elettriche e per il resto dei veicoli che funzionano con carburanti diversi dall’idrogeno.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Banco Estado annuncia i massimali per trasferimenti e vaglia postali