Temono effetti negativi dovuti all’uscita dell’USDT dal mercato europeo

Temono effetti negativi dovuti all’uscita dell’USDT dal mercato europeo
Temono effetti negativi dovuti all’uscita dell’USDT dal mercato europeo
Aspetti principali:
  • Nonostante lo slancio delle stablecoin in euro, esse rappresentano ancora una frazione insignificante.

  • Non è noto quali misure adotterà la maggior parte degli scambi con le stablecoin non regolamentate.

Il 1 luglio entrano in vigore nell’Unione Europea (UE) le regole per le stablecoin del Regolamento per il mercato delle criptovalute (MiCA). Fanno parte delle misure adottate dalle autorità della regione per controllare, principalmente, la circolazione delle valute ancorate al dollaro. Questo, come meccanismo per “preservare la stabilità dell’euro”.

Con il passare dei giorni e l’avvicinarsi della data, le aspettative degli investitori e degli imprenditori del settore aumentano. E anche se sin dall’approvazione del Regolamento, nell’aprile dello scorso anno, è noto che gli emittenti Devono soddisfare nuovi requisiti per continuare a circolare sul mercato Europeo, il dibattito sulle conseguenze della legge è aperto.

Nonostante l’entusiasmo iniziale suscitato da MiCA, le preoccupazioni si stanno rafforzando, in particolare per quanto riguarda le stablecoin in dollari. Il pessimismo è cresciuto quando si è appreso che USDT, la stablecoin dominante sul mercato, entrerà nella lista delle monete non regolamentate non essendo in grado di rispettare i requisiti del regolamento.

La Legge MiCA è stata approvata nel 2023 dal Parlamento Europeo. Fonte: Parlamento europeo.

Come riportato da CriptoNoticias, il CEO di Tether Paolo Ardoino ha spiegato le difficoltà che la società ha nel soddisfare gli standard di capitale e riserva richiesti. Anche se ha assicurato che continueranno a parlare con le autorità di regolamentazione e Sperano di raggiungere un accordo in futurosi prevede che USDT lascerà immediatamente il mercato regolamentato.

Tenendo conto del dominio che Tether esercita tradizionalmente a livello mondiale, alcuni analisti ne prevedono la partenza dall’Europa non genera molti effetti sul mercato.

“Se continua la sua tendenza al dominio, tutto potrebbe andare bene”, affermano gli analisti di Investment Strategies. “Ma se questo cambiamento normativo avrà l’effetto di lasciare il continente nella sua zona arretrata mentre il mondo si muove in una direzione diversa, “L’Europa potrebbe ritrovarsi isolata.” Ciò avverrebbe come conseguenza del cosiddetto “arbitrato regolamentare”.

«La limitazione dell’USDT costringerà gli investitori europei a cercare altre stablecoin quando utilizzano i servizi in Europa facendo trading con opzioni diverse da quelle abituali. Ciò potrebbe alterare la liquidità e la stabilità del mercato, avverte la società di analisi Steno Research.

Dato che il mercato europeo è l’unico ad applicare regole più severe, Temono che questa situazione isolerà l’UE.

Su questo tema si è espressa anche la European Blockchain Association, che mette in guardia sulle ricadute della normativa sull’ecosistema, prevedendo l’imminente partenza delle stablecoin in dollari.

Da alcuni mesi il gruppo raccomanda alle autorità una revisione degli standard, evidenziandone i possibili effetti negativi.

Gli investitori dell’Unione Europea si troveranno probabilmente ad affrontare un’estrema volatilità dei prezzi a breve termine, guidata dagli effetti di dislocazione (essere costretti a operare in condizioni di stress). Nel medio e lungo termine, la liquidità frammentata renderebbe gli scambi commerciali più costosi, ridurrebbe la concorrenza e frenerebbe l’innovazione nell’UE.

Associazione europea Blockchain.

I market maker condividono questa visione. Vedi possibile grave carenza di liquiditàmentre gli operatori si affrettano a convertire da euro a dollari su piattaforme fuori regione, per continuare a utilizzare tether.

Anche l’impatto di un mercato diviso tra aree regolamentate e non regolamentate la volatilità aumenterà.

Sarà difficile per le stablecoin in euro riempire il vuoto

Dato che con l’uscita dal mercato dell’USDT, potenzialmente non dovrà più competere con la stablecoin numero uno in Europa, si ritiene che le stablecoin euro verranno alla ribalta.

Poiché l’euro è la valuta nativa dell’Europa, si ritiene che queste valute potrebbero diventare l’opzione preferita. Ma saranno in grado di riempire lo spazio del cavo? Con alcune eccezioni che contano su una “esplosione di nuove stablecoin in euro”, la maggior parte degli analisti dubbio che possano coprire l’enorme divario lasciato dall’USDT nel mercato.

Attualmente le stablecoin accumulano una capitalizzazione di mercato di 162.613 milioni di dollari, di cui 111.568 milioni di dollari appartengono a USDT (quasi il 70%). Rispetto a questi dati le stablecoin fanno riferimento all’euro Sommano solo per una capitalizzazione di 243,1 milioni di dollari.

USDT è la stablecoin che domina il mercato. Fonte: Fonte: Andreas Prott / Adobe Stock

Si dice a questo proposito che, a causa del basso livello di scambi di queste valute, non è realistico aspettarsi che raggiungano il livello di quelle sostenute da dollari e le sostituiscano nelle coppie di transazioni. Ciò, anche se negli ultimi mesi è stata osservata una ripresa del volume degli scambi.

Molti Ripongono speranza nell’USDC e nel suo alleato europeo, l’EURCche hanno già l’approvazione delle autorità europee e rimarrà attivo e regolamentato nella zona euro. L’aspirazione è che queste stablecoin Circle, insieme alle stablecoin euro, guadagnino terreno e conquistino gradualmente il mercato.

La maggior parte degli scambi non ha regole chiare

Finora, la maggior parte dei rapporti prevede l’esilio delle stablecoin ancorate al dollaro statunitense dall’Europa, con poche eccezioni. Una situazione anticipata visti gli annunci fatti da exchange come OKX, Kraken e Binance.

Il primo ha già detto che smetterà di scambiare coppie in USDT, il secondo sta valutando la possibilità di liquidare in euro le valute sostenute dal dollaro. Binance, da parte sua, ha segnalato restrizioni su ciò che classifica come stablecoin non regolamentate.

Per il resto non sono noti annunci da altre piattaforme. Nelle dichiarazioni ai media, Oliver Linch, CEO di Bittrex Global ed ex avvocato di Shearman & Sterling, ha assicurato che con l’avvicinarsi della scadenza critica del 30 giugno, le aziende continuano a superare alcune ambiguità inerente alle nuove regole.

Lui ha spiegato che l’incertezza è diventata un grosso problema per l’UE, come hanno spiegato gli esperti giuridici Si sforzano di fornire consigli sui requisiti di base e le autorità nazionali di regolamentazione si trovano ad affrontare sfide nella loro applicazione. Tuttavia, Linch spera che molte delle regole vengano implementate gradualmente.

Le autorità europee avevano torto?

La MiCA entrerà quindi in vigore, per molti inizialmente come una sorta di “terapia d’urto”. Non resta che attendere i prossimi mesi per valutare i risultati.

Mentre i giorni per la sua applicazione si contano e i regolatori difendono la loro strategia per essere stata una delle prime leggi per le stablecoinvale la pena citare le osservazioni dell’investitore e avvocato francese Hubert de Vauplane.

Nel suo articolo “Stablecoin: l’errore strategico della BCE”, Vauplane mette in dubbio l’assertività della Banca Centrale Europea con questo regolamento. Le loro argomentazioni mettono sul tavolo le ragioni che hanno portato le autorità europee a regolamentare le valute stabili, vedendoli come un nemico che attacca la sovranità monetaria regione di.

L’avvocato ricorda che è l’obiettivo della maggior parte delle stablecoin Non è un sostituto delle monete a corso legalesenza nemmeno averne gli attributi.

«Le stablecoin vogliono essere un ponte tra il mondo fiat della finanza tradizionale e il mondo crypto (…) È vero che gli acquirenti di stablecoin devono prima spendere euro (in rari casi) o dollari (9,5 volte su 10), ma queste le operazioni non influiscono sull’offerta monetaria e, pertanto, non dovrebbero comportare un rischio sistemico per il settore finanziario.

Hubert de Vauplane.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Banco Estado annuncia i massimali per trasferimenti e vaglia postali