Il corso del dollaro apre la giornata al ribasso dopo l’approvazione della riforma pensionistica

Il corso del dollaro apre la giornata al ribasso dopo l’approvazione della riforma pensionistica
Il corso del dollaro apre la giornata al ribasso dopo l’approvazione della riforma pensionistica

Dopo una settimana in cui la valuta è salita di 200 dollari, il dollaro apre questa nuova giornata in ribasso.

Il dollaro ha aperto a 4.140 dollari, 11,55 dollari al di sotto del tasso rappresentativo di mercato, TRM, che oggi è a 4.151,55 dollari. “Il dollaro in Colombia, anche con la sua tendenza al rialzo intatta, ci sono molti catalizzatori chiave che spingono il dollaro verso l’alto, anche se la proiezione del quadro fiscale ha dato un po’ di tranquillità la scorsa settimana in Colombia, è evidente che l’incertezza pesa molto di più,” ha assicurato Juan Pablo Vieira, amministratore delegato di JP Tactical Trading.

Secondo Bloombergè previsto l’intervento di un gruppo di funzionari della Federal Reserve, tra cui il presidente della Fed di DallasLorie Logan, il presidente della Federal Reserve di Chicago Austan Goolsbee e il governatore della Federal Reserve Adriana Kugler.

Prezzi del petrolio

Secondo Reuters, Lunedì il petrolio è rimasto stabile dopo i dati economici cinesiche sottolineano una ripresa disomogenea per il più grande importatore di greggio del mondo, hanno contrastato le speranze di un aumento della domanda derivante dalla stagione di guida estiva dell’emisfero settentrionale.

Il barile di riferimento Brent è salito dello 0,29% attestandosi a 82,86 dollari USA, mentre il riferimento WTI è salito dello 0,33% e ha raggiunto i 78,71 dollari USA.

A parte le vendite al dettaglio, che hanno superato le previsioni a causa dell’incremento delle festività, la raffica di dati cinesi di lunedì è stata in gran parte ribassista. Questi dati fanno seguito a un sondaggio di venerdì che mostrava che la fiducia dei consumatori statunitensi era scesa a giugno al livello più basso degli ultimi sette mesi.

La scorsa settimana, entrambi i benchmark hanno registrato il primo aumento settimanale in quattro settimane, a causa della fiducia che le scorte di petrolio si ridurranno con l’inizio della stagione estiva nell’emisfero settentrionale.

“Il rialzo della settimana scorsa non è stato del tutto convincente,” ha detto Tamas Varga, del broker petrolifero PVM. “Questa mattina si è osservata un’ulteriore debolezza a causa del rallentamento dell’attività nelle fabbriche cinesi.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Repubblica Ceca aumenta le sue riserve auree per diversificare gli investimenti
NEXT Banco Estado annuncia i massimali per trasferimenti e vaglia postali