Propongono di eliminare le restrizioni sulla vendita di liquori a Bogotá – Publimetro Colombia

Propongono di eliminare le restrizioni sulla vendita di liquori a Bogotá – Publimetro Colombia
Propongono di eliminare le restrizioni sulla vendita di liquori a Bogotá – Publimetro Colombia

Con una mossa sorprendente, il Il Comune di Bogotá sta promuovendo un’iniziativa per trasformare la capitale in un porto franco per tutti i liquori del paese, separandosi così dall’autorità di Cundinamarca. Questa proposta consentirebbe di vendere senza restrizioni in città bevande popolari come lo Yellow Brandy della Caldas Liquor Industry (ILC).

Storicamente, la commercializzazione di L’Aguardiente Amarillo a Bogotá è stata ostacolata dalla necessità di ottenere l’autorizzazione da parte del governo di Cundinamarca. Questa autorizzazione, inizialmente concessa, è stata revocata circa un anno fa, nel giugno 2023, lasciando i residenti di Bogotá senza accesso diretto a questo prodotto emblematico senza il sigillo di approvazione di Cundinamarca.

L’articolo 31 dello Statuto delle Entrate di Cundinamarca stabilisce che le autorità dipartimentali esercitano il controllo sulla produzione e sull’introduzione dei liquori distillati nella regione, compreso il Distretto della Capitale. Ciò implica un monopolio della distribuzione e della commercializzazione attraverso il Cundinamarca Liquor Company (ELC), con utili destinati a scopi educativi, di sanità pubblica e di tutela dell’ambiente. benessere della comunità.

I sostenitori della proposta a Bogotà sostengono che l’eliminazione di questa restrizione non solo incoraggerebbe la libera concorrenza e aumenterebbe la disponibilità di prodotti per i consumatori, ma potrebbe anche avvantaggiare economicamente il capitale consentendo una maggiore diversità di opzioni nel mercato dei liquori.

Questa iniziativa potrebbe segnare un cambiamento significativo nel panorama della distribuzione di liquori in Colombia, promuovendo un ambiente più aperto e competitivo sia per i produttori che per i consumatori.

Il consigliere Juan David Quintero del partito Nuovo Liberalismo cerca di riaprire il dibattito su questo tema, sostenendo che l’attuale controllo “ostacola” la concorrenza leale e il funzionamento del libero mercato, soprattutto per quanto riguarda i liquori.

Secondo Quintero, che ha dichiarato a El Tiempo, “Bogotá è la capitale di tutti i colombiani e, quindi, dovrebbe funzionare come un porto franco”.

Tuttavia, la modifica di queste norme presenta sfide significative a causa del monopolio statale sulla produzione e commercializzazione dei liquori distillati, stabilito dall’articolo 336 della Costituzione e ulteriormente regolato dalla legge 1816 del 2016.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV ENTRO LA FINE DELL’ANNO SI PREVEDE L’APERTURA DI UN CENTRO COMMERCIALE NEL SETTORE DAVANTI AD AGROSUR – Vilas Radio
NEXT Dollaro oggi, dollaro blu oggi: quanto viene scambiato questo sabato 20 luglio