La catena di gelati Luccianos ha lanciato una linea di alfajores per competere nel segmento premium

La catena di gelati Luccianos ha lanciato una linea di alfajores per competere nel segmento premium
La catena di gelati Luccianos ha lanciato una linea di alfajores per competere nel segmento premium

Il salto di qualità come differenziale nel gelato e negli alfajores

“Da Lucciano cerchiamo sempre di dare un salto di qualità in ogni prodotto che sviluppiamo. I nostri primi passi sono stati analizzare ciò che già esisteva con l’obiettivo di creare qualcosa di veramente unico. Con questo spirito abbiamo deciso di creare un alfajor tale ridefinire standard del mercato”, spiega Christian Otero, uno dei fondatori della gelateria.

In linea con l’aggressivo piano di espansione internazionale realizzato con i suoi gelati, l’azienda si impegna anche a commercializzare i suoi alfajores all’estero entro un periodo di un anno. “Crediamo che gli argentini che visiteranno i nostri negozi in altri paesi saranno ansiosi di godersi questo nuovo prodotto. E tra gli stranieri genereremo una nuova cultura, un cambio di epoca, poiché il dulce de leche argentino sta diventando un prodotto popolare in tutto il mondo”, aggiunge Otero.

Una delle prime sfide che l’azienda ha dovuto affrontare è stata il passaggio dalla produzione artigianale di alfajores, effettuata in lotti di 10 unità, a una produzione su scala semiindustriale. “Riuscire a produrre le tapas in forni industriali con la stessa qualità ha rappresentato una sfida considerevole”, ha sottolineato Martín Dell Aguila, responsabile della produzione di Lucciano’s.

Inoltre, hanno dovuto affrontare la sfida tecnica di adattare le macchine industrialigeneralmente progettato per alfajores con bagni di cioccolato standard, in modo che possano utilizzare cioccolato puro e bagnare perfettamente gli alfajores con più quantità e replicare così la qualità e il sapore degli alfajores artigianali in una produzione su scala più ampia.

Attualmente di Lucciano Ha più di 85 negozi in Argentina e all’estero, tra cui Stati Uniti, Uruguay, Spagna e Italia. Quest’anno è prevista l’apertura di nuovi negozi in Paraguay, Messico, Cile, Ecuador, Perù, Brasile, Canada, Portogallo, Germania, Francia, Regno Unito, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.

Alfajores, la caramella più consumata in Argentina

Alfajor è la caramella più consumata in Argentina e le cifre mostrano un mercato in espansione, nonostante le battute d’arresto dell’economia nazionale, secondo i dati dell’Associazione dei distributori di caramelle e affini (Adgya).

Nel 2023 Sono state vendute 10 milioni di unità al giornoche equivale a un consumo pro capite di quasi 80 alfajores all’anno.

Il mercato dell’alfajor industriale è guidato da Bagley, azienda del Gruppo Arcor, con marchi come Bon o Bon, Tofi, Mini Torta Águila, Cofler, Blanco y Negro e Tatin, tra gli altri. Segue Mondelez Internazionaleche ha nel suo portafoglio marchi come Terrabusi, Milka, Oreo, Pepitos e Shot.

Dietro ci sono le PMI specializzate, tra le quali spiccano Guaymallen, Jorge, Fantoccio E Capitano spaziale.

Nel segmento premium a cui Lucciano’s punta la concorrenza È altrettanto crudo. In cima alla classifica c’è L’Avana, la cui leadership veniva minato in parte a causa della comparsa di concorrenti come Cachafaz, Café Martinez, Rapa Nui, Guolis E pieno, l’alfajor gourmet che YPF ha lanciato nel 2015.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Banco Estado annuncia i massimali per trasferimenti e vaglia postali