È arrivato il declino del dollaro?

È arrivato il declino del dollaro?
È arrivato il declino del dollaro?

Sebbene il sistema internazionale rimanga in gran parte dollarizzato, nelle ultime settimane è riemerso il dibattito sul declino del dollaro come conseguenza della perdita di rilevanza come riserva internazionale e del persistente deficit estero degli Stati Uniti.

All’inizio del secolo la quota del dollaro nelle riserve valutarie dei diversi paesi del mondo superava il 70%. Attualmente è inferiore al 60%, secondo gli ultimi dati pubblicati dal Fondo monetario internazionale. E se aggiustata per il tasso di cambio, la sua quota sfiora il 55%. Un calo di 15 punti in meno di un quarto di secolo.

Parallelamente, è aumentata la presenza di valute “non tradizionali” nelle riserve internazionali, dall’emergente renminbi cinese ai già consolidati dollari canadesi e australiani. Insieme, ora rappresentano oltre il 6% delle riserve internazionali, in contrasto con la loro scarsa partecipazione solo dieci anni fa.

Negli ultimi due anni, le sanzioni finanziarie nei confronti della Russia e di alcuni paesi del Medio Oriente hanno rilanciato il dibattito sul declino del dollaro. Anche gli scontri commerciali con la Cina rappresentano una minaccia alla sua preminenza. In effetti, i paesi che non informano il FMI sulla composizione delle loro valute probabilmente hanno accelerato il disinvestimento di dollari, riconosce il Fondo. I paesi che non segnalano rappresentano il 7% delle riserve mondiali.

Tutti questi dati mostrano una progressiva perdita di rilevanza del dollaro, ma anche che il “biglietto verde” continua a non avere rivali a livello internazionale. Il renminbi occupa appena il 3% delle riserve internazionali e le altre tre valute tradizionali: sterlina, yen ed euro, sono stagnanti dalla fine del XX secolo. Sembra presto per prevedere la sconfitta del dollaro sul fronte della battaglia valutaria. In un recente rapporto, il FMI sostiene che il ritiro della valuta statunitense è comprensibile in un mondo in cui lo sviluppo finanziario ha consentito l’emergere di altri mercati liquidi. UN…

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Prex: Tutto sulla nuova carta prepagata arrivata in Cile
NEXT Hai finito la Coca-Cola? Femsa annuncia carenza di prodotti a causa della forte domanda in Messico