Quanto costa investire in un franchising del supermercato DIA?

La catena di supermercati DIA era presente alla 29esima edizione del Expo del franchising, tenutasi a La Rural. La giornata ha visto la partecipazione di oltre 70 marchi in franchising e il 15% di stand in più rispetto all’edizione precedente.

Durante l’evento, i dirigenti Dia hanno fornito informazioni dettagliate sull’attività a coloro che erano interessati ad ottenere un franchising Dia. Questa è un’opportunità per investire in un’attività solida, redditizia e accessibile.

Secondo l’azienda, “lo stand di Giorno si è distinto come uno dei più visitati, ricevendo più di 500 persone, di cui Sono già 230 i contatti con i responsabili commerciali della catena per l’apertura di un nuovo punto vendita Giorno”.

Supermercato DIA: quanto costa investire in franchising

Per installare un supermercato in franchising DIA, l’azienda ha indicato a iProfesional i seguenti requisiti:

  • Più di 20 anni di esperienza locale.
  • Investimento iniziale da $ 15.000.000.
  • Recupero stimato in 24 mesi.
  • Periodo contrattuale: 4 anni.
  • Dipendenti per negozio: 5 circa, a seconda del volume delle vendite del negozio.

Modello franchising: cosa offre l’azienda?

  • Un business di successo, che ha dimostrato di non avere stagionalità
  • Vendiamo prodotti essenziali e di alta qualità
  • Un luogo con tutte le infrastrutture, le attrezzature e le merci.
  • Il servizio logistico
  • Tutte le conoscenze per gestire l’attività.
  • Formazione continua e consulenza.
  • Supporto amministrativo e operativo.
  • Supporto pubblicitario permanente.
  • Linea esclusiva di oltre 1000 prodotti a marchio DIA.

Altri punti rilevanti della proposta

  • Commissione fissa commissione variabile
  • Le tue spese saranno: Luce, uniformi, studio contabile, IIBB, manutenzione leggera (riparazioni giornaliere, esempio: tubi bruciati) e costi del personale.
  • Il contratto ha validità 4 anni (senza penalità di risoluzione).
  • La merce è in conto deposito (non dovresti acquistarla).
  • I locali ed i lavori sono gestiti ed eseguiti dall’impresa.
  • Formazione per tutto il team a capo dell’azienda.
  • Inventario mensile (da qui i dati sulle differenze inventariali/perdite che DIA sconterà).
  • Gestione pubblicitaria e commerciale da parte dell’azienda (APP, fidelizzazione, media, ecc.).
  • Team di vendita destinato ad accompagnarli quotidianamente.

Per aprire un supermercato in franchising DIA è necessario un investimento iniziale di 15.000.000 di pesos.

Organizzato dall’Associazione Argentina di Marche e Franchising (AAMF) in collaborazione con BA Uniline Exhibitions, Expo Franchises 2024 ha attirato più di 3.500 visitatori accreditati. L’inaugurazione ufficiale si è svolta giovedì alla presenza di Roberto García Moritán e Marcos Ayerra, Segretario per le Piccole e Medie Imprese, gli Imprenditori e l’Economia della Conoscenza del Ministero dell’Economia. Entrambi hanno evidenziato l’importanza dei franchising nell’attuale contesto economico e il loro ruolo fondamentale per gli imprenditori.

Secondo l’AAMF, In Argentina sono presenti più di 1.700 marchi in franchising per un totale di 50.100 punti vendita, generando circa 245.000 posti di lavoro diretti. In particolare, il settore della gastronomia continua ad essere quello più significativo all’interno del sistema di franchising, rappresentando il 43% delle nuove realizzazioni. Le aspettative di crescita sono incoraggianti, con l’intenzione di aprire 2.060 nuovi punti vendita, il che rappresenterebbe un aumento del 12,5% rispetto al 2023.

Con più di 25 anni di esperienza nel paese e più di 20 anni di esperienza come franchisor, Giorno è la prima catena di supermercati in franchising in Argentina, con 1.050 negozi, di cui Il 76% opera con questa modalità. Ciò rivela che 7 clienti su 10 entrano in un negozio Giorno Comprano da un franchising.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sempre più persone stanno migrando dai depositi ai fondi comuni di investimento, cosa li spinge? | tasso di interesse | I TUOI SOLDI
NEXT Chi è il proprietario del Supermercado La Montaña, un’attività che D1 guarda in base ai numeri