Quanto dureranno i tassi elevati? I mercati del reddito fisso dicono che…

Bloomberg— Mentre l’ottimismo cresce tra gli investitori di fronte all’imminente Rally dei titoli del Tesoro USA, un indicatore chiave del mercato del reddito fisso emette un segnale preoccupante per chi pensa di investire.

Innanzitutto, la buona notizia. Con la metà del 2024 in vista, il I titoli del Tesoro stanno per cancellare le perdite dell’anno, mentre finalmente emergono segnali che l’inflazione e il mercato del lavoro si stanno realmente raffreddando. IL I trader ora scommettono che questo sarà sufficiente affinché la Federal Reserve inizi a tagliare i tassi di interesse già a settembre.

Ma che potrebbe limitare la capacità di rifinitura della banca centrale e, quindi, creare un vento contrario per le obbligazioniè l’opinione sempre più diffusa nei mercati che il cosiddetto tipo neutrale dell’economia -un livello teorico di oneri finanziari che non stimola né rallenta la crescita- è molto più elevato di quanto previsto attualmente dai politici.

“Il significato è quello quando l’economia rallenta inevitabilmente, ci saranno meno tagli dei tassi e i tassi di interesse nei prossimi dieci anni potrebbero essere più alti di quelli degli ultimi dieci anni“, ha affermato Troy Ludtka, economista statunitense senior presso SMBC Nikko Securities America, Inc.

IL contratti a termine riferiti al tasso di interesse a cinque anni nei prossimi cinque anni -un’approssimazione della visione del mercato su dove potrebbero finire i tassi statunitensi- sono rimasti fermi al 3,6%. Anche se è in calo rispetto al massimo registrato lo scorso anno, pari al 4,5%, è ancora più di una percentuale superiore alla media dell’ultimo decennio e al di sopra della stima della Federal Reserve pari al 2,75%.

Questo è importante perché significa che il mercato sta scontando un prezzo molto più alto per i resi. L’implicazione pratica è che esistono potenziali limiti alla portata dei bonus. Ciò dovrebbe preoccupare gli investitori che si preparano al tipo di epico rally obbligazionario che li ha salvati alla fine dello scorso anno.

Il tasso neutrale del mercato è superiore a quello della Fed(Bloomberg)

Per adesso, L’umore degli investitori è sempre più ottimista. L’indicatore Bloomberg dei rendimenti dei titoli del Tesoro è sceso solo dello 0,3% nel 2024 a partire da venerdì, dopo aver perso fino al 3,4% per l’anno nel suo punto più basso. I rendimenti di riferimento sono scesi di circa mezzo punto percentuale rispetto al loro massimo da inizio anno ad aprile.

Nelle ultime sedute, il I trader si sono rivolti a scommesse contrarian che beneficiano delle maggiori probabilità che la Federal Reserve tagli i tassi di interesse già a luglio.e la domanda di contratti futures che indicano un rimbalzo del mercato obbligazionario.

Ma Se il mercato ha ragione, il tasso è neutrale -che non può essere osservato in tempo reale perché soggetto a troppe forze- è aumentato in modo permanente, allora l’attuale tasso di riferimento della Fed, superiore al 5%, potrebbe non essere così restrittivo come percepito. In effetti, un indicatore di Bloomberg suggerisce che le condizioni finanziarie sono relativamente facili.

“Abbiamo assistito solo a un rallentamento abbastanza graduale della crescita economica, e ciò suggerirebbe che il tasso neutrale è significativamente più alto”, ha affermato Bob Elliott, CEO e Chief Investment Officer di Unlimited Funds Inc. Con le attuali condizioni economiche e i premi di rischio limitati delle obbligazioni a lungo termine, “i contanti sembrano più attraenti delle obbligazioni“Ha aggiunto.

Il vero livello di tipo neutro, o R-Starcome è anche noto, è diventato oggetto di un acceso dibattito. Le ragioni di un possibile spostamento verso l’alto, che segnerebbe un’inversione della tendenza al ribasso decennale, includono aspettative di deficit di bilancio pubblici ampi e prolungati e maggiori investimenti per combattere il cambiamento climatico.

I rendimenti a dieci anni interrompono la tendenza al ribasso di quattro decadi(Bloomberg)

Potrebbe essere necessario un rallentamento più pronunciato dell’inflazione affinché le obbligazioni continuino a salire e una crescita che porta a tagli dei tassi di interesse più rapidi e profondi di quanto attualmente previsto dalla Federal Reserve. Un tasso neutrale più elevato renderebbe questo scenario meno probabile.

IL sperano gli economisti i dati della prossima settimana mostrano che l’indicatore preferito dalla Fed per l’inflazione core è rallentato ad un tasso annualizzato del 2,6% il mese scorso dal 2,8%. Sebbene questa sia la lettura più bassa da marzo 2021, rimane al di sopra del target della Fed di inflazione al 2%. E il tasso di disoccupazione è pari o inferiore al 4% da più di due anni, la migliore performance dagli anni ’60.

“Anche se vediamo sacche di famiglie e imprese soffrire a causa dei tassi più alti, nel complesso, come sistema, abbiamo chiaramente gestito la situazione molto bene”, ha affermato Phoebe White, responsabile della strategia di inflazione statunitense presso JPMorgan Chase & Co..

Lui Il comportamento dei mercati finanziari suggerisce inoltre che la politica della Fed potrebbe non essere sufficientemente restrittiva. L’S&P 500 ha battuto record quasi ogni giorno, anche se i tassi adeguati all’inflazione con scadenze più brevi, citati dal presidente della Fed Jerome Powell come indicatore per valutare l’impatto della politica della Fed, sono aumentati di quasi 6 punti percentuali dal 2022.

“Il vostro mercato si è dimostrato incredibilmente resiliente di fronte ai rendimenti reali più elevati”, ha affermato Jerome Schneider, responsabile della gestione e del finanziamento del portafoglio a breve termine presso Pacific Investment Management Co.

Cosa dicono gli strateghi di Bloomberg

“Nello spazio di appena un paio di punti, la Federal Reserve ha alzato la sua stima del tasso neutrale nominale dal 2,50% al 2,80% – dimostrando come le banche centrali di tutto il mondo stiano ancora cercando di tenere sotto controllo la portata dell’espansione economica e l’inflazione vista in questo ciclo. Ecco perché, L’attuale valutazione del mercato, che prevede quasi due tagli totali dei tassi da parte della Fed quest’anno, sembra sopravvalutata”.

– Ven Ram, stratega cross-asset.

Con l’eccezione di alcuni funzionari della Federal Reserve, come il governatore Christopher Waller, la maggior parte dei politici propende per tassi neutrali più elevati. Ma le loro stime variavano ampiamente tra il 2,4% e il 3,75%, sottolineando le incertezze nel fare le previsioni.

Powell, parlando con i giornalisti il ​​12 giugno dopo lo aggiornamento della riunione politica di due giorni della banca centrale, sembrava minimizzare la sua importanza nel processo decisionale della Fed, affermando che “non possiamo realmente sapere” se i tassi neutrali sono aumentati o meno.

Per alcuni sul mercato, non è una cosa sconosciuta. È una nuova realtà superiore. Ed è un potenziale ostacolo per un rally.

A cosa prestare attenzione:

Dati economici:

  • 24 giugno: attività manifatturiera della Fed di Dallas.
  • 25 giugno: attività non manifatturiere della Fed di Filadelfia; Attività interna della Fed di Chicago; Indice dei prezzi delle case FHFA; S&P CoreLogic; Conference Board Fiducia dei consumatori; Indice manifatturiero e delle condizioni commerciali della Fed di Richmond; Attività dei servizi della Fed di Dallas.
  • 26 giugno: richieste di mutuo MBA; vendita di nuove case.
  • 27 giugno: la bilancia commerciale dei beni è in progresso; PIL del primo trimestre (terza lettura); inventari all’ingrosso/al dettaglio; richieste iniziali di indennità di disoccupazione; beni durevoli; vendite di case in attesa; Produzione della Fed di Kansas City.
  • 28 giugno: entrate e spese personali; deflatore PCE; PMIMNI di Chicago; sentimento dell’Università del Michigan (lettura finale); Servizi della Fed di Kansas City.

Calendario della Fed:

  • 24 giugno: governatore della Fed Christopher Waller; La presidente della Fed di San Francisco, Mary Daly.
  • 25 giugno: Michelle Bowman, governatore della Fed; Lisa Cook, governatrice della Fed.
  • 28 giugno: Thomas Barkin, presidente della Fed di Richmond; Arciere.

Calendario delle aste:

  • 24 giugno: lettere alla 13a e 26a settimana.
  • 25 giugno: CMB a 42 giorni; Pagherò cambiari a 2 anni.
  • 26 giugno: riapertura della FRN biennale; lettere a 17 settimane; Pagherò cambiari a 5 anni.
  • 27 giugno: lettere a 4, 8 settimane; Pagherò cambiari a 7 anni.

Maggiori informazioni su Blommberg.com

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Banco Estado annuncia i massimali per trasferimenti e vaglia postali