L’Australia lancerà la prima rete al mondo in grado di raggiungere il 100% di energia eolica e solare netta

L’Australia lancerà la prima rete al mondo in grado di raggiungere il 100% di energia eolica e solare netta
L’Australia lancerà la prima rete al mondo in grado di raggiungere il 100% di energia eolica e solare netta
Parco eolico australiano. Immagine: Greg Brave Shutterstock

L’Australia Meridionale si è assicurata un finanziamento federale per diventare la prima rete non idroelettrica al mondo a raggiungere il 100% di energie rinnovabili nette. Questo risultato è significativo per la transizione verso energie pulite e sostenibili.

Accordo per la trasformazione delle energie rinnovabili

L’accordo di finanziamento, noto come Renewable Energy Transformation Agreement, garantisce che il governo federale supporterà un minimo di 1 gigawatt (GW) di nuova capacità di generazione eolica e solare, oltre a 400 megawatt (MW) (1.600 MWh) di stoccaggio. Questo sforzo consentirà all’Australia Meridionale di raggiungere il suo obiettivo del 100% di energia rinnovabile netta entro il 2027.

Leadership nelle energie rinnovabili

Il South Australia è attualmente leader sia a livello nazionale che internazionale con una quota del 70% di energia eolica e solare negli ultimi 12 mesi. La nuova capacità, insieme al nuovo collegamento di trasmissione Project Energy Connect dal Nuovo Galles del Sud, consentirà alla regione di raggiungere il 100% di energie rinnovabili nette basate su energia eolica e solare.

Funzionamento della Rete Elettrica

Raggiungere il 100% di energia rinnovabile netta non significa che tutta l’energia sarà generata in ogni momento da fonti eoliche e solari. La quantità di energia generata e immagazzinata ogni anno sarà equivalente a quella consumata ogni anno dalla regione. Ci saranno esportazioni e importazioni di energia e gli impianti di gas esistenti verranno utilizzati per coprire carenze temporanee.

Impatto politico ed economico

Questa pietra miliare è cruciale per la transizione verso le energie rinnovabili, soprattutto di fronte all’opposizione degli interessi conservatori e dei combustibili fossili. È interessante notare che l’obiettivo del 100% di energie rinnovabili nette è stato inizialmente proposto dal governo liberale dello stato, mentre l’attuale governo laburista ha solo accelerato l’obiettivo dal 2030 al 2027.

Progetti e sviluppo

Il South Australia non ha aggiunto nuovi progetti eolici o solari alla rete da due anni, anche se il più grande progetto eolico dello stato, il parco eolico Goyder South da 412 MW, è in procinto di connettersi alla rete. Diversi progetti di batterie sono in costruzione anche a Blyth, Hallett, Clements Gap e Templers, con un altro a Tailem Bend in attesa di essere commissionato. Questi progetti spingeranno lo Stato verso l’80% di energie rinnovabili nel prossimo anno.

Impianto di idrogeno verde

Lo stato sta costruendo la prima centrale elettrica a idrogeno verde al mondo a Whyalla, che includerà un elettrolizzatore di idrogeno verde da 250 MW e strutture di stoccaggio, che una volta completata sarà la più grande al mondo.

Interesse industriale ed espansione

La società di trasmissione locale, ElectraNet, ha segnalato più di 2 GW di richieste di carico da parte dell’industria interessata all’energia verde a basso costo e a zero emissioni. Il ministro federale dell’Energia e del Clima Chris Bowen sottolinea che l’accordo per la trasformazione delle energie rinnovabili garantisce i finanziamenti necessari all’Australia meridionale per raggiungere i suoi obiettivi nell’ambito del programma di investimento in capacità del governo federale.

Obiettivi nazionali per le energie rinnovabili

Il CIS (Capacity Investment Scheme) mira a contrattare ulteriori 32 GW di produzione e stoccaggio di energia rinnovabile in tutto il paese per raggiungere l’obiettivo dell’82% di energia rinnovabile entro il 2032. La prima gara per 6 GW di nuova capacità eolica e solare ha attirato un molto interesse, con oltre 40 GW di progetti che mostrano interesse.

Meccanismo di affidabilità della rete

Nell’ambito dell’accordo, l’Australia Meridionale stabilirà il proprio meccanismo di affidabilità della rete e parametri di riferimento specifici al posto del quadro nazionale. Lo Stato sarà responsabile dell’identificazione e della realizzazione di nuovi progetti e tecnologie che mantengano l’affidabilità secondo tale standard.

Questo accordo e i progetti associati rappresentano un significativo passo avanti per l’Australia meridionale e il movimento globale verso le energie rinnovabili. Forniranno un modello di come può funzionare un sistema energetico moderno e sostenibile, supportando sia le famiglie che le industrie dello Stato.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici sui social network Grazie!

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Una società energetica del Nasdaq vola del 60% dopo aver consolidato i prestiti agli azionisti e annunciato una fusione
NEXT BBVA aderisce alla riduzione dei tassi ipotecari insieme ad Aval, Bancolombia e Davivienda