Trama 33 / studio di playball

Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Sala da pranzo, Tavoli, Sedie, FinestreTrama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Soggiorno, Poltrone, TavoliTerreno 33 / playball studio - Fotografia di esterni, Facciata, FinestreTrama 33 / playball studio - Altre immagini+24


Condividere
Condividere

O

https://www.archdaily.cl/cl/1015280/residencia-y-estudio-plot-33-playball-studio

Appunti “COPIA”
copia

  • La zona Area progetti di architettura La zona:
    402 mq

  • Anno Anno del progetto architettonico

    Anno:

    2023


  • Fotografi

  • Fornitori Marchi e prodotti utilizzati in questo progetto di architettura

    Fornitori: Vernici asiatiche, Gruppo di progettazione di riferimento, Carisil, Crompton, Featherlite, Godrej, Grundfos, Hafele, Hansgrohe, Hettich, L’Ikea, Jagnath, Jaquar, Lafit, Avorio, Merino, mitsubishi, Piastrelle RM, RV Stonex, Tappeto rosso+10ESSERE, Simpolo, Rotazione, Cassa di acciaio, La baia della finestra, Tilara Polyplast, Totò, Tessuti Warwick, Wipro, Yale-10

Trama 33 / studio di playball - Fotografia di esterni
©Atik Bheda

Descrizione presentata dal team di progetto. TRAMA 33 è una ricerca di equilibrio tra concetti come lavoro e vita personale, interno ed esterno, uso di nuovi materiali e riutilizzo di materiali già utilizzati, privacy e apertura, flessibilità e rigidità, ecc. Questo progetto è a sua volta una condivisione delle aspirazioni di una coppia di architetti con storie e origini diverse, lui dall’Asia meridionale (India) e lei dal Sud Europa (Spagna). Il progetto è situato in un quartiere residenziale vicino al campus universitario della regione. Si tratta di un lotto di 10 x 24 metri, con orientamento nord-sud, e con il fronte rivolto verso la strada che conduce all’università. A nord del terreno, dall’altra parte della strada, c’è un parco piccolo ma con grandi alberi frondosi.

Terreno 33 / playball studio - Fotografia di esterni, Facciata, Finestre
©Atik Bheda
Trama 33 / studio di playball - Immagine 22 di 29
Pianta – Terreno
Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Sala da pranzo, Tavoli, Sedie, Finestre
©Atik Bheda

Gli architetti credono fermamente che l’approccio di un progetto debba basarsi sul clima del luogo piuttosto che sul programma del progetto. La posizione del lotto e il suo orientamento hanno portato gli architetti ad aprire il programma verso nord (e di conseguenza verso il parco) e a proteggerlo dalle intemperie nelle altre direzioni: doppi muri a est e a ovest e posizionando il nucleo verticalmente.

Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Finestre, Facciata
©Atik Bheda

Dopo aver specificato questi principi in un piano concettuale, il resto del progetto è concepito per sezioni. Sul lato nord viene proposto un patio che funge da intermediario tra gli spazi abitati e l’esterno. Le diverse parti del programma sono impilate come se fosse un semplice diagramma di sezione: il monolocale si trova al livello della strada, il primo piano ospita le zone giorno, il secondo contiene le stanze private e il terzo funge anch’esso da spazio multifunzionale per gli ospiti o per attività ricreative. La superficie di ogni livello è ottimizzata in base alle esigenze di ciascuna delle funzioni, così che il patio antistante diventa un volume che si allarga in altezza, poiché ogni piano è arretrato rispetto a quello sottostante. Per mantenere il collegamento con l’esterno, tutte le piante si relazionano tra loro attraverso terrazze aperte su questo patio comune.

Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Camera da letto, Sedie
©Atik Bheda
Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Cucina, Tavoli, Sedie
©Atik Bheda

Questo volume è semiaperto ed è protetto con un semplice sistema di lamiera forata piegata progettato ed eseguito per ottenere la massima stabilità e zero. Questo materiale permette al patio di respirare, offrendo allo stesso tempo un ulteriore livello di sicurezza. I pannelli solari sulla parte superiore sono disposti in modo da proteggere il patio dal sole cocente durante la lunga estate locale. Alle estremità di questo schermo verticale verso la strada si trovano due grandi fioriere in cemento; Quello inferiore nasconde la vista della strada e crea l’illusione di una vegetazione continua dal patio al parco, mentre quello superiore nasconde i pannelli solari dall’esterno e confonde il prospetto con il cielo.

Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Finestre, Scale, Ringhiere
©Atik Bheda
Trama 33 / studio di playball - Immagine 27 di 29
Tribunale

La struttura dell’edificio è concepita in modo che le colonne siano assorbite dai muri a doppia anta. Le stanze sono sequenziate in modo tale che le aree umide siano collegate al nucleo di circolazione, consentendo un facile accesso ai corridoi della struttura. È proprio in queste zone umide che i controsoffitti vengono utilizzati per nascondere i solai ribassati e le travi intermedie, lasciando il resto dei solai e delle pareti liberi da altri elementi strutturali. I pavimenti sono a vista e mostrano lo schema sfalsato di listoni di legno di recupero da 300 x 3000 mm utilizzati come casseri. Per mantenere il carattere e la privacy degli spazi interni, le aperture e i lucernari sulle facciate est e ovest sono posizionati strategicamente per consentire la ventilazione naturale e la luce di inondare gli spazi interni. Allo stesso modo, la scala è una struttura metallica leggera che consente alla luce e all’aria di viaggiare attraverso questo spazio di circolazione verticale.

Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Scale, Ringhiere
©Atik Bheda
Trama 33 / playball studio - Fotografia di interni, Scale, Ringhiere
©Atik Bheda

Oltre ai tramezzi necessari a delimitare le zone umide, non sono presenti divisioni interne, creando così un open space dove l’arredo viene utilizzato come generatore di spazi e ambienti, con la possibilità di riconfigurare facilmente gli spazi a seconda delle esigenze di ciascuno. momento. Anche la pavimentazione segue questa logica di spazi continui e fluidi ed è per questo che vengono utilizzate marmette 300 x 300, realizzate a mano con frammenti di marmo e scarti di vetro. Sulle terrazze è realizzato un terrazzo in situ riutilizzando pezzi di scarto di pietra kota. Questo volume, solido ma semplice, fa sì che lo spazio costruito si apra e si protegga dal clima locale, consentendo ad ogni stanza di mantenere una connessione visiva costante con il parco e il cielo, con l’intenzione di mantenere le idee originali di PLOT 33 .

Trama 33 / studio di playball - Immagine 21 di 29
©Atik Bheda
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Joaquín Sorolla, al centro dell’attenzione al pomeriggio di ¡Menudo Arte!
NEXT Un appartamento familiare decorato con colori e texture neutri e con tre camere da letto per bambini molto originali