Il pittore del ritratto di Carlo III subisce un improvviso “terra, inghiottimi” di fronte a questa domanda del re

Il pittore del ritratto di Carlo III subisce un improvviso “terra, inghiottimi” di fronte a questa domanda del re
Il pittore del ritratto di Carlo III subisce un improvviso “terra, inghiottimi” di fronte a questa domanda del re

Il nome del ritrattista Jonathan Yeo ha risuonato in tutto il mondo negli ultimi tempi grazie al suo ultimo lavoro, ovvero il primo ritratto ufficiale del re Carlo III del Regno Unito dopo la sua incoronazione, il 6 maggio 2023.

Il dipinto, che ha suscitato battute diffuse e migliaia di commenti in tutto il mondo, mostra, nei toni del rosso, il monarca britannico vestito con l’uniforme delle guardie gallesi, con la quale fu nominato colonnello nel 1975, secondo un comunicato ufficiale e il sito web dell’artista.

Il giornale Paese ha caricato un video su TikTok in cui si sente perfettamente il commento che Carlos III fa quando vede il dipinto e la domanda che pone all’artista, il che lo lascia dubbioso per qualche secondo.

“Gli sono troppo vicino”, dice il monarca prima di fare qualche passo e apprezzare il lavoro con una prospettiva un po’ più ampia. Quindi chiedi all’artista di spiegare il lavoro.. E lì Yeo si innervosisce e dubita.

“Perché non te lo spiego? Okay,” dice. E il monarca risponde: “Si, esattamente”. E l’artista esita: “Uhmmm. Eh…. Sì…”, l’uomo esita prima di dare finalmente la sua spiegazione.

Per l’artista, che nel 2020 ha ricevuto l’incarico di celebrare il 50° anniversario di Carlo III, allora Principe di Galles, in qualità di membro della corporazione tessile britannica The Draper’s Company, La possibilità di ritrarre il monarca è un “privilegio”.

“Così come la farfalla che ho dipinto volando sopra la sua spalla, questo ritratto si è evoluto man mano che il ruolo è cambiato della persona ritratta nella nostra vita pubblica”, ha detto l’artista.

Il dipinto resterà esposto fino al 14 giugno presso la galleria d’arte Philip Mold di Londra, prima di essere trasferito definitivamente le mura dell’edificio Drapers’ Hall, nel quartiere finanziario della città.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Erwin Olaf, uno sguardo alle crepe di un mondo perfetto | Babelia
NEXT Sequestrati 22 dipinti falsi di Dalí, Saura, Miró e Benlliure che sarebbero stati messi all’asta per 37.000 euro