Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo

Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di interni, Scale, FacciataVilla Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di esterni, UrbanoVilla Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Immagine 5 di 20Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Altre immagini+15


Condividere
Condividere

O

https://www.archdaily.cl/cl/1016567/villa-panamericana-santiago-2023-mobil-arquitectos-plus-francisco-izquierdo

Appunti “COPIA”
copia
Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di esterni, Urbano
©Pablo Casals Aguirre
Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Immagine 13 di 20
Asso

Descrizione presentata dal team di progetto. La costruzione dei villaggi olimpici è un’occasione per sperimentare modelli di città attraverso la progettazione urbana. Il Villaggio Panamericano per i Giochi Panamericani e Parapanamericani di Santiago del 2023 si inserisce in questa tradizione, creando un complesso urbano integrato di edilizia sociale che affronta la crisi abitativa a Santiago. Una volta terminati i giochi, gli appartamenti verranno consegnati ai proprietari finali, famiglie con situazioni economiche diverse che, grazie al sussidio previsto da un programma statale, potranno acquistare la loro prima casa in una zona con grande accessibilità, vicino ai servizi e con spazi pubblici di alto design. Il progetto si trova nella parte settentrionale del Ciudad Parque Bicentenario, il piano più ambizioso della città per contribuire a risolvere la crisi abitativa, con una superficie di 125 ettari e una capacità di 22.000 appartamenti. Il terreno si trova vicino alla stazione della metropolitana Cerrillos, di fronte al Parco Bicentenario.

Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di esterni, Facciata
©Nicolas Saieh
Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Immagine 19 di 20
Piano – Sesto livello
Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di esterni, Finestre, Facciata
©Nicolas Saieh

La commissione sviluppata congiuntamente dal Ministero dello Sport e dal Ministero dell’Edilizia e dell’Urbanistica ha definito sia i requisiti di abitabilità che il progetto doveva soddisfare, sia un masterplan di lottizzazione, che ha stabilito le condizioni topologiche e d’uso del complesso attraverso l’inserimento di due assi perpendicolari che definiscono quattro quartieri diversi. Uno dei suoi elementi principali corrisponde al Paseo Panamericano, uno spazio pubblico che attraversa diagonalmente il sito, collegando la stazione della metropolitana con il parco e concentrando i servizi che ne attivano il carattere urbano.

Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di interni, Scale, Facciata
©Pablo Casals Aguirre

Una passeggiata pedonale secondaria dà accesso ai quattro quartieri e collega lo spazio pubblico con i giardini interni, che costituiscono il centro della vita comunitaria per le 1.355 unità abitative. I quartieri orientali hanno i piani terra situati un piano sotto la strada, consentendo la relazione tra spazi pubblici e collettivi senza recinzioni. La planimetria della Villa organizza 17 edifici residenziali con altezze che variano tra i 6 ei 17 piani. Ogni torre ha un orientamento diverso e combina diverse tipologie di facciate in termini di struttura, materialità e colori. Il progetto mira a caratterizzare gli spazi tra ciascuna delle torri, creando vari spazi comunitari che si aprono visivamente al parco e alla catena montuosa delle Ande.

Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Immagine 5 di 20
©Pablo Casals Aguirre
Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Immagine 12 di 20
Diagramma
Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Immagine 9 di 20
©Pablo Casals Aguirre

Ciascun edificio ha una pianta quadrata di 22 x 22 metri organizzata secondo un ordine cartesiano che divide i piani in 9 quadrati, dove il quadrante centrale contiene diverse tipologie di circolazioni verticali e corridoi comuni a seconda dell’altezza delle torri, mentre gli appartamenti sono distribuito attorno al suo perimetro. Questo ordine fornisce efficienza strutturale agli edifici, liberando le facciate dagli elementi strutturali, consentendo di progettare l’involucro con una costruzione leggera che incorpora elementi prefabbricati ed efficienza termica. Durante le partite, la vicinanza della Villa alla stazione della metropolitana ha facilitato un comodo trasferimento degli atleti nei diversi stadi facenti parte dell’evento, permettendo agli atleti di interagire con i cittadini di Santiago.

Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di esterni, Finestre, Facciata
©Nicolas Saieh

La strategia di atomizzare il programma alla ricerca di comunità più piccole attraverso spazi comuni eterogenei e diversità di edifici è servita ad accogliere le diverse dimensioni delle delegazioni. Ciò ha aiutato l’organizzazione e gli utenti ad avere un’interazione su larga scala: i 4 quartieri e i loro giardini hanno preso il nome da elementi: fuoco, aria, terra e acqua, e sono stati utilizzati come spazi di riposo per le delegazioni. La Passeggiata Panamericana era il principale luogo d’incontro tra i paesi e il Parco del Bicentenario offriva un ampio spazio per passeggiare dove gli atleti potevano anche allenarsi. Il successo del progetto fu tale che nella Villa si tenne la cerimonia finale degli atleti.

Villa Panamericana Santiago 2023 / Mobil Arquitectos + Francisco Izquierdo - Fotografia di esterni, Urbano
©Pablo Casals Aguirre
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nathy Peluso rimane stupita dalle sculture animate di Guillermo Galetti… create con rottami metallici!
NEXT Lorena Castell arreda il soggiorno della sua casa di campagna