Nelle foto: l’inaugurazione di “Giacoya, pittore del popolo” alla Casa Nazionale del Bicentenario

Nelle foto: l’inaugurazione di “Giacoya, pittore del popolo” alla Casa Nazionale del Bicentenario
Nelle foto: l’inaugurazione di “Giacoya, pittore del popolo” alla Casa Nazionale del Bicentenario

Mario Giacoya è nato a Sarandí Grande, Florida, Repubblica Orientale dell’Uruguay. Dal 1964 espone in diverse mostre nella sua città natale. Ha studiato nella bottega di Daymán Antúnez. Nel 1978 si stabilì a Montevideo. Ha studiato al Laboratorio Salguero (Doro Salguero de la Hanty), proprio quando ha iniziato a pianificare la sua carriera internazionale. Quell’anno espone alla Galleria Magister nella città di Asunción. Le sue opere sono state esposte in Brasile, Stati Uniti, Gran Bretagna e Giappone. Inoltre, fanno parte di collezioni private in diversi paesi.

Mario Giacoya con l’ambasciatore, Carlos Enciso Christiansen, e il ministro della Cultura, Leonardo Cifelli

Mario Giacoya viene definito “un pittore autenticamente ingenuo, che ha il dono di continuare a vedere il mondo con gli occhi puri e incontaminati dell’infanzia, ricreando la perdita della grazia soprannaturale in dipinti di freschezza e candore edenici”. I temi del suo lavoro sono la nostalgia e i ricordi. La base del suo tema è l’iconografia e la mitologia, dove la vita e il lavoro rurale hanno particolare rilevanza.

La mostra, curata da Enrique Aguerre, direttore del Museo Nazionale delle Arti Visive di Montevideo, è visitabile fino al 12 agosto presso Riobamba 985, dalle 15 alle 20, con ingresso gratuito

Secondo il testo curatoriale, “Pintor del Pueblo comprende una serie di opere che mettono in risalto l’approccio di Mario Giacoya a un paesaggio rurale, che è allo stesso tempo quello attuale e quello immaginato. Campi dove i gialli e gli arancioni predominano sui verdi”, con seducenti gamme di lilla, malva e viola che gli permettono di allontanarsi dalla documentazione documentaria ed entrare con vigoroso lirismo nei domini del colore.”

“C’è un posto di rilievo per i diversi eventi festivi, che spaziano dalla sfilata dei cavalli alla sfilata di carnevale, passando per i balli alla luce delle stelle. Spazi di incontro, che rendono meno difficile il lavoro sempre sacrificato delle aree rurali” hanno affermato il curatore della mostra.

L’Ambasciatore Carlos Enciso Christiansen con Enrique Aguerre, direttore del Museo Nazionale delle Arti Visive dell’Uruguay e curatore della mostra Giacoya; Mario Giacoya e Rodolfo Rau, direttore della Casa Nazionale del Bicentenario

L’ambasciatore dell’Uruguay, Carlos Enciso Christiansen, insieme all’ambasciatore d’Italia, Fabrizio Lucentini

Liliana Barela (sottosegretario ai Beni del Ministero della Cultura); José Luis Curbelo (Console Generale dell’Uruguay); María Inés Rodríguez Aguilar (direttore nazionale dei musei); Péter József Kvek, ambasciatore d’Ungheria; Mario Giacoya; Rodolfo Rau (direttore esecutivo della Casa Nazionale del Bicentenario); l’Ambasciatore Carlos Enciso Christiansen; Leonardo Cifelli (Segretario alla Cultura); Silvana Della Gatta (Ministro Consigliere dell’Ambasciata dell’Uruguay); e José Enrique Sienra (Ministro Consigliere dell’Ambasciata dell’Uruguay)

Leonardo Cifelli, Segretario alla Cultura; l’ambasciatore dell’Uruguay, Carlos Enciso Christiansen; il Ministro Consigliere, José Enrique Sienra; l’ambasciatore d’Ungheria, Péter József Kvek, e il direttore esecutivo della Casa Nazionale del Bicentenario, Rodolfo Rau

Leonardo Cifelli; Mario Giacoya; Rodolfo Raù; Maria Noel Crucci; L’ambasciatore Carlos Enciso Christiansen e Liliana Barela

Jorge Machinena; Dodido Guadalupe Mirna; María Noel Crucci e suo marito, l’ambasciatore Carlos Enciso Christiansen

L’Ambasciatore Carlos Enciso Christiansen con il Ministro Melisa Campiteli della Direzione Sud America della Farnesina; e Lucía Morelli, direttrice dell’Istituto Culturale Argentino-Uruguaiano

José Enrique Sienara; Silvana Della Gatta e José Reyes, ministro dell’ambasciata uruguaiana

María Noel Crucci e Coty Klemensiewicz. Il Ministero della Cultura, attraverso il Sottosegretariato dei Beni Culturali, insieme alla Direzione Nazionale dell’Integrazione Federale e della Cooperazione Internazionale e all’Ambasciata della Repubblica Orientale dell’Uruguay, ha inaugurato presso la Casa Nazionale del Bicentenario, “Giacoya. Pittore del Popolo” , prima mostra personale dell’artista uruguaiano Mario Giacoya in Argentina

L’inaugurazione di “Giacoya, pittore del popolo” presso la Casa Nazionale del Bicentenario /// Foto: per gentile concessione dell’Ambasciata dell’Uruguay

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Fabio MacNamara prega l’Immacolata Concezione