Artisti protestano a Valencia con il motto “L’arte di strada non è un crimine”

Artisti protestano a Valencia con il motto “L’arte di strada non è un crimine”
Artisti protestano a Valencia con il motto “L’arte di strada non è un crimine”

Ivan SivigliaValenza 26/05/2024 19:55

Artisti di strada cantano durante la protesta nella capitaleTelecinco

IL artisti di strada di Valencia capitale si sono riuniti questa domenica in un corteo attraverso il centro della città, dopo quanto accaduto con Jeff Cyrcus. È stato ridotto dalla Polizia Locale per utilizzare un altoparlante.

Quel dispositivo e anche gli amplificatori sono vietati dall’ordinanza comunale. Ma le immagini in cui recitavano gli agenti quando provi a toglierlo perché si è rifiutato di consegnarlo hanno rivoluzionato le reti sociale.

Molti hanno mostrato la loro indignazione in una pubblicazione dello stesso interessato che ha raccolto migliaia di commenti. Ha riportato l’accaduto sul suo profilo e oggi i suoi colleghi hanno voluto esprimere la loro rigetto di un regolamento che è uno dei più restrittivo in Spagna.

Sotto il motto “il la street art non è un reato“, ideato proprio da Cyrcus, hanno chiesto che “i limiti siano meno duro“. In modo che possano usare qualsiasi tipo di strumento strumenti musicali, compresi strumenti a percussione e altoparlanti.

Protestano gli artisti di strada a ValenciaTelecinco

{{ #carte }}

{{#section.link.href}} {{section.link.title}} {{/section.link.href}}

{{titolo.dati}}

{{ /carte }}

Hanno presentato una denuncia al Comune di Valencia introdurre modifiche quindi hanno il permesso di usarli. a parte quello la legge è abrogata che ordina alla polizia locale di farlo le loro squadre intervengono. Qualcosa che a loro non sembra affatto giusto.

“Vogliamo soprattutto che queste situazioni non si risolvano con un pestaggio in strada, come è successo domenica scorsa,” assicura José Antonio “Lafu”, organizzatore della protesta. Il gruppo si è unito minuti di silenzio con altri di campioni artistici.

Punti artistici regolamentati con orari

“Non ci sarà mai una rivoluzione senza evoluzione della coscienza“, è quanto si leggeva su una grande tela fissata un enorme cerchio. Quello con cui lo stesso Cyrcus dimostra il suo talento sulle strade pubbliche, attraverso acrobazie incredibili.

Dietro sostegno ai cambiamenti che chiedono al consiglio ci sono”poeti, artisti plastici, artisti circensi e musicisti, tra gli altri.” Per ‘Lafu’, questo atto con “tutta la diversità che l’arte possiede”, è servito anche a “rivendicare” il proprio lavoro.

In vista di le difficoltà che impone l’ordinanza, si impegnano ad “aprire un dialogo con le istituzioni” per migliorarlo. “Dovremo analizzare cosa è fastidioso e cosa noperché il numero di decibel, ad esempio, dipende da dove si sente il suono”, spiega il chitarrista.

Tra le loro idee, propongono la creazione di punti artistici regolamentati, con orari di spettacoli. E il promozione gratuita sui murales con riconoscimentocosì come la possibilità di decorarli.

Iscriviti alla newsletter di Informativos Telecinco e ti comunicheremo le novità nella tua email.

Seguici sul nostro canale WhatsApp e conosci tutte le novità del momento.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Fabio MacNamara prega l’Immacolata Concezione