Giugno alle Belle Arti: nuove mostre, visite guidate e cinema europeo

Giugno alle Belle Arti: nuove mostre, visite guidate e cinema europeo
Giugno alle Belle Arti: nuove mostre, visite guidate e cinema europeo

Il Museo Nazionale di Belle Arti propone un programma di attività gratuite nel mese di giugno

Lui Museo nazionale delle belle arti annuncia un ricco programma di attività gratuite per il mese di giugno, tra cui Visite guidatelaboratori di disegno, percorsi per famiglie, proposte accessibili e funzioni di Cinema delle belle arti. Questa istituzione culturale offre al pubblico l’opportunità di apprezzare e conoscere meglio l’arte attraverso diverse iniziative.

Una delle principali attrazioni è la mostra temporanea Gerstein. Heras Velasco. Simone. Artigiani del metallo, che sarà aperto fino al 23 giugno ed espone tre grandi sculture realizzate dai famosi artisti argentini Noemí Gerstein, Alicia Heras Velasco e Lea Simon al primo piano del Museo. Per chi desidera conoscere meglio queste opere, il venerdì, il sabato e la domenica alle ore 18 si terranno delle visite guidate.

Al secondo piano, il pubblico troverà in mostra fino al 16 giugno la serie completa delle cianotipi del fotografo. Facundo de Zuviría. Questi lavori accompagnano la presentazione a maggio della sua recente pubblicazione, I libri, in cui raccoglie le immagini dei testi che hanno segnato la sua vita. Una testimonianza visiva di grande valore culturale.

La mostra riunisce tre grandi sculture, realizzate da questi famosi artisti argentini (IESARI MATIAS)

Visite guidate alla collezione permanente del Museo vengono organizzate in giorni e orari specifici. Ogni martedì alle 13 è in programma la visita “Emergenza e affermazione dell’impressionismo”, che analizza le opere di Claude Monet, Camille Pissarro, Berthe Morisot, Alfred Sisley, Edgar Degas e Paul Cézanne. Quest’anno ricorrono i 150 anni dalla prima mostra di questo influente gruppo di artisti francesi. Invece, ogni martedì alle 18, la visita “Opere in evidenza” si concentrerà sui simboli dei nudi femminili dipinti, tra gli altri, da William Bouguereau, Édouard Manet e Paul Gauguin.

Xul solare, uno degli artisti argentini più riconosciuti, avrà uno spazio di rilievo tra gli acquerelli della collezione del Museo ogni mercoledì alle 18.00. Le visite includeranno un’analisi dettagliata delle loro opere più rilevanti.

Un’altra attività che continua è la visita guidata Dietro la superficie: storie di donne esposte il mercoledì alle 13, dove sono esposte le opere di artisti come Giovanna Romani, Berthe Morisot, Noemi Gerstein E Rachel Forner. Allo stesso modo, martedì alle 16 si svolgerà la visita Iimperdibile, incredibile e indimenticabile che si concentra sui capolavori delle Belle Arti, fornendo uno sguardo completo ai pezzi significativi della collezione.

Extrañeza, di Roberto Andò, ha come protagonista il grande Toni Servillo

Questo mese debutta anche la visita guidata Precursori e pionieri ogni mercoledì alle 16:00, che permette di esplorare le opere degli artisti argentini del XIX secolo che segnarono gli inizi e lo sviluppo della pittura e della scultura in Argentina. A complemento di questa offerta, il tour Le sfide del 20° secolo proporrà una rassegna delle avanguardie artistiche di quest’epoca ogni venerdì e domenica alle 16.00.

Il ciclo Di raccoltain programma sabato alle 16, prevede visite guidate alla sala che ospita l’eredità artistica del River Plate donata dal cineasta e collezionista argentino Maria Luisa Bemberg. Questa eredità è un esempio importante dell’arte regionale e della sua evoluzione.

Per facilitare l’accesso alle attività, il Museo Nazionale delle Belle Arti ha ideato proposte accessibili. Attività Rodin nelle tue mani È rivolto ai non vedenti o agli ipovedenti e si svolgerà giovedì 13 alle 17 e sabato 15 alle 14. Ci saranno anche delle visite guidate Lingua dei segni argentina (ASL) per il campione Gerstein. Heras Velasco. Simone. Artigiani del metallorivolto alla comunità dei non udenti, in programma mercoledì 5 e 19 alle 18, e domenica 2 e 16 alle 19.

Maria Luisa Bemberg (1922-1995)

Le attività per le famiglie si svolgeranno il sabato e la domenica alle ore 17.00. Sono tra loro ¿Dove vivono le storie?con narrazioni basate su opere della collezione; Un’avventura a colori: rossi estremi, un percorso partecipativo attraverso diverse stanze; E Il mistero della stanza geometricaincentrato sulla scoperta dell’arte argentina del XX secolo.

Inoltre, nel Auditorium degli Amici delle Belle Arti (Av. Pte. Figueroa Alcorta 2270), le proiezioni gratuite di Bellas Artes Cine continuano con i cicli Al cinema! in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, e DEFA, una retrospettiva realizzato con il sostegno del Goethe-Institut dell’Argentina, che propone sei film della Repubblica Democratica Tedesca.

Per un aggiornamento quotidiano sulle attività è possibile visitare il sito dell’istituzione. L’ingresso a tutte le attività è gratuito e tutte le visite partono dalla sala centrale del Museo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Lo stipendio medio di un architetto in Colombia 2024
NEXT l’ultima novità in fatto di case prefabbricate che sta facendo impazzire