700 anni di arte catalana dalla collezione Casacuberta Marsans

Per quanto riguarda i dipinti esposti, la selezione delle opere copre un ampio quadro cronologico, che spazia dalla pittura gotica a quella ispanica della fine dell’Ottocento e del primo terzo del Novecento. Appartengono tutti alla Collezione Casacuberta Marsans, composta da quasi 200 opere tra dipinti, sculture e oggetti d’arte. Si tratta per la maggior parte di arte medievale della Corona d’Aragona e di dipinti della fine del XIX e dell’inizio del XX secolo.

In questa particolare mostra potrai ammirare nomi di spicco della storia dell’arte catalana, come Jaume Serra e i suoi calvarioo –lato sinistro di un trittico– o il Santo Stefano di Lluís Borrassà. Vale anche la pena segnalarne diversi Ecco l’uomodipinto dal Maestro di Perea, Luis de Morales e Mateo Cerezo.

Per quanto riguarda le figure del modernismo, di particolare rilevanza sono le Studio zingaro (1901) di Isidro Nonell, La loggia di Hermen Anglada-Camarasa, La donna arancione (1909) di Joaquim Sunyer o Speranza (1906) di Ignacio Zuloaga Zabaleta. Queste e molte altre opere, insieme alle rispettive cornici e ad altre datate dal XVI al XIX secolo, possono essere visitate fino al 29 settembre nella recuperata Sala Vaixells del Palau de Maricel. Nerea Méndez Pérez

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’interior designer Marta Tobella ha ristrutturato questo appartamento di 50 anni e lo ha lasciato moderno, elegante e pieno di idee da copiare
NEXT Il concorso Hasselblad Masters 2023 sceglie le migliori foto artistiche degli ultimi due anni