Andy Chango ha preso di mira Javier Milei ai Premi Platino e ha espresso la sua opinione sui tagli alla Cultura

Andy Chango ha preso di mira Javier Milei ai Premi Platino e ha espresso la sua opinione sui tagli alla Cultura
Andy Chango ha preso di mira Javier Milei ai Premi Platino e ha espresso la sua opinione sui tagli alla Cultura

L’artista ha vinto il premio come miglior attore non protagonista per il ruolo di Charly García in “Love After Love”, e ha lanciato un messaggio forte.

21 aprile 2024, 09:29

Il discorso di Andy Chango ai Platino Awards consegnati in Messico. (Foto: TNT Capture)

Questo sabato, Andy Chango ha tenuto un discorso forte Premi di platino che sono stati effettuati in Messico: Ha preso di mira le politiche del governo di Javier Milei e ha espresso la sua opinione in merito tagli alla Cultura.

L’artista è salito sul palco perché ha vinto la migliore interpretazione maschile non protagonista per il suo ruolo Charlie Garcia In L’amore dopo l’amoreil film biografico di Fito Paez. Per questo ha approfittato dei suoi secondi per ringraziare e parlare della situazione economica dell’Argentina.

Leggi anche: Nancy Dupláa ha espresso la sua opinione contro ciò che Guillermo Francella ha detto su Javier Milei: “Bisogna essere più empatici”

“Come spiegare in un solo minuto che il mondo sta morendo, il cambiamento climatico. La cultura sta morendo, ma in Argentina la stanno assassinando?”, ha lanciato Andy con le sue prime parole davanti al microfono.

Andy Chango ha vinto il Platinum Awards come miglior attore non protagonista per il ruolo di Charly García in “Love After Love”. (-/premios_platino)

Poi chiese: “Come spiegare il dolore, l’impotenza, ma allo stesso tempo la gratitudine?”. In questo modo ha menzionato Oscar Mulet, il truccatore della serie L’amore dopo l’amore. “Senza quei baffi non esistevo”, ha commentato menzionando sia Fito Páez che Charly García.

“Per la vita di questo pianeta che si sta estinguendo, e di questa Argentina che se ne va molto più velocemente del pianeta. La stanno uccidendo molto duramente, La cultura che tanto amiamo non esisterà più.”, ha concluso.

La disperata richiesta di tagli alla Cultura da parte di Carola Reyna

Sono diversi gli artisti e le personalità dell’ambiente che hanno espresso pubblicamente la loro insoddisfazione per i tagli alla Cultura operati dal Governo di Javier Milei. Nei giorni scorsi l’attrice Carola Reina chiesto: “Più amore e meno attacco”.

Ospite a La notte di Mirtha (eltrece), sabato scorso Carola ha espresso la sua preoccupazione. “Veramente Siamo stati molto male, ma sento che parte di questo è troppo. La parola che mi viene in mente è “troppo”. È come se si dicesse ‘non meritiamo tanto’», si è lanciato nella domanda di La Chiqui.

Di fronte all’attento ascolto dei suoi colleghi Mariano Martínez, Oscar Martínez e Freddy Villarreal, l’artista ha preso l’esempio di come hanno detto a Emiliano Pinsón (anche lui presente al tavolo) di avere il Parkinson per tracciare un parallelo con la situazione attuale del Paese: “È come il dottore, siamo malati, ma trattami bene. Se dobbiamo guarire, vai avanti, trattami bene. Trattami con amore se sto attraversando un momento difficileperché tutti abbiamo bisogno gli uni degli altri”.

Leggi anche: Javier Milei ha risposto a Oscar Martínez: “Più di 20 anni di populismo non sono liberi”

“Trattami con amore perché, personalmente, non sono direttamente colpevole. Vale a dire sì, sono cittadino, ho votato male, ho sbagliato, qualunque cosa tu voglia. Ma per favore, più amore e meno attacco“Aggiunse la moglie del ragazzo Olmi.

D’altro canto ha difeso anche il settore nazionale della ricerca e della scienza: “Non voglio più che un biologo venga identificato con uno gnocchi. Dove hai visto un biologo miliardario o un ricercatore scientifico miliardario?

“Rivediamo le istituzioni. Sì. Rivediamo l’INCAA, rivediamo tutto. Cambiamo, rimpiccioliamo. Con amore e senza puntare il dito“, ha affermato. Infine, Reyna ha concluso: “Voglio anche che facciamo bene. Che chiunque sia lì sia illuminato e che le cose vadano bene per noi, ma per favore, un po’ più di pietà perché è difficile”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT messaggio emozionante di Alejandro Sanz a Pepe Mujica dopo aver denunciato la sua malattia