Le cinque leggi della serratologia

Le cinque leggi della serratologia
Le cinque leggi della serratologia

L’assegnazione del Premio delle Arti “Principessa delle Asturie” a Joan Manuel Serrat rappresenta un importante slancio per i ricercatori che negli ultimi anni stanno lavorando su una nuova disciplina scientifica: la serratologia. In effetti, l’opera di Joan Manuel Serrat è così immensa e multidimensionale che la sua analisi artistica, esperienziale o sociologica è lungi dall’esaurire tutta la ricchezza che contiene. Vale la pena fare anche uno studio sperimentale dei loro album e delle loro canzoni, e sempre più articoli vengono inviati al Journal of Serratology da questa prospettiva scientifica. In sintesi, e per celebrare il meritato premio assegnato ieri all’autore spagnolo, vengono presentate di seguito le cinque leggi fondamentali della serratologia sperimentale.

1 Le canzoni di Serrat non si creano né si distruggono, si trasformano soltanto. In effetti, sebbene Serrat firmi equamente tutte le sue canzoni, un’analisi serratologica mostra che le esperienze che le sue canzoni ci offrono sono sempre esistite e sempre esisteranno. Naturalmente, in ogni momento della vita “Quelle Piccole Cose” significa qualcosa di diverso per l’ascoltatore. Le canzoni si trasformano con la società: “Vencidos” non è stato creato né verrà distrutto, ma è cambiato completamente dal 1970 ad oggi.

2 Ogni canzone di altri autori accostata ad una canzone di Serrat subisce una contrazione inversamente proporzionale alla vicinanza degli altri autori a Serrat. “Only Thinking of You” è un capolavoro di songwriting, ma se si avvicina a “The Aristocracy of the Neighborhood” si restringe leggermente. Meraviglie come “Ecco come sono senza di te” subiscono una leggera perdita di massa quantica se posizionate accanto a “Stop” o “Di tanto in tanto la vita”. Altre canzoni – perché fare degli esempi – semplicemente scompaiono se vengono ascoltate dopo “La Saeta” o “Fiesta”.

3 L’area dei dischi di Serrat non è moltiplicata per il raggio al quadrato. Questa fu una delle prime e più sconcertanti scoperte della serratologia. Quando misurarono l’area dei LP, furono sorpresi di scoprire che la formula usuale per la superficie dei cerchi non si applicava a questi casi. L’area de “Anche il Sud esiste” raggiunge diverse migliaia di chilometri quadrati. Quando il disco “Mô” viene dispiegato nella sua interezza, può eguagliare la superficie del comune di Mahón.

4 Le canzoni di Serrat si muovono in orbite ellittiche rispetto a ciascuno spettatore durante tutta la sua vita. In effetti, la traiettoria delle canzoni di Serrat non è lineare rispetto a un osservatore esterno. A volte “Oggi potrebbe essere una bella giornata” si allontana, ma finisce sempre per ritornare e passare di nuovo molto vicino al centro dell’attenzione. “One of Pirates” va e viene a cicli regolari man mano che l’ascoltatore invecchia. A volte l’orbita è molto piccola –”Lucía”–. A volte è enorme –”Paraules d’amor”–. Nessuno si rattristi per la sensazione che una canzone di Serrat sia scomparsa. Ritornare a.

5 “Mediterraneo” è il limite universale nel songwriting. Nella conoscenza della natura le scienze trovano limiti assoluti che non possono essere superati. La temperatura più bassa che può esistere nel nostro universo è -273,15 gradi Celsius. La velocità della luce non può superare i 300.000 chilometri. “Mediterráneo” segna il massimo che un cantautore può raggiungere. Altre canzoni – ad esempio “Romance de Curro el Palmo” o “Sombras de la China” – possono avvicinarsi asintoticamente a “Mediterráneo”, ma non lo superano mai. A proposito, anche le canzoni più vicine a “Mediterráneo” sono di Serrat.

Queste sono solo le prime scoperte di una nuova scienza che avremo l’opportunità di celebrare il prossimo ottobre nelle Asturie. Fino ad allora, tutti i serratologi continueranno a indagare e ad amare – c’è differenza – uno dei pochissimi fenomeni su cui tutti gli spagnoli sono d’accordo: il lavoro di Joan Manuel Serrat e la profonda gratitudine per aver migliorato significativamente la nostra vita.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT messaggio emozionante di Alejandro Sanz a Pepe Mujica dopo aver denunciato la sua malattia