“Era in mio potere avere una buona casa e del cibo in tavola”.

“Era in mio potere avere una buona casa e del cibo in tavola”.
“Era in mio potere avere una buona casa e del cibo in tavola”.

Ha solo 17 anni e sembra aver avuto una lunga carriera professionale. E non è successo niente di poco Endrick. L’attaccante brasiliano sta trionfando, quando è ancora minorenne, nel campionato brasiliano Ha già il futuro assicurato dopo aver firmato un contratto con il Real Madrid. Ammette di non voler vivere sotto pressione e ammette che saltare sull’erba è come andare alla Disney.

“Voglio giocare in campo. Ti prendi la responsabilità in campo ed è orribile. L’ho sentito, ti senti molto pesante. Hai bisogno di sentirti leggero, felice, di essere davvero un bambino. Proprio come mio fratello Noé (4 anni), senza responsabilità di nulla”. Queste affermazioni hanno più senso visto che l’attaccante è fermo in questa parte di stagione: non segna da cinque giornate, cosa che in Brasile fa notare.

Endrick ha raccontato alcuni consigli che Abel Ferreira gli ha dato. “Bisogna entrare in campagna per essere felici, come un bambino in un parco divertimenti. Proprio come mi ha detto Abel, che dovevo andare alla Disney, che ero bambino e dovevo divertirmi. L’ho preso per la vita. Penso che quando entro in campo, è il mio parco giochi”, ha detto nel programma ‘Conversa com Bial’.

“Quando ho avuto il primo contratto ho potuto darlo alla mia famiglia, mi ha tolto quel peso dalle spalle”

Endrick

“Penso molto alla mia famiglia, perché so che era nelle mie mani avere una bella casa, avere del cibo in tavola, avere una buona scuola. Ciò si è realizzato quando ho iniziato ad avere una buona carriera al Palmeiras. Quando ho avuto il primo contratto ho potuto darlo alla mia famiglia, mi ha tolto quel peso dalle spalle” ammette, alla presenza dei suoi genitori e della sua ragazza sul set.

Ingrandire

Anche Endrick vive un sogno con il Brasile. Ha già ricevuto la chiamata della Nazionale, cosa che non si aspettava. “È arrivato molto prima. “Ho parlato con mio padre, non mi aspettavo la convocazione, proprio no”. Ha fatto due volte la storia, diventando il giocatore più giovane ad essere convocato dalla Canarinha per una partita di qualificazione ai Mondiali. E ha segnato al suo debutto, a Wembley.

“Ho visto un tifoso con la maglia della Spagna che mi diceva che mi aspettava”

Endrick

Conserverà per sempre il ricordo del suo gol al Santiago Bernabéu. “È stato un gol meraviglioso. Quando l’ho fatto e stavo scivolando, ho visto davanti a me un tifoso con la maglia della Spagna che diceva – capisco un po’ di spagnolo – che mi stava aspettando qui e che sarei diventato un grande giocatore. L’ho fatto la mia festa, con grande piacere, sono Endrick. Questa immagine è stata nella mia testa da quando ho segnato il gol”, ha detto.

Segui il canale Diario AS su WhatsApp, dove troverai tutto lo sport in un unico spazio: le notizie del giorno, l’agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le immagini più belle, il parere dei migliori AS aziende, rapporti, video e un po’ di umorismo di tanto in tanto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Confermano la visita dell’attore al Comic Con 2024
NEXT Sostengono che Camila Andrade ha portato in tribunale il suo ex compagno e chiede un risarcimento – Publimetro Chile