Il motivo del litigio tra Camille Charrière e Kim Kardashian

Il motivo del litigio tra Camille Charrière e Kim Kardashian
Il motivo del litigio tra Camille Charrière e Kim Kardashian

L’influencer e giornalista Camille Charrière ha accusato il marchio di Kim Kardashian, Skims, di aver plagiato i suoi modelli. (Credito: REUTERS/Tom Nicholson/Evan Agostini/Invision/AP)

Quando Camille Charriere ha disegnato una capsule collection per il marchio di intimo britannico Stripe & Stare l’anno scorso, non si aspettava che la linea provocasse polemiche e di certo non si aspettava di iniziare una rissa pubblica con Kim Kardashian e il suo marchio multimilionario, Skims. Ma dopo che Charrière ha accusato Skims di copiare il suo lavoro in un post su X che da allora è stato ampiamente condiviso sui social media, è esattamente quello che è successo.

La signora Charrière è un’influencer di moda, designer ed editrice di Elle UK che ha collaborato con marchi come Chloé, Mango e Tommy Hilfiger. L’anno scorso ha collaborato con Stripe & Stare per progettare una linea di biancheria intima e capi basic in delicati motivi floreali, verde oliva e giallo tenue, commercializzata come sostenibile e compostabile. Martedì, mentre i social media risuonavano in concomitanza con il discorso del Met Gala, Charrière ha accusato direttamente Kardashian e Skims di aver rubato il suo lavoro, offrendo esempi paralleli.

La stilista Camille Charrière ha accusato Kim Kardashian e il suo marchio di abbigliamento Skims di aver plagiato uno dei suoi modelli (Credito: Instagram/Camille Charrière)

La signora Charrière ha detto che il design Stripe & Stare è stato disegnato a mano a Londra e hanno provato diverse combinazioni di colori prima di trovare quello in vendita sul sito web.

“Non sto in alcun modo sostenendo di aver inventato la maglietta floreale per bambini”, ha detto Charrière in un’intervista telefonica mercoledì. “Non c’è nessuna parte di me che pensa che l’abbiamo fatto. Ma il punto di questa raccolta, e quello che stavo cercando di trasmettere in questo tweet, è proprio questo Volevamo offrire un’alternativa migliore a quella che probabilmente è solo una discarica”.

“È sorprendente che sei mesi, che è esattamente il tempo impiegato per cambiare idea dopo che abbiamo realizzato questa maglietta, siano arrivati ​​​​a esattamente la stessa maglietta”, ha detto Camille Charrière del presunto plagio di Kardashian e della sua squadra. (A sinistra, il capo del brand di Kim Kardashian. A destra, il capo del brand di Camille Charrière)

“È sorprendente che sei mesi, che è esattamente il tempo necessario per cambiare idea dopo aver realizzato questa maglietta, siano riusciti a inventarne esattamente la stessa.”, Ha aggiunto. “Non sto dicendo che quella maglietta l’abbiamo inventata noi, ma so come vengono costruite le collezioni. Lavoro nella moda. So come funziona il moodboard. So come funzionano le tendenze.

Né la signora Kardashian né Skims hanno commentato pubblicamente le accuse della signora Charrière. Derris, una società di pubbliche relazioni che ha lavorato con Skims, non ha risposto alle richieste di commento al momento della pubblicazione di questo articolo.

Qual è stata la risposta all’accusa della signora Charrière?

I fan di Kardashian, i devoti di Skims e altri supponenti utenti dei social media si sono rapidamente lanciati sul post di Charrière, che, secondo le metriche X, era stato visto quasi un milione di volte a partire da mercoledì pomeriggio.

I fan di Skims si sono scagliati contro Camille, sostenendo che è un disegno troppo comune perché il designer possa sostenere il plagio. REUTERS/Mario Anzuoni/File Photo

Alcuni su “Non l’ho mai fatto prima, questa è la prima volta che ne vedo uno”, si legge in un post. In altri post, gli utenti di X hanno dichiarato la loro fedeltà alla versione Skims: “Kims è più carina e si adatta meglio”.

Charrière ha detto di essere rimasta sorpresa dall’attenzione ricevuta dal suo post. “Non credo di aver mai avuto qualcosa che irritasse così tanto la gente.”, disse. “Letteralmente orde di persone lo hanno ritwittato ieri insultandolo. Penso che sia molto interessante. “È semplicemente interessante, perché la gente non ha colto completamente il punto del mio tweet.”

La Charrière ha affermato che, sottolineando le somiglianze tra i suoi articoli Stripe & Stare e gli articoli Skims, sperava di sottolineare come l’attenzione sostenibile dei suoi pezzi non si riflettesse nelle versioni Skims.

“Copiare la consapevolezza, copiare l’innovazione, copiare ciò che conta davvero di questo prodotto, piuttosto che fornire alle persone una replica esatta di questo su scala molto più ampia”, ha affermato.

Camille Charrière sostiene che, sebbene Skims abbia copiato il design, non è riuscito a ricreare la sostenibilità del marchio. Skims è una delle linee di abbigliamento con il maggiore impatto ambientale al mondo (Credits: Instagram/Camille Charrière

Stripe & Stare è una B-Corp certificata, una designazione dovuta, in parte, al suo impegno verso pratiche di moda sostenibili, mentre Skims si è classificata ultima nel Fashion Responsibility Report 2024, pubblicato da Remake, un’organizzazione di patrocinio focalizzata in parte sulla riduzione l’impatto ambientale dell’industria della moda. Il rapporto colloca Skims in fondo alla lista insieme ai giganti del fast fashion come Temu e Fashion Nova, sottolineando la mancanza di trasparenza e responsabilità dell’azienda.

“Nessuno sta cercando di cancellare nessuno”, ha detto Charrière. “I Kardashian sono quello che sono, non se ne andranno. Ma allo stesso tempo è irritante vedere il modo in cui fanno affari. Se hai intenzione di gestire un’attività su così larga scala, fallo bene. Hanno le risorse, basta farlo”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il commento malizioso di Paola Barrientos su Joaquín Furriel in onda senza sapere che aveva il microfono aperto
NEXT A tre anni e mezzo dalla separazione, Cande Molfese ha rivelato di aver sposato segretamente Ruggero Pasquarelli: il motivo