È morto Dabney Coleman, l’attore ricordato per i suoi baffi neri e uno stile particolare nel cinema e in televisione

Il famoso attore americano Dabney Colemanche ha recitato in film come “Tootsie” e in serie televisive classiche come “Petrocelli” E “Quincy”, morì nella sua casa di Santa Monica, in California, a 92 anni.

“Mio padre ha trascorso il suo tempo qui sulla terra con una mente curiosa, un cuore generoso e un’anima ardente di passione, desiderio e umorismo”, ha detto alla rivista sua figlia, la cantante Quincy Coleman. Reporter di Hollywood.

“Un insegnante, un eroe e un re, Dabney Coleman è un dono e una benedizione nella vita e nella morte, poiché il suo spirito risplenderà attraverso il suo lavoro, i suoi cari e la sua eredità… per sempre”, ha aggiunto.

Ben Stiller ha dedicato un messaggio a Coleman per mettere in risalto la tua professionalità. “Il grande Dabney Coleman ha letteralmente creato, o definito, davvero, in un modo singolare e unico, un archetipo come attore caratteristico. Era così bravo in quello che faceva che è difficile immaginare il cinema e la televisione degli ultimi 40 anni senza di lui “ha scritto il famoso comico X.

Jane Fonda, Lily Tomlin e Dolly Parton, il trio di dipendenti che vogliono vendicarsi di Coleman in “Come sbarazzarsi del tuo capo”.

Coleman, nato nel 1932 nella città di Austin (Texas), Ha partecipato a circa 170 film e programmi televisivi, in cui è passato dai ruoli drammatici a quelli comici e in una carriera per la quale si è formato con l’attore Sanford Meisner alla Neighborhood Playhouse Theatre School di New York dal 1958 al 1960.

Tra i film più conosciuti di Vincitore dell’Emmy nel 1987 -per il suo ruolo nel film televisivo “Sworn to Silence”- include anche la commedia “Come eliminare il tuo capo“(1980, con Jane Fonda, Lily Tomlin e, al suo debutto cinematografico, Dolly Parton)”Nella laguna dorata” (1981), “Giochi di guerra” (1983) e “I Muppet conquistano Manhattan“(1984).

Coleman con Rue McClanahan nella serie “Apple Pie”, 1978.

Per due decenni, Coleman ha lavorato nel cinema e in televisione come artista talentuoso ma in gran parte inosservato. La situazione cambiò improvvisamente nel 1976, quando fu scelto come sindaco incorreggibilmente corrotto del villaggio di Fernwood in “Mary Hartman, Mary Hartman“, una soap opera satirica diventata una delle preferite di culto.

Il personaggio di Coleman, il sindaco Merle Jeeter, era particolarmente popolare e la sua interpretazione non fu trascurata dai dirigenti cinematografici.

Con i suoi ampi e caratteristici baffi neri, Coleman ha lasciato il segno in numerosi film famosi. Tra quelli che più saldamente si sono affermati nella memoria popolare sono il suo ruolo di informatico stressato in “Giochi di guerra“; Il padre di Tom Hanks in “Hai un’e-mail“; e un funzionario dei vigili del fuoco in “L’inferno nella torre“.

Coleman dentro Coleman in “Il giovane eroe”, film del 1984.

Oltre al già citato Emmy, Coleman ha vinto un Golden Globe per “The Slap Maxwell Story” e due Screen Actors Guild Awards per la sua partecipazione a “Boardwalk Empire”.

In televisione, ha mostrato il suo aspetto e le sue capacità di recitazione in titoli come “Ben Casey“, “Dottor Kildare“, “Verso l’ignoto“, “Bonanza“, ““La squadra mod”,La crociera dell’amore“, “Colombo“, E “Bianco e nero“, tra molti altri.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Nancy Dupláa ha sorpreso confessando chi è l’attore che bacia meglio nella narrativa argentina