“Poter guardare un film e vedersi riflesso non è controverso.” Geena Davis difende l’inclusione nei film e nelle serie, anche se crede che ci sia ancora molto lavoro da fare

“Poter guardare un film e vedersi riflesso non è controverso.” Geena Davis difende l’inclusione nei film e nelle serie, anche se crede che ci sia ancora molto lavoro da fare
“Poter guardare un film e vedersi riflesso non è controverso.” Geena Davis difende l’inclusione nei film e nelle serie, anche se crede che ci sia ancora molto lavoro da fare

Per quanto ci siano parecchi gruppi di persone che alzano i pugni al cielo e urlano contro una nuvola nel più puro stile di Abe Simpson ogni volta che vedono un personaggio non normativo in una serie o in un lungometraggio, non c’è dubbio che sono stati realizzati. grandi progressi negli ultimi anni in termini di rappresentanza e inclusione nei film e nelle serie.

Oltre al lavoro degli studi cinematografici e dei registi, per raggiungere questo risultato La funzione di festival come Bentonville sta diventando essenzialeincentrato sulla promozione del lavoro e della voce delle donne, delle persone non binarie e delle persone con disabilità, e di gruppi come LGTBIQ+ o neri, indigeni e persone di colore —noti come BIPOC—.

Benzina per le persone offese

Il decennale del concorso sarà presieduto, oltre alla direttrice Wendy Guerrero, dall’attrice e attivista Geena Davische durante un’intervista promozionale con The Hollywood Reporter ha fatto capire che c’è ancora molto da fare.

“Stiamo facendo enormi progressi nell’inclusione basata sul genere, sulla razza e sull’etnia. Sfortunatamente, la rappresentanza delle persone con disabilità rimane molto bassa, anche se un americano su quattro si identifica come disabile”.

Inoltre ha accennato al fatto che il Festival di Bentonville si svolge in uno stato fortemente repubblicano come l’Arkansas e ha sottolineato che il fatto Poter vedersi rappresentato in un’opera audiovisiva non è, né dovrebbe essere, qualcosa di controverso..

“Non voglio entrare in politica, ma dirò che BFF è forte e la nostra missione non è mai cambiata. I nostri partner aziendali e studios non si sono tirati indietro. L’idea che dovresti essere in grado di guardare un film e vedere te stesso e le tue esperienze non sono intrinsecamente controverse.

Sfortunatamente, per molti, questo continua a causare orticaria. Per verificarlo, non ci resta che fare un giro su Metacritic, cercare le recensioni degli utenti di ‘The Acolyte’, filtrare in base al punteggio dal più basso al più alto e vedere come funziona la parola d’ordine tra i Gentlemen™ —sì, intendo “svegliato”— viene ripetuto fino alla nausea a causa della diversità razziale del cast, che non gli ha impedito di avere successo, bisogna dire tutto.

In Espinof | Il review bombing di “Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere” è un problema imbarazzante, ma la soluzione di Amazon è solo una patch con pessima stampa

In Espinof | La migliore serie del 2024

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Jake Gyllenhaal, “legalmente cieco”, parla come mai prima dei suoi problemi di vista
NEXT “Non ho mai pololeado in vita mia” e altre confessioni di Sebastián Longhi che hanno sorpreso i colleghi di La Divina Comida Glamorama