Elon Musk, ancora padre: perché crede che l’intelligenza umana si evolva avendo figli

Elon Musk, ancora padre: perché crede che l’intelligenza umana si evolva avendo figli
Elon Musk, ancora padre: perché crede che l’intelligenza umana si evolva avendo figli

Elon Musk e la sottopopolazione mondiale: era padre del suo 12esimo figlio (EFE/ Caroline Brehman)

“Fare tutto il possibile per aiutare il crisi della sottopopolazione“, ha scritto Elon Musk. Inizia così la pubblicazione nel rete sociale nel luglio 2022, e continuava: “Il crollo del tasso di natalità È di gran lunga il pericolo più grande che il civiltà”.

Ora, con la sorprendente notizia della nascita del suo dodicesimo figlio – anche se ha detto “non era un segreto” – il magnate della tecnologia è tornato alla carica con un compito intrapreso molto tempo fa: evangelizzazione sull’importanza di avere molti figli. E con l’arrivo di un nuovo erede, Musk dà il buon esempio.

La paternità è uno degli aspetti meno conosciuti del creatore di SpaceX, un ruolo che interpreta con contraddizioni, sfide, presenza e partecipazione nella vita dei suoi figli. Musk non è un padre convenzionale, si sa. Ma il genio tecnologico si rivela futuro e come l’avanzamento di l’intelligenza artificiale lascerebbe indietro l’intelligenza umana.

La soluzione per l’avanzata inarrestabile del AISecondo Musk? Avere bambini. “Ricordate le mie parole, sono purtroppo vere”, ha concluso nel post di X.

Una delle maggiori preoccupazioni di Elon Musk è il basso tasso di natalità e chiede di invertirlo per salvare l’umanità (ERS/Christian Mang/File Photo)

Musk pensa – e si preoccupa – da più di un decennio che l’intelligenza artificiale andrà fuori controllo, svilupperà una mente propria e sarà la fine dell’umanità. Il creatore di Neuralink paure, sin dalla sua separazione da Sam Altmannil direttore esecutivo di OpenAI, che i chatbot e i modelli di intelligence sono “politicamente indottrinati” e diventano addirittura ostili alla specie umana.

“Quali azioni possiamo intraprendere per ridurre al minimo i pericoli dell’intelligenza artificiale e garantire la sopravvivenza della coscienza umana?”, si è chiesto Musk. E Walter Isaacsonl’autore della biografia Elon Musk, Ricorda perfettamente quel momento. L’appuntamento con lo scrittore era a casa di Austin. Shivon Zilisla madre dei gemelli Grampasso e Azzurro, e del nuovo figlio del magnate della tecnologia, di cui non si conoscono altre informazioni se non la sua nascita e che sta con i suoi fratelli maggiori da 20 anni.

Lì, a bordo piscina, con le gambe incrociate, Musk ha dato un passaggio ai gemelli. Tra alcune ciambelle e il caffè preparato da Shivon, Elon era preoccupato. Perché? Il futuro non lo lasciava dormire. Tra i toni bassi e monotoni, che si alternavano a risate stridule e maniacali, come ricorda Isaacson, il magnate notava che La quantità esistente di intelligenza umana era stagnante perché non avevano figli.

Elon Musk con Shivon Zilis, la madre dei gemelli e del neonato (Shivon Zilis)

A questa premessa, il genio della tecnologia ne aggiunge un’altra: l’intelligenza computazionale cresce in modo esponenziale, seguendo una sorta di “Legge di Moore sugli steroidi”.

La legge di Moore è un’osservazione fatta dal cofondatore di Intel Gordon Moore nel 1965, fondamentale per il progresso tecnologico, che implica l’idea di sviluppare dispositivi elettronici sempre più potenti ed efficienti.

Questa disparità, secondo Musk, crea uno scenario in cui la capacità dell’intelligenza biologica potrebbe essere eclissata dall’intelligenza digitale in un futuro non troppo lontano.

Mentre i gemelli cercavano di imparare a camminare ridendo, Musk tornò a un’idea che aveva preso dal suo amore per i libri e per la lettura di fantascienza: conquista di altri pianeti. Il più vicino? Marte. L’amministratore delegato di tesla Sogna di creare una colonia umana sostenibile “prima che un’apocalisse distrugga la civiltà terrestre”, secondo Isaacson.

“Raggiungere Marte ora è molto più urgente”, ha detto Musk nella sua biografia

Ancora una volta Musk ha sottolineato l’urgenza di creare nuove generazioni per contrastare la crisi basso tasso di natalità, che colpisce molti paesi industrializzati. Secondo l’uomo d’affari, una fertilità insufficiente può mettere a rischio la continuità delle culture e delle economie in paesi come questo Francia, Giappone E Italia.

La sua vita personale è una testimonianza fedele di come si fa carico dei problemi che lo tengono con il fiato sospeso. Il miliardario ha reso pubbliche le sue relazioni sentimentali, così come la sua convinzione nell’importanza di a grande famigliatanto che ora è padre di 12 figli.

Il suo primo matrimonio con Justine Wilson ha provocato la vita di cinque bambini dopo la tragica perdita del loro primogenito. Con l’artista Grimes, Musk aveva tre discendenti, tutti con nomi insoliti. Inoltre, del più giovane, di cui è madre Zilis, dirigente della sua azienda Neuralink.

Musk è un padre non convenzionale e condivide diversi interessi e attività con i suoi figli

Il magnate cadde in un lungo silenzio. Era entrato nella “modalità di elaborazione batch”, come Zilis definisce quelle istanze di riflessione dell’imprenditore innovativo. “Non posso semplicemente sedermi lì e non fare nulla”, gli disse Musk, taciturno.

E aggiungo: “Arrivare su Marte ora è molto più urgente”. IL esplorazione aerospazialeHa persino generato una delle più grandi rivalità di Musk nel mondo tecnologico: con Jeff Bezos. Tuttavia, all’inizio di questo mese ha raggiunto una pietra miliare: il quarto volo di successo del Astronavedove la compagnia spaziale SpaceX ha ottenuto un decollo e un atterraggio controllati delle due fasi del il razzo più grande del mondo.

Il giorno della piscina, tuttavia, ha deciso di creare una azienda di intelligenza artificiale sicura per l’umanitàper garantire la sopravvivenza della coscienza umana.

Musk mira a raggiungere Marte e creare colonie umane per preservare la civiltà (credit Manuel Mazzanti)

Per Musk, l’intelligenza artificiale è uno strumento per automatizzare le attività e migliorare l’efficienza, che rappresenta anche un potenziale di trasformazione che potrebbe ridefinire completamente il modo in cui interagiamo con il mondo.

Musk rilancia l’idea di un’intelligenza artificiale cercatore della veritàcapace di comprendere l’universo e preservare l’umanità come parte integrante. Questa visione trascende i limiti della tecnologia convenzionale e punta verso un futuro in cui l’intelligenza artificiale gioca un ruolo fondamentale nell’evoluzione e nel progresso della civiltà.

Musk sogna “un’intelligenza artificiale alla ricerca della massima verità. Sarebbe interessata a comprendere l’universo e questo probabilmente la porterebbe a desiderare preservare l’umanità, perché siamo una parte interessante dell’universo”, dice la biografia del miliardario. E, inoltre, desidera una tecnologia alla quale poter dare grandi istruzioni come: “Costruire un motore a razzo migliorato”.

Qual è la tua ispirazione? Il magnate ha trovato, in un altro libro di fantascienza, il modo di pensare all’umanità e alla sua salvezza. Il libro è Guida galattica per autostoppistiDi Douglas Adams, una “bibbia formativa” che ha letto durante l’infanzia e la giovinezza, e che lo ha fatto uscire da terribili momenti di tristezza. C’era un supercomputer progettato per trovare “la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto il resto”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Érika Zapata ha ricevuto un regalo speciale da un seguace durante la registrazione di Eye of the Night