María Villalón entra in quello che Duncan Dhu chiamerebbe “un giardino di rose” in “Veneno Lento”

María Villalón entra in quello che Duncan Dhu chiamerebbe “un giardino di rose” in “Veneno Lento”
María Villalón entra in quello che Duncan Dhu chiamerebbe “un giardino di rose” in “Veneno Lento”

Maria Villalon ha pubblicato un nuovo singolo. Lo ha lanciato dopo aver pubblicato in rete un messaggio enigmatico che è stato pubblicato con lo stesso tono con cui Ana Mena è andato al suo primo gala Premi musicali Los40 con quella #felpaAnaMenaChi. Quelli erano i tempi. Comunque, Villalon è tornato con “Veleno lento”una canzone che descrive così in Youtube:

“Immagina che qualcuno rompa gli schemi della tua vita a tal punto da portarti sull’orlo di perdere la testa, di non sapere nemmeno chi sei. Un testo struggente e duro che sfocia in un gioco musicale e di parole con il tango più famoso del mondo: “Por una Cabeza”.

“Veneno Slow” è un cambiamento nel suono dell’artista senza dimenticare le sue origini, mescolando ritmi elettronici con le radici che caratterizzano la sua voce. E ricorda, ci sono persone che sono nuvole: tutto è più luminoso il giorno in cui se ne vanno”.

E come progetto catartico, immaginiamo che ‘Veleno Questoha il suo punto. Ma la sua produzione, da Tatiana Delalvzlo ha trasformato in qualche modo in cosa Mikel Erentxun chiamerebbe ‘regina di un roseto‘. L’idea di mescolare l’elettronica con la melodia tradizionale potrebbe aver avuto senso, ma la traccia vocale lo dice Paolo Alborán e la traccia strumentale urla, ma non dice, Rose in Plaza de la Luna nel mezzo dell’LGTB+ Pride. E ovviamente non c’è Alboran che può fermarsi Rose con un body di paillettes convinto che’fuoco‘è un inno della storia musicale spagnola. E quello spirito finisce per prendere il sopravvento “Veleno lento”.

Il tema sostiene la reinvenzione dopo un’esperienza traumatica, per tornare ad essere se stessi, per riprendere il controllo, ma paradossalmente, Maria Sembra più fuori controllo che mai. Come se fosse entrata in studio con una canzone composta e una buona esecuzione e poi avesse ceduto il controllo fino a dare forma a qualcosa che… esattamente a chi sta cercando di fare appello?

Italiano:


Farà al caso tuo se: Ti piacciono i panini alla nocilla con chorizo, hai uno di quegli specchi che da un lato ti regala uno zoom impossibile, credevi fermamente che toccando un meacama avresti bagnato le lenzuola di notte.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nuria Roca e Juan del Val; le figure che garantiscono insieme il loro indiscutibile successo
NEXT Il momento da fan di Richard Gere con Maná a Madrid