Il Cile è il “primo Paese dell’America Latina ad avere” il nuovo vaccino Moderna contro il COVID

Il Cile è il “primo Paese dell’America Latina ad avere” il nuovo vaccino Moderna contro il COVID
Il Cile è il “primo Paese dell’America Latina ad avere” il nuovo vaccino Moderna contro il COVID

Il vaccino monovalente agisce contro il ceppo XBB1.5, una sottovariante dell’omicron, che è quello attualmente più circolante. Il Governo ha sottolineato che il Cile è il primo Paese dell’America Latina ad avere “il vaccino più aggiornato disponibile al mondo”.

Martedì mattina, il governo ha annunciato che ora è possibile vaccinarsi con il nuovo vaccino monovalente contro la Covid-19, che sostituirà la precedente campagna di immunizzazione che utilizzava il vaccino bivalente.

La spedizione di 172.800 dosi dal laboratorio Moderna è arrivata sul suolo nazionale venerdì della scorsa settimana.

Questo componente è stato sviluppato dal laboratorio Moderna e contiene il ceppo Spikevax XBB1.5, una sottovariante dell’omicron – attualmente in maggiore diffusione – e sostituisce quello bivalente.

--

Le 172.800 dosi, arrivate nel Paese venerdì scorso, 17 novembre, saranno distribuite a livello nazionale, con l’obiettivo di iniziare la loro somministrazione ai gruppi a rischio.

Più nel dettaglio, questo nuovo vaccino si applica alle persone di età superiore ai 60 anni, ai pazienti immunocompromessi, agli operatori sanitari e alle persone con malattie croniche.

Come riportato dal Minsal, questo componente ha l’autorizzazione per l’uso da parte dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e della Food and Drug Administration (FDA) statunitense, nonché dell’Istituto di sanità pubblica (ISP).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

-

PREV La pandemia di Covid-19 ha causato un ritardo educativo, gli studenti delle scuole superiori non sanno leggere, scrivere o fare matematica
NEXT Proiezioni demografiche con l’aggiornamento post-COVID-19