Mettono in guardia sugli effetti collaterali dei vaccini covid-19 sul cuore, sul cervello e sul sangue

La rivista Vaccine ha pubblicato uno studio condotto dal Global Vaccine Data Network (GVDN), in cui si afferma questo vaccini contro il covid-19prodotto con la biotecnologia dell’RNA messaggero, potrebbe causare effetti neurologici, problemi cardiaci e sanguigni.

Questa analisi ha coperto più di 99 milioni di persone – tra i 20 e i 59 anni – che in otto paesi europei sono state vaccinate con i prodotti biologici di Pfizer, Moderna e AstraZeneca.

In questo studio, che ha incluso più di 99 milioni di persone vaccinate contro la SARS-CoV-2, il rischio fino a 42 giorni dopo la vaccinazione era generalmente simile al rischio di fondo per la maggior parte dei risultati. Tuttavia, sono stati identificati alcuni possibili segnali di sicurezza”, si legge nella pubblicazione Vaccine.

I risultati hanno rivelato che – in un piccolo numero di persone – i vaccini Pfizer e Moderna presentavano una maggiore possibilità di sviluppare infiammazione nel cuoredopo l’applicazione della prima, seconda e terza dose.

Nel caso specifico di Moderna, il suo vaccino era collegato allo sviluppo della pericardite.

Per quanto riguarda il biologico AstraZeneca, la sua applicazione ha aumentato fino a tre volte il rischio di soffrire della sindrome di Guillain Barré.

“C’è stato un aumento statisticamente significativo dei casi di GBS entro 42 giorni dalla prima dose…” ha aggiunto.

Inoltre, secondo una ricerca del Global Vaccine Data Network, il vaccino AstraZeneca ha aumentato anche il rischio di provocare trombosi cerebrale dovuta alla formazione di coaguli.

J.C.S.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-