Dieci film che festeggiano quest’anno il loro anniversario e che continuano a essere dei classici del cinema: da ‘Pulp Fiction’ a ‘Terminator’ e ‘Ghostbusters’

Dieci film che festeggiano quest’anno il loro anniversario e che continuano a essere dei classici del cinema: da ‘Pulp Fiction’ a ‘Terminator’ e ‘Ghostbusters’
Dieci film che festeggiano quest’anno il loro anniversario e che continuano a essere dei classici del cinema: da ‘Pulp Fiction’ a ‘Terminator’ e ‘Ghostbusters’

Film che compiranno 60, 50, 40, 30 o 20 anni nel 2024

Ogni anno partecipiamo a una buona manciata di anniversari cinematografico. Alcuni hanno una risonanza speciale e questo è tutto, oltre ad essere stati film importante al tempo di primahanno trasceso in qualche modo all’interno del fantasia popolarefino al divenire classici moderni e senza tempo che hanno segnato il storia del cinema e che continuano ad essere referenziali all’interno dei rispettivi generi. Qui passiamo in rassegna alcuni di questi film che continuano ad essere imprescindibili e che festeggiano 60, 40 o 30 anni.

Il famoso ballo tra Uma Thurman e John Travolta in ‘Pulp Fiction’, di Quentin Tarantino (1994)

Nel 1994, 30 anni fa, uscì il film che lo avrebbe sicuramente catapultato verso la fama Quentin Tarantino dopo il suo debutto, Le Iene. Pulp Fiction ha offerto una nuova struttura come un intricato collage di trameè stato impregnato di a stile visivo innovativo e personale, in esso riprovato il thriller e il noir convenzionale del fumetti pulp ed era sboccata, ribalda e piena di cose momenti iconicicome quella danza in mezzo John Travolta E Uma Thurmann sarebbe passato alla storia.

Potrebbe interessarti: Ha ragione il regista di ‘Dune’: perché Zendaya, Timothée Chalamet, Austin Butler e Florence Pugh saranno le nuove star di Hollywood

Catherine Denueve in “Gli ombrelli di Cherbourg”

Vincitore del Palma d’Oro del Festival del cinema di Cannes Nel 1964 (60 anni fa), questo musicale fatto da Caterina Deneuve e diretto da Jacques Demy diventerebbe uno degli esercizi più belli del genere grazie alla meravigliosa colonna sonora di Michael Legrandil fascino dei suoi protagonisti e il genio di un autore che ha saputo comporre una storia senza tempo che continua a sprigionare le stesse dosi di emozione E Magia.

Clint Eastwood in ‘Per un pugno di dollari’, di Sergio Leone

Sergio Leone esordisce nel lungometraggio nel 1964 con questo film che diventerà il fiore all’occhiello di un nuovo sottogenere, quello ‘spaghetti-western’. Quello che doveva essere un ‘remake’ di Yojimbo (Il mercenario)di Akira Kurosawa, è diventato un assoluto reinvenzione dei codici del Film occidentali pieno di idee visive di più audace che romperebbe con gli stereotipi precostituiti per il colpo di uno spirito selvaggio ereditato dal Serie B. Clint Eastwood diventerebbe una leggenda, così come la musica di Ennio Morricone. Costituiva insieme al germe della trilogia I morti avevano un prezzo E Il buono il brutto e il cattivo.

Potrebbe interessarti: I sette migliori film horror dei prossimi mesi: da ‘La Prima Profezia’ a ‘Immacolata’, con Sydney Sweeney

“Il massacro della motosega in Texas” di Tobe Hooper

Pochi film horror sono stati decisivi come il film Tobe Hooper del 1974, che inaugurò il genere di ‘omicida seriale’del mostri moderni in carne ed ossa responsabili della destabilizzazione del sogno americano. Il regista ha cercato di concentrare tutta la sensazione di fallimento generato dal guerra del Vietnam e la fine del “flower power” in questo film puro orrore che ci porta nelle viscere della follia e si basava sul caso del cannibale Ed Gein comporre a immagini macabre che fino ad oggi continua a mantenere lo stesso impatto sovversivo.

Arnold Schwarzenegger nel film “Terminator” di James Cameron

40 anni fa James Cameron ha fatto il suo debutto da solista con uno di quei film che avrebbero segnato un intero decennio e che sarebbero diventati un classico del fantascienza con tutta una saga successiva che si perpetua fino ai giorni nostri. Partendo da una sceneggiatura originale, invenzione come un universo in cui, in a futuro distante, il macchine dominerebbe il mondo dopo a Apocalisse tecnologica. Da quel momento viaggerà a robot la cui missione sarà quella di eliminare la madre dell’uomo che diventerà il leader della resistenza. Un film pieno di idee visionariecon immagini sorprendenti e con a Arnold Schwarzenegger Ricordare.

Potrebbe interessarti: La serie fantasy di 6 episodi che sta facendo impazzire Netflix ed è basata su uno dei libri più famosi della Svezia

Bill Murray, Harold Ramis e Dan Aykroyd in “Ghostbusters” (1984)

Questa Settimana Santa è stata presentata in anteprima Acchiappafantasmi: L’impero ghiacciato e il classico del 1984 diretto da Ivan Reitmann e interpretato Bill Murray, Dan Aykroyd E Sigourtney Weaver È uno di quelli che non ha data di scadenza e aggancia tutte le generazioni. UN commedia soprannaturale per Tutto pubblico che divenne un successo immediato, con la sua canzone orecchiabile inclusa e i suoi effetti speciali rudimentali che continuavano ad avere il suo fascino.

Sempre nel 1984 uscì un altro classico senza tempo, che avrebbe diretto Joe Dante da una sceneggiatura Chris Colombo. In esso sono stati inventati creature che potevano diventare una mostruosa peste se venivano nutriti dopo la mezzanotte, se venivano esposti al sole e se si bagnavano. UN commedia dell’orrore di più teppista con il sigillo dello studio Steven Spielberg.

Verónica Forqué e Carmen Maura in Che cosa ho fatto per meritarmi questo?, di Pedro Almodóvar

Intanto nel nostro Paese, sempre nel 1984, già avviato nella Transizione, Pedro Almodovardopo che i suoi film sono stati registrati all’interno del ‘Scena madrilena’ha fatto un passo nel collocamento dal suo stile in questo film che condensa tutte le caratteristiche che avrebbero segnato il suo cinema da quel momento in poi: personaggi di tutti i giorni, donne oppresse all’interno di una società patriarcale, umorismo tradizionalesecondario indimenticabile e surrealismo a livello stradale. Un prima e un dopo nella carriera del cineasta manchano.

Potrebbe interessarti: Pedro Almodóvar presenta ‘The Room Next Door’, il suo primo film in inglese con Julianne Moore e Tilda Swinton

Andie MacDowell e Hugh Grant in ‘Quattro matrimoni e un funerale’

Sono passati 30 anni da quello che sarebbe diventato il commedia romantica britannica per eccellenza, da cui nascerebbe un intero genere a sé stante. Diretto da Mike Newell e sceneggiato da Riccardo Curtislanciato alla fama Hugh Grant come il rubacuori del momento, così come Andy MacDowell, Kristen Scott Thomas e un intero cast indimenticabile che includeva, ovviamente, il comico Rowan Atkinson. La canzone di Bagnato Bagnato Bagnato Fu un successo e gettò le basi per tutto quello che sarebbe venuto dopo, Niente collina A Il diario di Bridget Jones.

Kate Winslet e Jim Carrey in Dimenticati di me! di Michel Gondry

Che un genio COSÌ eccentrico COME Michele Gondry ha ottenuto un tale successo con uno dei suoi film (sempre scritto da Charlie Kaufmann) rimane un mistero, ma la verità è questa Dimenticami! È diventato un simbolo per un’intera generazione che continua a rivendicarlo ancora oggi. Il lato triste e oscuro di una commedia romantica con protagonista Kate Winslet E Jim Carrey che parte da un presupposto quanto mai inquietante: quello del potere eliminare IL ricordi di uno relazione tossica.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A 8 anni dalla morte di Mariano Mores: il bambino prodigio diventato il miglior compositore di tango
NEXT “Che gli angeli veglino su di te”