come le donne sono state vitali nella musica e nella cultura di Vallenato

come le donne sono state vitali nella musica e nella cultura di Vallenato
come le donne sono state vitali nella musica e nella cultura di Vallenato

Quando si è messo davanti al microfono e ha sospirato, nella piazza c’era un silenzio come mai prima d’ora. Alfonso López de Valledupar. Gli tremavano le gambe, ma lo nascose. Fece un respiro profondo e cantò con la sua voce straordinariamente dolce. Quando ebbe finito, un’ondata di applausi la circondò. La gente ripeteva il suo nome con approvazione. Era Stella Durán Escalona, ​​la prima donna a cantare come concorrente al Vallenata Legend Festival.

Il calendario segnava l’ultima settimana di aprile 1971. Giorni prima era arrivata a casa sua una busta manila con i testi di due canzoni e una lettera. Glielo aveva mandato suo fratello Santander Duran. Nella lettera le chiedeva di iscrivere le composizioni al festival, a condizione che le eseguisse. La donna, cauta, accettò e intraprese un viaggio dal quale non sarebbe tornata.

Ha parlato con il compositore Alberto Pacheco, molto vicino alla sua famiglia, e loro li hanno sistemati. Hanno provato per ore. Era poco dopo mezzogiorno. Faceva molto caldo. Fin da piccola aveva imparato empiricamente da ciò che vedeva nella sua famiglia e da come suo zio, Rafael Escalona, Era un uomo saggio e gentiluomo tanto che ogni suono che usciva dalla sua bocca affascinava chiunque.

Fu sul palco Francisco, el hombre – dal nome di uno dei grandi menestrelli – che fu ascoltata per la prima volta. Lamento di Arhuaco E I banani. Entrambe sono denunce sociali: la prima è il calvario degli indigeni di fronte al trattamento del governo e la seconda, le ferite del massacro delle piantagioni di banane e dello sfruttamento dei lavoratori nel nord del Paese.

Ciò che Stella ha ottenuto è stata una pietra miliare a Vallenato. Ha continuato il percorso che aveva iniziato Rita Fernández, la prima menestrelloquando nel 1968 fu ospite speciale al primo festival vallenato, e Fabriciana ‘Fabri’ Meriño, che per quella stessa edizione, a 16 anni, suonò la fisarmonica e gareggiò con Alejo Durán, ma venne squalificato.

Consuelo Araújo Noguera, fondatrice del Vallenata Legend Festival ed ex Ministro della Cultura

Foto:Archivio EL TIEMPO

In questo quinto capitolo dell’Vallenato, una canzone raccontata’, La serie di documentari EL TIEMPO descrive come queste donne siano passate dall’essere muse delle canzoni dei primi menestrelli a diventare protagoniste della cultura e del genere musicale.

Matilde Lina E Sara Baquero Salas Sono stati l’ispirazione di Leandro Díaz e Rafael Escalona. Entrambi erano vitali nei partiti e infrangevano una regola tacita che non consentiva la presenza delle donne a questi incontri. La “vecchia” Saracome venne chiamata dalla canzone Escalona, ​​sarebbe stata una delle prime donne ad esibirsi attivamente in quel periodo, proprio come Nohema Fragoso, pioniere del canto femminile.

Anni dopo, Consuelo Araújo Noguera, la “Cacica”, ha fondato il Vallenato Festival nel 1968, un evento che ha trasceso l’industria. È stato vitale per il posizionamento della musica vallenato in tutto il paese. Successivamente è stata ministra della Cultura.

Lungo l’arduo percorso per farsi strada attraverso la cultura Vallenato, sono passati diversi precursori, come ad es Patrizia Teheranche si è formato Le muse del vallenato con Chela Ceballos poi, Le dee del vallenato con Maribel Cortina. Anche Cecilia Meza Realesche ha creato The University Girls con Rita Fernández; Esthercita Forero, che ha contribuito a far conoscere il vallenato in tutto il Paese; Cecilia ‘la Polla’ Monsalvofondatore nel 1981 della sfilata delle piloneras, che dà inizio alla festa del vallenato, e AdrianaLucia, la voce romantica di vallenato, che ha portato la sua musica in diversi paesi.

Cos’è ‘Vallenato, una canzone raccontata’?

Il Vallenata Legend Festival, che quest’anno giunge alla sua 57esima edizione con l’omaggio al maestro Ivan Villazon, Va ben oltre l’essere un raduno di partiti e feste.

Nonostante ce ne sia parecchio, sarebbe insensato negarlo, la festa oggi diventa l’espressione finale di una storia secolare che si è tessuta nel tempo; un accumulo di espressioni, incontri, storie, aneddoti e lotte di un popolo che ha superato le avversità.

Vallenato, come sottolineano alcuni degli esperti che accompagnano questo speciale giornalistico, È un canto alla terra, alle donne, all’amicizia, ai costumi, alla vita nella sua massima espressione.; È una canzone che racconta, secondo le parole del folclorista Alfonso Cortés Marroquín, la linfa che ha nutrito un’intera stirpe di uomini e donne a cui EL TIEMPO rende un meritato omaggio.

Matilde Lina, l’ispirazione di Leandro Díaz, in un’intervista a EL TIEMPO, nell’aprile 2024.

Foto:Daniele Lopez. TEMPO

Per diverse settimane, un’équipe di giornalisti e produttori di questa casa editrice si è immersa nelle viscere di quella vasta regione dei Caraibi colombiani, che comprende i dipartimenti di La Guajira, Cesare e Maddalena, dove il vallenato ha messo radici per il bene del Paese; Percorrevano i suoi sentieri, parlavano con la sua gente, gustavano i suoi pasti, accompagnavano albe e tramonti, ascoltavano i poeti e si commuovevano l’armoniosa vivacità del rullante, della guacharaca e della fisarmonica.

Come risultato di questo lavoro, EL TIEMPO presenta ‘Vallenato, un canto contado’, una serie di documentari in 7 capitoli che esalta la principale roccaforte dei Vallenato di fronte al loro festival, ma soprattutto mira a irradiare e contagiare coloro che si preparano ad assistere alla sua festa e coloro che ne saranno assenti, affinché questo patrimonio immateriale dell’umanità continui a battere come le note di una fisarmonica, «quel nostalgico, amaramente umano mantice che ha tanto di un animale triste, “secondo quanto da lui dichiarato. Gabriel Garcia Márquez.

Dove guardare la serie di documentari sul vallenato in Colombia?

Dal 23 aprile, sulle piattaforme EL TIEMPO e sul nostro canale YouTube, potete trovare i capitoli di ‘Vallenato, un canto contado’. In totale ci sono 7 capitoli: la terra, i menestrelli, la festa, la gastronomia, le donne, il premiato Ivan Villazón e il festival vallenato.

TEMPO EDITORIALE

Più notizie

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Veronica Llinás è stata ricoverata d’urgenza in Uruguay: cosa le è successo
NEXT Di cosa è morto Omar Geles? I problemi di salute per i quali è stato ricoverato pochi giorni fa a Miami