Carlos III si apre e racconta come si è sentito quando gli è stato diagnosticato un cancro

Carlos III si apre e racconta come si è sentito quando gli è stato diagnosticato un cancro
Carlos III si apre e racconta come si è sentito quando gli è stato diagnosticato un cancro

Carlo III durante la sua visita allo University College Hospital Macmillan Cancer Centre di Londra (REUTERS/Suzanne Plunkett/Pool)

Dopo diversi mesi senza un’agenda pubblica, Carlo III Ha ripreso questo martedì il suo impegno pubblico con un appuntamento doppiamente speciale. In questo tanto atteso ritorno, il re britannico ha visitato un centro di cura del cancro con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di fare una diagnosi precoce di questa malattia di cui lui stesso soffre. Accompagnato dalla moglie, la regina Camilla, ha suscitato grandi aspettative durante questa giornata in cui ha sfilato il suo lato più gioviale e vicinopoiché non ha esitato a chiacchierare con alcuni pazienti per conoscere le loro storie.

Per qualche istante mise da parte il suo ruolo di monarca e lo diventò uno di più, poiché parlò anche della propria storia, rivelando dettagli fino ad allora sconosciuti. “È sempre un po’ uno shock, non è vero? “Quando te lo dicono”si è aperto con uno dei pazienti, rivelando che la notizia è stata per lui una sorpresa.

Potrebbe interessarti: Carlos III riprende la sua agenda ufficiale dopo aver annunciato di soffrire di cancro: un’elezione simbolica e il sostegno di Camila

Inoltre, Carlos si è avvicinato ad alcune persone che stavano ricevendo il suo trattamento e, con un gesto molto sincero, ha condiviso che lui stesso avrebbe avuto un appuntamento qualche tempo dopo. “Ho la cura anche questo pomeriggio”ha assicurato, facendo attenzione a non rivelare il tipo di cancro di cui soffre.

Carlo III durante la sua visita al Macmillan Cancer Center dell’University College Hospital. (REUTERS/Suzanne Plunkett/Pool)

Ma la domanda che più si è ripetuta durante la giornata, e alla quale ha risposto senza problemi e con il sorriso sulle labbra, è stata come si sente dopo questi mesi di assenza pubblica durata quasi tre mesi. “Sto bene, grazie mille, niente male”, ha affermato in tono ottimista. In cambio della sua sincerità, il figlio della ricordata Elisabetta II ha ricevuto tanti auguri di incoraggiamento da parte dei pazienti, che sanno meglio di chiunque altro come sta e cosa sta passando. Alcuni hanno trasmesso questi messaggi anche alla nuora, Kate Middleton, che soffre della stessa malattia.

Come rivelato Specchiocitando un forte esponente della casa reale, con questa visita al Macmillan Cancer Center il re intende lanciare un messaggio che “Il cancro non fa paura” e che “le persone possono continuare a vivere una vita piena durante il trattamento, non solo dopo”. Il monarca vorrebbe anche dimostrare che il cancro non colpisce solo il paziente ma “tutti coloro che lo circondano”.

Potrebbe interessarti: La casa reale britannica aggiorna i piani per i funerali di Carlo III: è questo il protocollo ‘Menai Bridge’

Carlo III durante la sua visita al Macmillan Cancer Center dell’University College Hospital. (REUTERS/Suzanne Plunkett/Pool)

Nello stesso comunicato che annuncia questa visita, Buckingham Palace ha anche aggiunto che “sarà il primo di una serie di impegni esterni che Sua Maestà assumerà nelle prossime settimane”. Per ora è confermato riceverà gli imperatori del Giappone, Naruhito e Masako, il prossimo giugno in occasione di una visita di Stato. Senza conoscere il programma dell’evento, è prevista una cena di gala a Buckingham Palace.

Nello stesso testo si affermava che Carlos III “si sente molto incoraggiato a riprendere alcuni compiti pubblici e molto grato alla sua équipe medica per la loro continua cura ed esperienza”.

Dalla regina Margherita a Gioacchino, il principe ‘bandito’: chi è chi nella casa reale di Danimarca.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il messaggio emozionante del fidanzato di Verónica Toussaint dopo la sua morte: “Ti amerò per sempre”
NEXT Questa è la fortuna lasciata dal famoso cantante vallenato Omar Geles, morto a Valledupar