Il caso di crimini sessuali di Harvey Weinstein verrà nuovamente processato, afferma il pubblico ministero di Manhattan

Il caso di crimini sessuali di Harvey Weinstein verrà nuovamente processato, afferma il pubblico ministero di Manhattan
Il caso di crimini sessuali di Harvey Weinstein verrà nuovamente processato, afferma il pubblico ministero di Manhattan

(CNN) — L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan riproverà il caso di crimini sessuali contro Harvey Weinstein, ha detto mercoledì un pubblico ministero alla corte nella prima udienza dell’ex produttore cinematografico da quando la sua condanna è stata annullata.

Il giudice ha ordinato a Weinstein di rimanere in custodia prima del nuovo processo. La prossima udienza è fissata per il 29 maggio.

Weinstein, 72 anni, era stato condannato nel 2020 per atto sessuale criminale di primo grado e stupro di terzo grado ed è stato condannato a 23 anni di prigione. Tuttavia, la scorsa settimana la Corte d’Appello di New York, con un voto di 4 a 3, ha annullato la condanna e ordinato un nuovo processo, dopo aver sostenuto che il giudice aveva erroneamente ammesso le testimonianze di tre testimoni di “precedenti atti cattivi” e aveva erroneamente consentito ai pubblici ministeri di interrogare Weinstein sui casi di abuso verbale.

La sentenza della corte ha annullato il caso contro Weinstein, la cui caduta è stata un simbolo del successo del movimento #MeToo.

L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha dichiarato la scorsa settimana che intendeva ripetere il caso e il pubblico ministero Nicole Blumberg ha reso ufficiale tale posizione in tribunale mercoledì. Ha detto che vogliono riprovare il caso rapidamente, se possibile già a settembre.

Anche il procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg è arrivato in tribunale con Jessica Mann, una delle principali accusatrici del caso, in una dimostrazione di unità.

“Jessica Mann è qui in tribunale per dimostrare che non si tirerà indietro”, ha detto Blumberg, aggiungendo che questo era un caso forte in precedenza e “rimarrà un caso forte nel 2024”.

Weinstein arrivò a corte su una sedia a rotelle e indossava un abito. Arthur Aidala, il suo avvocato, ha detto che Weinstein “ha problemi di salute molto seri” ed è stato al Bellevue Hospital, ma ha detto che era ancora mentalmente competente.

“È più acuto e intelligente che mai”, ha detto Aidala.

Aidala ha respinto l’affermazione del pubblico ministero secondo cui il caso è forte, dicendo: “È stato assolto dalle accuse più gravi”. Ha chiesto che le accuse dalle quali Weinstein è stato assolto vengano rimosse dal documento di accusa.

Weinstein ha confermato la sua innocenza e ha negato qualsiasi attività sessuale non consensuale.

Come ci sei arrivato?

La comparizione in tribunale è arrivata più di sei anni dopo che i rapporti del New York Times e del New Yorker nel 2017 avevano rivelato la presunta storia di Weinstein di abusi sessuali, molestie e accordi segreti mentre usava la sua influenza come mediatore di potere di Hollywood per trarre vantaggio dalle giovani donne.

All’epoca, Weinstein era uno degli uomini più potenti di Hollywood e contribuì a produrre film come “Pulp Fiction”, “Clerks” e “Shakespeare in Love”. Le rivelazioni hanno scatenato un’ondata di testimonianze di donne che hanno parlato pubblicamente della pervasività degli abusi e delle molestie sessuali in quello che divenne noto come il movimento #MeToo.

Tuttavia, #MeToo non ha avuto altrettanto successo in tribunale poiché questo è il secondo caso di alto profilo ad essere ribaltato in appello. Il comico Bill Cosby è stato condannato nel 2018 per aver drogato e aggredito sessualmente una donna, ma una corte d’appello della Pennsylvania ha annullato la condanna nel 2021, dopo aver sostenuto che i suoi diritti al giusto processo erano stati violati.

Oltre al caso di New York, Weinstein è stato condannato l’anno scorso a Los Angeles a 16 anni di carcere con l’accusa di stupro e violenza sessuale. Anche quel processo ha utilizzato testimoni di “precedenti atti cattivi” ed è stato anche presentato in appello.

Le accuse di New York si basavano direttamente sulla testimonianza di Miriam Haley e Mann. Haley ha testimoniato che Weinstein le aveva fatto sesso orale con la forza nel 2006 nel loro appartamento di Manhattan, mentre Mann ha testimoniato di averla violentata nel 2013 durante quella che ha descritto come una relazione violenta.

I pubblici ministeri di Manhattan potrebbero affrontare alcune sfide significative nel ritentare il caso Weinstein.

La scorsa settimana Haley ha detto che avrebbe preso in considerazione l’idea di testimoniare nuovamente in un nuovo processo, ma ha sottolineato gli svantaggi di farlo.

“Si tratta di rivivere il trauma ancora e ancora”, ha detto Haley. “Sicuramente non voglio che accada di nuovo.”

“Non riguarda solo me. È un caso davvero importante. È davanti al pubblico, il che è difficile per me personalmente, ma è importante per il collettivo. Questi sono i motivi per cui lo rifarei. “Non lo faccio solo per me stesso”, ha aggiunto.

— Elizabeth Wagmeister e Jean Casarez della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il commento inaspettato di Caro Pardíaco per il Labor Day: “Legge base sulla pasta”
NEXT Furia ha nuovamente smascherato la sessualità di Mauro e ha generato il ripudio sulle reti