Giovanny Ayala e la storia di “Così si canta” nella canzone In ginocchio ti chiedo

Giovanny Ayala e la storia di “Così si canta” nella canzone In ginocchio ti chiedo
Giovanny Ayala e la storia di “Così si canta” nella canzone In ginocchio ti chiedo

Il famoso cantante di musica popolare Giovanny Ayala è uno di questi artisti di questo genere più ascoltati in Colombia e che, nonostante sia nel settore da diversi decenni, continua a posizionare le sue canzoni, vecchie e nuove, come favoriti in varie zone del paese.

Ebbene, l’artista, originario di Meta, si è concesso il il lusso di far cantare un intero paese al ritmo di testi iconici con canzoni come ‘Di cosa ti preoccupi’, ‘Pensa a me’, te l’ho rubato e me lo hanno rubato’, ‘In ginocchio te lo chiedo’ tra gli altri che sono riusciti a farsi sentire in tutti gli angoli della Colombia.

E ciascuno il lancio musicale è un successo per il llanero, che si contende i primi posti insieme ad artisti rinomati come Yeison Jiménez, Jhonny Rivera, El charrito Negrotra gli altri grandi icone di dispetto.

Tuttavia, tra tanti successi musicali Ce n’è uno in particolare che ha attirato l’attenzione del Paese nel 2008. e questo ha persino scatenato a dibattito sul contenuto di una canzone che è stato cantato da adulti e bambini.

L’hanno rubato ad Acacias Meta

/- @giovannyayalaoficial

Storia del madrazo nella canzone ‘In ginocchio ti chiedo’

Si tratta di canzone di successo “In ginocchio ti chiedo” pubblicata nel 2008 e che oggi, 16 anni dopo, viene ancora trasmesso alla radio, nei negozi e nei luoghi di ritrovo sociale la gente canta i testi, compreso un eccessivo madrazo che ha segnato questa canzone.

Giovanny Ayala, così canti figlia…“è ciò che esprime una parte della canzone che si è rivelata essere la la frase più cantata dai fan dell’artista che si emozionano cantando mentre lanciano il madrazo.

Questa maleducazione si è rivelata firma della canzone popolare che ha dato molto più riconoscimento al cantante che l’ha pubblicata nel suo album intitolato ‘ Así es que se canta ‘ e che, nel bel mezzo del successo, anche suscitò un certo disagio in chi lo riteneva infelice e anche un cattivo esempio per aggiungere un madrazo in una canzone.

Ebbene, in mezzo alle polemiche di allora per la maleducazione che si udì, La canzone crebbe sempre più, così come la sua popolarità, dando il via ad un grande successo per Giovanny Ayala sui palcoscenici; comunque, il chiedendosi perché un madrazo nel mezzo della canzone, Hanno costretto l’artista a rendere noto il storia in cui si dice che tutto era frutto di un cattivo umore nel bel mezzo della registrazione.

Madrazo in ‘In ginocchio te lo chiedo’ era dovuto ad un disaccordo durante la registrazione

Quale Quello che cercavamo era mettere una “firma” sulla canzone e che genererebbe memoria nel pubblico in modo che colpisca molto di più; l’idea iniziale era quella Il popolare cantante Juan Camilo Mogollón ha gridato “Giovanny Ayala, così canti compadre”; Tuttavia, nei primi tentativi di registrare l’album, il il tono dell’uomo non convinse l’interprete della canzone che ha insistito affinché ci mettesse più energia.

In uno di quei tentativi Giovanny Ayala gli disse: “Devi farlo più forte, con più berraquera”, visto quello che ha dato un brutto carattere a Juan Camilo e Con un impulso “di pietra” esclamò: “Giovanny Ayala, è così che canta, figliolo”.e così è rimasto nella registrazione.

Al momento di scegliere quale espressione aggiungere alla canzone On my knees I ask you, il cantante e il suo team di lavoro hanno concordato su questo quello con parolacce suonava molto meglio.

“Hai sentito una frase come quando ti pungi il dito o quando la Nazionale segna un gol. È come un modo di esprimerci che ci piacevaquindi volevamo lasciare quei cavalli per il mercato della pirateria,” ha detto una volta Giovanny Ayala.

Giovanny Ayala è stata censurata per maleducazione in In ginocchio vi chiedo?

Nonostante sia stato un successo, il La canzone ha anche suscitato commenti da parte di alcune persone che hanno considerato l’espressione molto forte. all’interno della sua canzone e si è parlato addirittura di censura per tale pubblicazione, poiché conteneva una parola che alcuni utenti ritenevano inappropriata essere cantata in un “grido di dolore”.

Curiosamente, il la canzone cominciò a suonare sulle stazioni senza un’espressione forte e In sua sostituzione diceva: “Giovanny Ayala, così si canta compadre”; il che aumentò la voce che l’artista fosse stato “punito dalle etichette discografiche” e per questo dovette modificare quella parte del testo.

Ma è stato l’artista stesso a farlo ha smentito questa versione e l’ha confermata in diverse interviste quello dall’inizio Entrambe le opzioni sono state registrate, quello che dice compadre e quello che lancia il madrazo; e che il motivo per cui la maleducazione non veniva riprodotta nelle stazioni era perché una decisione strategica in cui hanno pubblicato due album.

Vale a dire, Le case discografiche hanno ricevuto la canzone senza l’imprecazione e l’altro, con la maleducazione l’hanno lasciato “per il mercato della pirateria”riuscendo a far decollare il successo di questa canzone senza esporsi alla censura.

Puoi anche vedere: Ecco come richiedere un prestito rimanendo segnalato su Datacrédito

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Sono andata alla grande e ho iniziato a piangere”: Blanca Lewin rivela uno dei suoi più grandi investimenti dopo il successo in tv
NEXT Previsioni dei Tarocchi 2024 secondo l’Oracolo dal 27 maggio al 2 giugno in amore, salute e denaro