“Papà per sempre”: l’adorabile aneddoto di Lisa Jakub con Robin Williams quando fu espulsa da scuola

“Papà per sempre”: l’adorabile aneddoto di Lisa Jakub con Robin Williams quando fu espulsa da scuola
“Papà per sempre”: l’adorabile aneddoto di Lisa Jakub con Robin Williams quando fu espulsa da scuola

L’attrice che interpretava la figlia maggiore di Robin Williams in “Dad Forever” ricordava con affetto l’attore morto nel 2014 (Crediti: 20th Century Fox)

Un nuovo aneddoto dietro le quinte dell’iconica commedia Patate per sempre sottolinea la generosità del ricordato attore RobinWilliams. Lisa Jakubche nel film interpretava la figlia maggiore Lydia Hillard, ha recentemente raccontato come la famosa artista sia intervenuta in suo favore durante un momento personale difficile legato ai suoi studi.

Questa storia è stata uno dei momenti salienti condivisi da Jakub nel podcast “Brotherly Love”, dove ha incontrato altri attori del film del 1993, come Mara Wilson E Matteo Lorenzo.

Secondo Lisa, stava cercando di tenere il passo con la sua istruzione mentre coltivava una carriera come attrice adolescente. Le riprese di Patate per sempre, durato quattro mesi, ha comportato uno sforzo aggiuntivo grazie al quale ha raggiunto un accordo con la sua scuola in Canada. Sebbene fosse fisicamente assente dalle aule, aveva tentato di tenere il passo con i suoi studi inviando e ricevendo compiti per posta in un sistema “pre-internet”.

Robin Williams ha scritto una lettera al preside della scuola di Jakub, chiedendo di riconsiderare la sua espulsione e di sostenere la sua istruzione. (Crediti: 20th Century Fox)

“Stavamo girando da un paio di mesi e la mia scuola in Canada mi ha inviato un messaggio dicendo: ‘Questo non funziona più. Non tornare.”, ha detto Jakub ai suoi colleghi. “Ero devastato”.

Per l’attrice andare a scuola aveva un significato particolare. Spiega che “gli ha spezzato il cuore” perché “sai, ho avuto questa vita che era molto insolita e quella era l’unica cosa normale”.

RobinWilliams, vedendo l’impatto emotivo che questa situazione aveva su sua figlia nella finzione, ha deciso di agire. Ha scritto una lettera al preside del liceo, nel tentativo di convincerli a riconsiderare la loro posizione. Nella lettera, Williams ha sottolineato l’importanza di sostenere Jakub nel suo sforzo di bilanciare la sua carriera di attore con la sua istruzione.

Robin vide che ero triste e scrisse alla mia scuola“, ha ricordato Jakub. Nonostante questo gesto, l’autorità scolastica non ha annullato la decisione. “Questo direttore ha ricevuto la lettera, l’ha incorniciata, l’ha messa in ufficio e non mi ha chiesto di tornare… Incredibile!” ha concluso.

Gli attori di “Dad Forever” si sono incontrati di recente, condividendo aneddoti e rafforzando il loro legame fraterno (Instagram/@marawilson)

Questa non è stata l’unica volta in cui Williams ha dato una mano ai giovani attori sul set. Lawrence ha anche raccontato che Robin lo ha aiutato con una lettera di raccomandazione per la University of Southern California, evidenziando ulteriormente il carattere altruista di Williams al di là del suo ruolo sullo schermo.

Patate per sempre (La signora Dubbio), uscito nel 1993, è diventato rapidamente un classico del cinema raccontando la storia di Daniel Hillard (Robin Williams), un doppiatore disoccupato che, dopo un difficile divorzio, trova un modo peculiare per stare vicino ai suoi figli: diventando la tata britannica La signora Dubbio.

Il film si è distinto per la sceneggiatura spiritosa e le ottime interpretazioni, soprattutto quella di Williams, che è riuscita a catturare la complessità emotiva e comica del personaggio. Attraverso risate e momenti emotivi, il film presenta temi come la famiglia, l’impatto del divorzio sui figli e la lotta per mantenere la genitorialità nonostante le avversità legali e personali.

“Dad Forever” è incentrato su Daniel Hillard (Williams), che si traveste da tata per stare vicino ai suoi figli dopo il divorzio. (Crediti: 20th Century Fox)

La signora Dubbio Non solo ha segnato una pietra miliare culturale negli anni ’90, ma si è anche affermato come un successo al botteghino, incassando 441 milioni di dollari in tutto il mondo e classificandosi come il secondo film di maggior incasso dell’anno. È stato un successo nel collegare la sua trama al pubblico di diverse generazioni.

Inoltre, il film ha vinto l’Oscar Miglior trucco nel 1994 per la trasformazione fisica di Williams e il lavoro dietro le quinte per dare vita al suo alter ego immaginario.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Alfredo Jaar riceve il Premio Camus per il suo commovente lavoro sullo sconvolgimento del mondo
NEXT Polemica al Grande Fratello perché nella casa è entrata una donna sconosciuta