Michael Douglas ha paragonato le scene di sesso nei film a quelle di arti marziali: “sono coreografate”

Michael Douglas ha paragonato le scene di sesso nei film a quelle di arti marziali: “sono coreografate”
Michael Douglas ha paragonato le scene di sesso nei film a quelle di arti marziali: “sono coreografate”

Michael Douglas concorda sulla necessità di coordinatori dell’intimità durante le riprese di film e serie. (Crediti: REUTERS/Eric Gaillard)

In una recente intervista con Radio Times, Michael Douglasattore di spicco in film come Basso istinto E Attrazione fataleha condiviso il suo punto di vista su come si è evoluto negli ultimi anni il trattamento delle scene di sesso nei film e in televisione.

A 79 anni, Douglas ha affermato che l’incorporazione di “coordinatori dell’intimità” sui set cinematografici è “interessante”, un ruolo che è diventato più comune per garantire sicurezza e rispetto tra gli attori durante queste sequenze. “Sembra che i dirigenti stiano togliendo il controllo ai cineasti, ma ci sono stati alcuni terribili passi falsi e bullismo“, ha detto in relazione alle denunce presentate nell’ambito del movimento #MeToo.

L’attore di “Bajos Instints” ha riflettuto sul rispetto e sulla sicurezza nelle scene intime davanti alle telecamere. (Credito: Sunset Boulevard/Corbis/Getty Images)

La star ha paragonato le scene di sesso alle sequenze di arti marziali, poiché entrambe sono “coreografate” e praticate più e più volte dagli attori. “Nella mia esperienza, Come uomo ti assumi la responsabilità di assicurarti che la donna si senta a suo agio, ne parli. Dici: ‘Va bene, ti tocco qui se va bene'”, ha spiegato.

Pur ammettendo che “sicuramente ci sono state persone che hanno superato i propri limiti”, ha anche ricordato che, in passato, l’industria gestiva queste situazioni internamente; coloro che agivano in modo inappropriato si “farebbero una reputazione” ed eviterebbero di essere scelti o di ricevere un ruolo simile in altri progetti.

Michael Douglas ha sottolineato che le prove sono necessarie per far sentire le attrici a proprio agio. (Crediti: REUTERS/Sarah Meyssonnier)

“Ma ho parlato con le donne, [porque] Ne ho fatti alcuni [películas con escenas de sexo] e ora scherziamo su come sarebbe stato avere un coordinatore dell’intimità che lavorasse con noi”, ha aggiunto.

Michael Douglas è noto a Hollywood per aver recitato in film di successo R18+ con attrici come Demi Moore E Sharon Stone. Data la sua carriera, si descrive come un “esperto di scene di sesso” ed è orgoglioso dello status iconico raggiunto dalle donne con cui ha lavorato nei film.

Michael Douglas è sposato con Catherine Zeta Jones dal 2000. (Credito: REUTERS/Monica Almeida)

“Credo che il segreto siano le prove. Se fai una scena di combattimento, devi sviluppare la coreografia. Quando lo fai dici: “Okay, tiro un pugno, boom, torni indietro e torni indietro, tiri, boom”. Si inizia molto lentamente e poi si sale a un ritmo più veloce», ha spiegato durante la sua partecipazione al Festival di Cannes 2023.

“Va bene lo stesso; e soprattutto se stai girando una scena d’amore, è importante per la signora che tu non ne approfitti. Glielo dici prima quando inizi: ‘Va bene, metti la mano qui e poi ci baceremo e poi scendiamo’”, ha concluso.

Michael Douglas, con anni di esperienza, ha condiviso le sue riflessioni sull’evoluzione delle riprese di scene intime. (Crediti: REUTERS/Eric Gaillard)

Il ruolo di un coordinatore dell’intimità nelle produzioni è diventato molto rilevante negli ultimi anni. Amanda Blumenthalche aveva questa posizione nella serie Euforia della HBO, ha affermato che il suo approccio è quello di rispettare e proteggere i confini personali degli attori e delle attrici con cui lavora.

Come ha spiegato all’AFP, il processo inizia con una comunicazione aperta e diretta: “Se un’attrice mi dice che non vuole mostrare il seno, mi assicuro che il modo in cui è coreografata la scena lo impedisca”. Nel caso degli uomini, in un’occasione, un interprete gli ha detto che non voleva che il suo membro venisse mostrato sullo schermo, quindi è stata utilizzata una protesi finta.

La serie della HBO, “Euphoria”, includeva scene di sesso esplicite in cui era necessaria la presenza di “coordinatori dell’intimità”. (Crediti: massimo)

“Uno dei ruoli più importanti che abbiamo è la comunicazione, poiché gran parte del danno che è stato fatto proviene proprio da persone che non vogliono parlare di queste cose”, ha aggiunto Claire Warden, un’altra specialista del settore.

Il lavoro dei coordinatori è diventato cruciale in un contesto in cui l’industria dell’intrattenimento è stata scossa da scandali di molestie sessuali e aggressioni, seguiti da una campagna globale verso un maggiore rispetto e sicurezza nell’ambiente di lavoro simboleggiato dai movimenti #MeToo e Time Up.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Anno bisestile: qual è l’unico segno che conoscerà una crescita abissale durante la seconda settimana di maggio
NEXT È morto Ian Gelder, l’attore che interpretava uno dei Lannister in Il Trono di Spade