L’attrice che interpretava Martha in “Baby Reindeer” criticava i “detective da poltrona”

L’attrice che interpretava Martha in “Baby Reindeer” criticava i “detective da poltrona”
L’attrice che interpretava Martha in “Baby Reindeer” criticava i “detective da poltrona”

Jessica Gunning, un’attrice britannica di 38 anni, interpreta Martha Scott in “Reindeer Baby”. (Crediti: Netflix)

Con 16 anni di carriera, l’attrice britannica Jessica Gunning È diventato una delle figure principali della serie di Netflix, piccola renna (Piccola renna) dando vita allo stalker del protagonista. In mezzo al furore generato dal dramma creato da Riccardo Gadd, si è chiesta se gli spettatori si siano allontanati dalla finzione per diventare “detective da poltrona”. Questo, in relazione all’attenzione rivolta ad una donna che afferma di essere la “Marta” della vita reale.

Gunning, nata nel West Yorkshire, ha partecipato a diverse produzioni britanniche prima di essere scelta per il ruolo più virale della sua vita. Alcuni altri titoli importanti nella sua filmografia lo sono Dottor chi, Calore bianco, I fuorilegge e il film Orgoglio.

La Serie Piccola rennacreato da Riccardo Gaddè basato sulle esperienze personali di Gadd con uno stalker e il suo legame con il pubblico è cresciuto in modo significativo dal suo debutto l’11 aprile.

Gunning ha notato di aver basato la sua interpretazione sulla sceneggiatura di Gadd e ha criticato coloro che hanno indagato sulla vera identità dello stalker. (Crediti: Netflix)

Nella fiction di sette episodi, Gadd ha recitato Donny Dunnun comico in difficoltà che incontra Martha, una donna sola che diventa rapidamente una stalker pericolosa e persistente.

“Sapevo come interpretare Martha dal momento in cui ho letto la sceneggiatura”, ha detto Gunning in un’intervista Il giornalista di Hollywood. Ma il processo per ottenere il ruolo è stato lungo. In totale, ci sono voluti quattro mesi con diversi round per verificare l’alchimia con il protagonista e convincere i produttori che poteva sembrare più vecchio di quanto non sia in realtà.

Per fare questo, Jessica si è rivolta alla truccatrice e parrucchiera Nadia Stacey (vincitrice dell’Oscar per Povere creature), che era sua amica. Improvvisando una parrucca e un po’ di trucco, i due hanno cercato di dimostrare che Gunning poteva passare per qualcuno di 43 anni.

L’attrice ha notato che non voleva sapere troppo della vera Martha per non alterare la sua visione del personaggio. (Netflix/Piers Morgan non censurato)

“In un altro mondo, le persone avrebbero potuto spingere per qualcuno più famoso. Ma continuavo a pensare: “So come farlo. Se il personaggio finisse nelle mani di qualcuno che vedesse Martha come una cattiva o una pazza, sarebbe un peccato e rovinerebbe le sfumature che la scrittura di Richard le dà.”ha spiegato riguardo al suo legame con il ruolo.

La sceneggiatura di Gadd è sempre stata la sua fonte di riferimento; e per questo ha criticato alcuni telespettatori per essersi avventurati a indagare sulla vera identità dello stalker.

Ho cercato di sapere il meno possibile delle persone reali perché non volevo offuscare la mia visione.. Non sto facendo un’imitazione; Sto facendo la mia interpretazione di lei”, ha insistito. “Oggi c’è un fascino per le storie di crimine vere, per citare qualcosa che è diventato grande quanto questo lavoro, e capisco che i detective da poltrona siano diventati una tendenza. Ma è un peccato. Questa non è l’essenza della nostra serie”.

Jessica Gunning ha difeso il carattere di Martha, assicurando di non voler fare del male a nessuno REUTERS/Mario Anzuoni

Sia Gadd che Gunning hanno insistito sul fatto che Martha non dovrebbe essere vista come una semplice antagonista. Durante il panel organizzato dalla Director’s Guild of America, il creatore ha parlato di come ha sviluppato una certa empatia nei confronti del suo stalker.

“In realtà ho visto una persona che si era persa nel sistema. Ho visto qualcuno che aveva bisogno di aiuto e non lo otteneva.”, ha spiegato l’autore del pezzo.

La stessa prospettiva si è riflessa nella performance di Gunning, che ha anche rifiutato l’idea che il suo personaggio venisse etichettato come un tipico cattivo puro. “Martha è complicata e non è del tutto cattiva. Le sue intenzioni potrebbero essere state percepite in questo modo, ma non ha mai voluto fare nulla di intenzionalmente dannoso.”, ha affermato l’attrice. “È una donna che si è sentita un po’ ignorata, proprio come lui”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il messaggio straziante che la giornalista di Los Informantes ha lasciato prima di morire
NEXT La reazione di Andrés Calamaro alla versione di Mil Horas di Lali Espósito