Questa taqueria messicana è la prima ad ottenere una stella Michelin

(CNN) — Un piccolo chiosco messicano di tacos con solo quattro opzioni nel menu è stato premiato con una stella dalla prestigiosa Guida Michelin.

La Taquería El Califa de León, situata nel quartiere San Rafael di Città del Messico, è stato uno dei locali premiati con una o due stelle nella prima Guida Michelin del Messico, pubblicata all’inizio di questa settimana, diventando il primo stand di tacos messicano a ricevere questa distinzione.

Lo chef Arturo Rivera Martínez, che serve i clienti della Taquería El Califa di León da almeno due decenni, ha ricevuto mercoledì la famosa Filipina bianca dello chef mentre serviva i suoi famosi tacos.

Taquería El Califa de León è il primo chiosco messicano di tacos a ricevere una stella Michelin. (Foto: Fernando Llano/AP).

Taquería El Califa de León è il primo chiosco messicano di tacos a ricevere una stella Michelin. (Credito: Fernando Llano/AP).

“Il segreto è la semplicità dei nostri taco”, ha detto Rivera Martínez all’Associated Press. “Ha solo una tortilla, salsa rossa o verde, e basta. Quello e la qualità della carne.”

La Taquería El Califa di León, larga solo circa 3 metri, esiste da più di 50 anni ed è nota per il suo taco Gaonera, apparentemente dal nome del torero messicano Rodolfo Gaona.

“Questa taqueria potrebbe non avere molto spazio, solo per un piccolo gruppo di commensali, ma la sua creazione, il Gaonera taco, è eccezionale”, si legge sul sito della Guida Michelin.

Un commensale gusta uno dei famosi tacos in un ristorante di Città del Messico. (Foto: Silvana Flores/AFP/Getty Images).

Un commensale gusta uno dei famosi tacos in un ristorante di Città del Messico. (Credito: Silvana Flores/AFP/Getty Images)

“Il filetto di manzo, tagliato a fettine sottili, viene preparato al momento, condito solo con sale e una spruzzata di limone.”

“Contemporaneamente, un secondo cuoco prepara delle ottime tortillas di mais. La combinazione che ne risulta è elementare e pura.”

Quando gli è stato chiesto quale bevanda consiglierebbe ai commensali per abbinare i tacos “eccezionali”, Rivera Martínez ha detto ai giornalisti: “Mi piace una Coca-Cola”.

Oltre al già citato taco Gaonera, i clienti possono scegliere altre tre varianti ripiene di carne, incluso un ripieno di bistecca (filetto di manzo), servito su un piatto di plastica per circa 85 pesos (5 dollari).

“Con carne e tortillas di questo calibro, il duo di salse fatte in casa non è quasi necessario”, afferma la Guida Michelin.

“Il segreto è la semplicità del nostro taco”, ha detto mercoledì ai giornalisti la chef Rivera Martínez. (Credito: Silvana Flores/AFP/Getty Images)

Il ristorante Quintonil, degli chef Jorge Vallejo e Alejandra Flores, con due stelle, e Rosetta, della chef Elena Reygadas, con una stella, sono stati altri locali inclusi nella prima classificazione Michelin per il Messico.

Concentrandosi su Città del Messico, Oaxaca, Bassa California, Los Cabos e Nuevo León, gli ispettori della Guida Michelin hanno perlustrato il paese alla ricerca delle migliori esperienze culinarie.

“Che gioia onorare l’unicità del panorama gastronomico messicano a Città del Messico”, ha dichiarato in un comunicato Gwendal Poullenec, direttore internazionale della Guida Michelin.

“La prima e molto promettente selezione è un esempio di come il Paese sta mettendo in mostra le sue regioni, con le sue culture e tradizioni tanto distintive quanto distinguibili.”

Nel 2016, il banco dello chef Chan Hon Meng a Singapore è diventato il primo locale di street food ad essere riconosciuto dalla illustre guida.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Erano note le prime immagini di Delfina Gerez Bosco con Ricky Diotto e l’ex compagno ha reagito: “Non pensava a me”
NEXT Il padre di Mane Swett è morto a 76 anni, mentre lei lotta per riavere suo figlio a New York Glamorama